IF interviste. Antonio Esteban e la sua storia

Ciao a tutti. Oggi vi presento Esteban, un altro dei fortunati che hanno già raggiunto l’indipendenza finanziaria e che è stato molto gentile nel prestarsi a rispondere all’intervista su come l’ha raggiunta. Esteve, inoltre, è stato molto generoso e mi ha passato un documento con la sua storia in una versione leggermente più lunga dell’intervista, quindi sicuramente uscirò con qualche altro articolo su di lui in seguito.

Ecco una foto del protagonista di oggi.

Se sei interessato a conoscere in profondità la sua storia, Finect ha scritto oltre 300 articoli.

Ecco l’intervista

  • Cosa ti ha spinto a cercare l’indipendenza finanziaria?

Fin da piccolo, ho sempre pensato che fosse bello avere i soldi per fare quello che volevo, per questo ho gestito i miei suggerimenti. All’età di 12 anni, nel 1958, ricevetti un risarcimento di 200 pesetas. , Per fare pubblicità alla radio e restituire un portafoglio con 20000 ptas. che ero caduto per strada, essendo questa la mia prima gestione di risparmio e gestione.

  • Quanti anni avevi quando hai raggiunto l’indipendenza finanziaria e quanti anni hai dovuto lavorare per ottenerla?

A 47 anni e dopo 26 anni di lavoro (2 come Amministratore Delegato e 24 in IBM).

Sono stato licenziato con una bella somma, ho pensato a come organizzare la nostra vita ea come stavo facendo progetti per il futuro da più di 20 anni, abbiamo visto che potevo dedicarmi a ciò che mi piaceva, insegnando:

Sistemi Esperti, Intelligenza Artificiale e Simulazione Computer Management in Computer in Master, come già facevo nel tempo libero.

Inoltre, siamo stati in grado di dedicarci alla vita e ad aiutare i nostri figli a completare la loro carriera internazionale nella gestione aziendale e nel commercio estero, oltre a gestire il mio portafoglio diversificato con i miei sistemi esperti, dai nostri risparmi e compensi.

La verità è che mi è piaciuto molto il mio lavoro come consulente senior in modelli di processo settoriale con strumenti CASE in IBM e l’ho fatto personalmente, ma la prima ristrutturazione in IBM ci ha portato a oltre il 30%.

  • Devi guadagnare molti soldi per raggiungere l’indipendenza finanziaria? Qual è il fattore chiave?

No, tutto ciò di cui hai bisogno è una fonte di reddito maggiore delle spese che devi sostenere.

Il fattore chiave è avere le idee chiare e un’ottima pianificazione finanziaria di entrate e uscite.

Spendi meno di quanto guadagni.

  • Come definiresti la tua strategia di investimento? Di cosa vivi adesso?

In questo momento di “valore” investitore tramite Fondo di Investimento, con protezione di una SICAV di gestione alternativa, che ho creato insieme ai miei amici di FINECT e che è stata la prima SICAV sociale di tutti i mercati e con grande successo.

Ho seguito tutte le fasi dell’investimento:

Obbligazioni (anni ’60), Azioni, Derivati, Swing Trading, Fondi comuni di investimento, SICAV

Attualmente vivo di pensionamento, che ho dovuto finire di acquistare, inoltre lo completo con un po ‘di redditività del portafoglio.

  • Quali sono stati i tuoi più grandi successi e i tuoi più grandi errori?

Risultati: l’investimento che abbiamo fatto negli anni ’80 e l’ottima formazione internazionale dei nostri figli, che li ha poi aiutati bene nella loro vita.

Errore: investire parte del portafoglio in un fondo con Swing Trading, che non ha funzionato a causa del gestore.

  • Se dovessi dare qualche consiglio a persone che hanno appena iniziato, quale sceglieresti?

Dedicare una parte del tuo stipendio a risparmi e investimenti a lungo termine.

  • Qual è la tua ricetta per raggiungere l’indipendenza finanziaria?

– Pianificazione delle entrate e delle spese a lungo termine.

– Non esagerare perché non ha un anno e non scoraggiarti.

– Cerca sempre alternative ai tuoi investimenti, nel caso in cui non funzionino e si fermino.

  • Cosa fai adesso del tuo tempo? Ne valeva la pena?

Per sostenere i miei due figli nei loro bisogni di tempo ei miei cinque nipoti nello studio e nello sport.

– Scrivere sui social network finanziari e sulle nuove tecnologie e robotica.

– Supporta progetti futuri: Mars One

– Viaggio in vacanza con mia moglie.

– Leggere e formare nuove conoscenze.

– Supportare le persone e i progetti che ne hanno bisogno.

Certo che ne è valsa la pena, e consiglio a tutti e chi non sa come farlo, cerco di spiegarti i vantaggi e di insegnarti.

Finora l’intervista, spero che ti sia piaciuta tanto quanto me. È chiaro che Esteban è una persona con una vasta esperienza e che ha vissuto quasi tutto in borsa, permettendoti di imparare molto dalla sua storia.

Come ho detto, se sei interessato a saperne di più sulla sua storia puoi fermarti a Finect, il sito di social networking sulla finanza dove ho incontrato Esteban. Se non hai voglia di immergerti negli oltre 300 articoli, nei prossimi mesi cercherò di continuare a spiegare i dettagli più interessanti della sua storia di investimenti.

Un saluto!



Leave a Reply