Esempi reali di persone che hanno raggiunto l’indipendenza finanziaria. Intervista a Daniel

Ciao a tutti. Come sai, nel mio libro Investimento e gestione del denaro a disposizione di tutti Ho inserito una sezione, che trovo piuttosto interessante, di interviste reali a persone che hanno già raggiunto l’indipendenza finanziaria. Esempi come questo possono servire a incoraggiare e motivare le persone e altri possono mostrarci diversi modi per fare le cose, quindi ho continuato a cercare persone da intervistare e in questo articolo presenterò l’intervista che ti do. ​​Ho realizzato DanielF, forero di IEB e che si è gentilmente prestato a rispondere ad alcune domande.

Senza ulteriori indugi, ecco l’intervista completa:

  • Cosa ti ha spinto a cercare l’indipendenza finanziaria?

Dopo alcuni anni di investimento in borsa ho deciso di indirizzare la mia strategia di investire in società che regolarmente danno un buon dividendo per realizzare profitti sostenibili negli anni, e se possibile crescendo di anno in anno, con l’obiettivo che dopo qualche anno io aveva un reddito regolare e significativo indipendentemente dal mio stipendio.

  • A che età hai raggiunto l’indipendenza finanziaria e quanti anni hai dovuto lavorare per ottenerla?

L’ho preso a 40 anni (due anni fa), dopo aver investito in borsa per poco più di 20 anni, 15 dei quali seguivano la strategia Buy & Hold.

  • Come hai raggiunto l’indipendenza finanziaria?

Investire in società sull’Ibex-35 e sul mercato continuo che hanno un regolare pagamento di dividendi anno dopo anno, dedicando ogni anno una parte del mio stipendio all’investimento in borsa, così da raggiungere una cifra di incasso di dividendi che ritengo sufficiente a coprire tutte le mie esigenze finanziarie, il che significa che non ho più bisogno del mio lavoro e del mio stipendio per poter vivere con dignità.

  • È necessario avere stipendi molto alti per raggiungere l’indipendenza finanziaria? Qual è la chiave?

Nella mia esperienza, non devi avere stipendi molto alti (non li ho mai avuti), quindi penso che la chiave sia la perseveranza, non arrendersi a metà quando i dati cattivi arrivano in tempi di grandi crolli del mercato azionario, ma approfittarne a comprare buone aziende al prezzo della demolizione, e soprattutto a non fidarsi di nessuno e avere la formazione di base per poter analizzare da soli i fondamenti delle aziende.

  • Come definiresti e spiegheresti la tua strategia di investimento? Di cosa vivi attualmente?

Attualmente nella mia strategia di investimento il 90% è rivolto al lungo termine, ovvero Buy & Hold, lasciando il restante 10% del mio portafoglio ad operazioni di breve o medio termine.
Lavoro ancora, perché il mio lavoro mi piace, è poche ore a settimana e mi permette di seguire i mercati in ogni momento, ma dedico il mio stipendio interamente a investirlo in borsa, a poter vivere di dividendi. avendo raggiunto l’IF.

  • Quali sono stati i tuoi più grandi successi e quali sono stati i tuoi più grandi errori?

I miei più grandi successi li racconterei così, e sebbene negli anni alcune operazioni siano state davvero molto produttive non direi una in particolare, ma la strategia stessa, sa mantenere la calma e sfruttare le grandi discese del borsa per aumentare gli acquisti qui rispetto al tasso usuale portato mese per mese all’interno della diversificazione temporale. E soprattutto tenere anche le azioni di una società e non cadere nella tentazione di venderla visto che avevano plusvalenze latenti superiori al 100%.
Tanti errori, soprattutto dall’inizio, in un momento di grandi rialzi per correre dietro al prezzo, negli anni sono riuscito a correggere questi errori ea saper trattenere la liquidità senza bruciarti le mani per investire quando arrivano le correzioni o grandi discese.
In particolare l’errore più recente è stato Abengoa, una società che dava un dividendo piuttosto buono anno dopo anno e sappiamo tutti in quale situazione si trova attualmente.

  • Se dovessi dare un consiglio a qualcuno che inizia, quale sarebbe? Quale sarebbe la tua ricetta per ottenere IF?

Soprattutto, essere coerenti, avere una chiara strategia da seguire e l’obiettivo da raggiungere e non cedere lungo la strada.
Mi pongo sempre obiettivi ambiziosi, difficili da raggiungere, per mantenere alta l’autostima e sforzarmi di raggiungerli.

  • Cosa fai adesso del tuo tempo? Ne valeva la pena?

La mia routine quotidiana non è lontana da quella che avevo prima, anche se la tranquillità è molto maggiore. Lavoro alcune ore al giorno, porto e vengo a prendere i miei figli a scuola, ogni pomeriggio libero per stare con loro e molto tempo libero per seguire i mercati, cosa che mi è sempre piaciuta.
E sì, ovviamente ne è valsa la pena.

Fin qui l’intervista con Daniel, a cominciare dalle mie impressioni su di lei.

Non sai da dove iniziare con questa indipendenza finanziaria?

inizia qui

Daniel è a mio parere un chiaro esempio di investitore medio come potremmo essere tutti, poiché non ha commesso grandi atrocità o qualsiasi cosa che chiunque possa fare. Da quanto dice vorrei evidenziare quanto dice più volte sull’essere coerenti e seguire la strategia senza discostarsene. Dopo il Buy and Hold non diventeremo ricchi in 5 anni, questo è certo, ma avremo molte opzioni per ottenerlo a lungo termine.

Daniel ha iniziato giovanissimo, il che è chiaramente un vantaggio, ma ha dovuto partire anche con 0 euro in banca. Se hai 40 o 50 anni, non disperare, perché anche se sei appena agli inizi avrai già qualcosa salvato per iniziare i tuoi investimenti. Nota che Daniel ha impiegato circa 20 anni per raggiungere l’IF, quindi anche se ora hai 40 anni potresti ottenerlo molto prima dell’età pensionabile, che sta salendo sempre di più.

Finora l’articolo, spero che ti sia piaciuto e di poter leggere le tue impressioni e domande nei commenti.



Leave a Reply