Intervista sull’indipendenza finanziaria – Ozstache

Andiamo con un’altra intervista a qualcuno che ha già raggiunto l’indipendenza finanziaria, in questo caso Ozstache.

Ozstache, come i protagonisti di altre interviste, è un precursore di Mister Money Moustache.

Ormai hai potuto vedere molte interviste sul blog e spero che tu abbia imparato tanto quanto ho fatto io con loro.

Se potessi evidenziare una cosa, sarebbe quella raggiungere la libertà finanziaria non è così impossibile come sembra.

I protagonisti di tutte le interviste sono persone normali.

Non sono nati ricchi né hanno vinto alla lotteria. Sono lavoratori, risparmiatori, investitori.

Quando dico alla gente che raggiungerò l’indipendenza finanziaria sicuramente pochi ci credono, ma sono chiaro.

Sembra impossibile, ma non è affatto irraggiungibile. Risparmia e investi.

Sii paziente e risparmia e investe per anni per sfruttare l’interesse composto e fallo funzionare per te e non contro di te, e sarai libero.

Andiamo con l’intervista.

  • Cosa ti ha spinto a cercare l’indipendenza finanziaria?

Una combinazione di non apprezzare veramente il mio lavoro, pigrizia (io lo chiamo risparmio di fatica) e un IF ottenuto per caso.

  • A che età hai raggiunto l’indipendenza finanziaria e quanti anni hai dovuto lavorare per ottenerla?

Mi sono ritirato all’età di 45 anni dopo una carriera di 30 anni nell’esercito.

  • Come hai raggiunto l’indipendenza finanziaria?

Ho avuto la fortuna di avere un piano pensionistico a benefici definiti quando ero nell’esercito, che dopo 30 anni ha prodotto una pensione che copre le mie spese annuali, che a loro volta sono basse a causa del mio stile di vita generalmente frugale che già possiede la mia già pagata casa.

  • È necessario avere stipendi molto alti per raggiungere l’indipendenza finanziaria? Qual è la chiave?

Puoi fare molti soldi o spendere molto poco di quello che guadagni in modo da poter andare in pensione presto.

Fare entrambe le cose accelera il processo.

  • Come definiresti e spiegheresti la tua strategia di investimento? Di cosa vivi attualmente?

Vive principalmente della mia pensione, ma ho anche altri investimenti.

Sono per lo più disinvestito perché vedo acque fosche per gli investimenti nel prossimo futuro e sono più interessato a preservare il capitale piuttosto che alla sua crescita al momento.

Posso permettermi di sbagliare perché non ho bisogno di altri soldi.

  • Quali sono stati i tuoi più grandi successi e quali sono stati i tuoi più grandi errori?

Il mio più grande successo è stato partecipare a un piano pensionistico a benefici definiti e non cambiarlo quando ne è apparso uno nuovo, apparentemente più vantaggioso, ma non proprio.

Il mio errore più grande è stato quello di sottovalutare la passione dell’Australia per il possesso di una proprietà, che avrebbe potuto fornirmi il mio sito molto più veloce ed economico.

Penso ancora che l’amore australiano per la proprietà finirà, probabilmente entro il prossimo decennio.

  • Se dovessi dare un consiglio a qualcuno che inizia, quale sarebbe? Quale sarebbe la tua ricetta per ottenere IF?

Oltre al cliché “vivi entro i tuoi mezzi”, dico alle persone che, anche se non vogliono andare in pensione, possono far andare i loro soldi molto oltre essendo minimalisti e fingendo di vivere nel passato quando acquistano qualcosa di importante.

Quelli di noi che vivono nei paesi del primo mondo, anche quelli in povertà, vivono una vita che sarebbe l’invidia dei nostri antenati 100 anni fa, quindi la gratitudine invece del materialismo è un punto importante per il raggiungimento della felicità che cerchiamo.

  • Cosa fai adesso del tuo tempo? Ne valeva la pena?

Trascorro molto tempo a casa e in compagnia dei miei cani e questo mi rende molto felice. È venuto fuori che sono molto più introverso di quanto pensassi.

Inoltre aiuto la mia famiglia molto più di quanto potessi quando lavoravo, il che è molto soddisfacente.

Non mi pento della mia decisione di ritirarmi presto.

Fin qui l’intervista. Una semplice intervista, ma che rafforza l’idea che l’indipendenza finanziaria è alla portata di chiunque.



Leave a Reply