Rimborso ipotecario ▷▷ Quando compensa e come farlo

L’altro giorno stavo cenando con alcuni amici e sono iniziate a uscire domande che a chiunque abbia un mutuo verranno mai chieste. Mi paga per rimborsare il mutuo?

Oppure è meglio non ripagare il mutuo e risparmiare questo denaro extra per eventuali imprevisti?

Filatura ancora più sottile, forse quello che mi compensa di più è investire quei risparmi e rimborsare immediatamente il mutuo in futuro?

Sarà meglio rimborsare la commissione o il termine?

Ha senso rimborsare il mutuo a detrazione e pagare meno sulla dichiarazione dei redditi?

rimborsare il mutuo

Cos’è la restituzione del mutuo?

Il rimborso del mutuo consiste in pagamenti anticipati che hai in banca di questo. è è essenziale considerare diversi aspetti prima dell’ammortamentoCome se volessi ridurre la tariffa o il termine, o se lo fai puoi detrarre le tasse. Tutto ciò significherà che risparmierai più o meno denaro.

Acquistare casa richiedendo un mutuo ipotecario che ti vincolerà per i prossimi 25 o 30 anni è una decisione molto importante, e quasi tutti noi dobbiamo farcela per tutta la vita.

Oltretutto, a seconda della decisione che prenderai pagherai migliaia di euro in più o in meno sotto forma di interessi e commissioni.

Pertanto, ed essendo qualcosa con cui puoi risparmiare molti soldi pagando il minimo interesse possibile, in questo articolo passerò in rassegna tutti i opzioni che qualcuno che ha già un mutuo o che farà in futuro quando si tratta di rimborsare.

Inoltre, ti dirò quale penso sia l’opzione migliore per estinguere il tuo mutuo e pagare meno interessi sul tuo debito utilizzando alcuni esempi e simulazioni, e potrai arrivare a risparmiare decine di migliaia di euro.

Una cosa importante. Vi siete mai chiesti, oltre a tutto questo, se sia meglio investire o rimborsare un mutuo?

Questo aspetto sarà fondamentale nell’articolo.

Ammortizza il mutuo per detrarre e pagare meno tasse sulla dichiarazione dei redditi

La prima cosa su cui devi essere chiaro se vuoi rimborsare un mutuo è se puoi detrarre in questo modo.

sgravio ipotecario è fantastico, in quanto è un modo per risparmiare molte tasse ammortizzandole, ma non dipende solo da te.

È necessario fare una distinzione molto importante, ovvero la data in cui è stato formalizzato il mutuo, poiché la legge sui mutui è cambiata nel 2013.

Mutuo realizzato prima del 2013

Se il mutuo è stato effettuato prima del 1 gennaio 2013 e riguarda la tua abitazione abituale, puoi detrarre il 15% di quanto versato annualmente oltre un massimo di 9.040 euro.

In totale te lo consentirà la consueta detrazione per acquisto casa ridurre di 1.356 euro l’imposta sul reddito delle persone fisiche da pagare nella dichiarazione dei redditi.

Così, in questo caso la cosa più logica è cercare di raggiungere il massimo annuale, Questi 9.040 euro.

Ad esempio, se paghi una quota di € 600 al mese, pagherai € 7.200 all’anno. Rimborsare un mutuo con 1840 euro in più sarà molto redditizio, perché il Tesoro ti restituirà il 15% di questo importo, un ritorno che difficilmente potrai ottenere in altri modi.

Più di 9.040 euro non avranno senso se il tuo obiettivo è rimborsare un mutuo a detrazione, in quanto supererai il massimo.

Mutuo ipotecario concesso dopo il 2013

Con la nuova legge sui mutui, se il mutuo è stato effettuato dopo il 1 gennaio 2013 non sarà possibile detrarre nulla, quindi il rimborso a tal fine non avrà alcun risultato.

Se questo è il tuo caso, non puoi farci niente.

La chiave per sapere se ripagare o fare qualcos’altro con i soldi

rimborso del mutuo

Prima di spiegare quella che secondo me è l’opzione migliore per risparmiare al massimo sugli interessi rimborsando il mutuo, è importante mettere in chiaro il fattore più importante da considerare, alla base di tutto.

La chiave per stabilire se vale la pena ripagare o fare qualcos’altro con i soldi è confronta l’interesse che stai pagando sul mutuo e il rendimento che ottieni sui soldi che non utilizzi per ammortizzare.

Se hai un mutuo all’1% di interesse e invece di rimborsare investi e guadagni il 7%, avrai scelto l’opzione migliore.

D’altra parte, se hai i soldi in un deposito che ti dà lo 0,5%, perderai denaro.

Tutto questo, assumendo come abbiamo detto prima o cosa il mutuo è successivo al 2013 o li stai già pagando annualmente € 9.040.

Sarà molto influente qui se hai un mutuo a tasso variabile o fisso e come è attualmente l’Euribor.

Dovrai anche considerare i prodotti associati al tuo mutuo, come carte, assicurazioni sulla casa e altre assicurazioni e così via.

Ripagare il mutuo o salvare in un conto corrente

Una domanda comune è se sia meglio rimborsare un mutuo o risparmiare nel caso in cui i soldi siano necessari in futuro.

C’è sempre questo paura di ripagare di più dal conto e quindi di aver bisogno di soldi, Ma ha una soluzione semplice.

La prima cosa che devi avere, sì o no, è un materasso di sicurezza per far fronte agli imprevisti.

Una volta che hai questo materasso, è un’opzione molto migliore per rimborsare un mutuo che risparmiare senza fare nulla con questo risparmio, in quanto nella situazione attuale i tassi di interesse sui mutui sono molto più alti del rendimento offerto dai conti correnti ea breve termine depositi – medio termine.

I migliori depositi offerti dalle banche sono attualmente intorno allo 0,80% TAEG, 0,50% se si tratta di un deposito di 12 mesi.

Non ha senso che tu abbia un mutuo da 100.000 euro e che tu abbia la stessa somma di denaro in banca.

Se questo è il tuo caso, dovresti considerare di rimborsare il mutuo o di fare qualcosa con i soldi, che sarebbe sicuramente la cosa migliore.

La migliore opzione per rimborsare il mutuo e pagare meno interessi – Esempi numerici

sgravio ipotecario

Come dicevamo prima, sarebbe meglio pagare l’interesse minimo sul mutuo e investire i propri soldi per ottenere il massimo rendimento possibile.

Maggiore è la differenza tra questi due fattori, più soldi puoi risparmiare sugli interessi.

Secondo me, senza dubbio, questo è l’opzione migliore.

Non rimborsare anticipatamente il mutuo e tutto ciò che era destinato a questo scopo investire per ottenere un buon ritorno.

(Almeno, questo è quello che pensavo prima di fare la simulazione. Ora guardiamolo e analizziamo se esiste un’opzione migliore).

Per investire questi soldi, puoi impararli da solo o avere un gestore automatizzato che utilizza i migliori fondi comuni di investimento a tua disposizione.

Diamo un’occhiata a un esempio di ciò che qualcuno pagherebbe in base alla sua scelta.

Nell’esempio, il mutuo sarà di € 150.000 per 25 anni, con un tasso di interesse del 3%.

Assumeremo che il mutuo sia successivo al 2013 o che sia già stato raggiunto il massimo deducibile.

Nessun mutuo è uguale, e ognuno avrà le sue condizioni particolari, come l’eventuale penale per cancellazione e tante altre cose, ma più avanti ti mostro un simulatore di mutuo così potrai fare i tuoi calcoli.

Con queste condizioni otterremmo un canone mensile di 711 euro, e il costo complessivo del mutuo sarebbe di 213.395 euro, con interessi di 63.395 euro.

Rimborso mutuo annuo – 300 € / mese

  • Nuova durata del mutuo – 16 anni
  • Risparmio totale (interessi) – 26.000 €

Accumulare 300 € / mese in un conto corrente con l’intenzione di disdire subito il mutuo al raggiungimento dell’importo richiesto

  • Nuova durata del mutuo – 17 anni
  • Risparmio totale (interessi) – 9.000 €

Investire 300 € / mese con l’intenzione di disdire subito il mutuo al raggiungimento dell’importo richiesto

Assumendo un interesse sul tuo denaro del 5%, che non è barbarie e che “facilmente” può essere ottenuto investendo a lungo termine in borsa, anche con qualcosa di semplice come Indexa o altri gestori automatici, ottieni il prossimo:

  • Nuova durata del mutuo – 15 anni
  • Risparmio totale (aggiunta di interessi e ritorno sul denaro) – € 34.000

È importante notare che in Spagna i mutui di solito funzionano con il sistema di rimborso francese, per il quale molti interessi vengono pagati all’inizio e pochi alla fine.

Ecco perché la differenza tra risparmiare senza investire e risparmiare e investire in termini di risparmio totale è così significativa.

In termini di termine la differenza non è abissale, ma in termini di risparmio perché la cosa più importante è il ritorno sul denaro e non l’interesse che viene lasciato non pagato.

Gli esempi sono fatti con un tasso ipotecario del 3%, che in questo momento è più alto che nella realtà, ma che negli anni prima della crisi sarebbe stato un vero affare.

C’è un’opzione chiaramente cattiva, e cioè risparmiare senza fare nulla con quei risparmi. Qualcosa del genere non ha molto senso.

Tra le altre due opzioni, la differenza è molto minore del previsto.

È vero che l’ipotesi è fatta con un rendimento annuo del 5%, che è piuttosto basso, e che se fosse al 7% annuo, che è la media storica degli ultimi 200 anni, il risparmio totale sarebbe invece di 43.000 € di 34.000 €.

È chiaro che rimborsare anno dopo anno non è una cattiva opzione, tanto meno per chi non sa o non ha il coraggio di investire. È sicuramente il modo più sicuro e comune di procedere.

Comunque, Rimango con la possibilità di risparmiare e investire questo aspirante risparmio al 7% all’anno, Perché alla fine significa pagare molto meno per la tua casa.

Se i tassi di interesse sui mutui fossero molto più alti, vicini al 5% per esempio, perché forse la cosa più interessante sarebbe ripagare anno dopo anno, soprattutto i primi anni che sono più interessi pagati.

Inoltre sarà molto importante valutare se si dispone di un mutuo variabile o fisso, in quanto la variabile cambierà il tasso di interesse a seconda dell’Euribor.

Se decido di rimborsare un mutuo, è meglio ridurre la rata o ridurre la durata del mutuo?

ammortizzare la tassa o il termine

Rispondi se è meglio ridurre la quota o il termine non è difficile.

In tutte le simulazioni che ho fatto provando cose diverse, è sempre meglio ridurre la scadenza.

Abbassare la rata rimborsando il mutuo invece di ridurre la durata avrebbe senso solo se combinato con l’investimento di quella differenza in denaro tra le rate.

In sintesi: suggerimenti per il rimborso del mutuo

  • Se ripaghi un mutuo, ridurre il termine è sempre meglio che ridurre la quota.
  • Più o meno ti conviene rimborsare a seconda che tu abbia un mutuo a tasso variabile o fisso. Maggiore è l’interesse che paghi sul tuo mutuo, più ti compenserà per il rimborso anticipato.
  • Di norma, se esiti tra il rimborso o il possesso del denaro in banca, viene ammortizzato.
  • Se vuoi pagare il minimo per restituire il capitale residuo del tuo mutuo, investi i risparmi e cancella il mutuo quando hai l’importo richiesto.
  • Per quanto riguarda il momento in cui rimborsare un mutuo durante l’anno, non ci sono vantaggi tra farlo all’inizio dell’anno o farlo alla fine.
  • Come rimborsare il mutuo non devi preoccuparti, in quanto è un processo molto semplice.
  • È inoltre necessario considerare se l’annullamento anticipato del mutuo comporterà eventuali commissioni, cosa abbastanza probabile.

Simulatore di ipoteca per fare i propri calcoli

Posso parlarti molto di me stesso compensa il rimborso anticipato del mutuoMa ogni mutuo è un mondo lontano.

Ecco perché voglio lasciarti il ​​simulatore di mutuo che mi è stato più utile per realizzare l’articolo, così puoi fare i tuoi calcoli se sei interessato ad approfondire.

E tu, cosa pensi compensi di più quando si tratta di rimborso del mutuo? Cosa stai facendo nel tuo caso?



Leave a Reply