Cosa sono, vantaggi, tipologie e consigli tra cui scegliere

Di recente ti ho detto tutto quello che c’era da sapere sui fondi comuni di investimento, uno dei miei prodotti preferiti per investire in borsa.

Oggi parlerò di qualcosa di molto simile ma con alcune differenze, il ETF.

Secondo me, Gli ETF sono un’opzione di investimento molto valida.

➤ Naturalmente, personalmente preferisco i fondi comuni di investimento, in particolare i fondi indicizzati.

In questo articolo te lo dirò quali sono gli ETF, quali sono i loro vantaggi e svantaggi, quali tipi ci sono e ti darò consigli per scegliere i migliori ETF.

Anche se al momento non sai nulla degli ETF, quando finirai di leggere questo sarai un vero esperto.

ETF

– Indice di ciò che imparerai leggendo questa guida –

Cos’è un ETF?

ETF sta per Exchange Trade Fund (Fondo quotato).

Gli ETF, quindi, lo sono fondi comuni di investimento quotati in borsa come se fossero azioni. Sono un paniere di valori.

Comportandosi come azioni, questo prodotto può essere acquistato e venduto in qualsiasi momento durante la sessione di borsa.

Come le azioni, la loro quotazione varia durante la sessione di negoziazione.

In questo senso, sono un misto di azioni e fondi comuni di investimento.

Lo scopo degli ETF è replicare qualsiasi indice del mercato azionario (IBEX, Eurostox, S&P 500 …), indice a reddito fisso, indice di materie prime o qualsiasi altro.

Quindi con un singolo acquisto copia un intero indice, ottenendone uno grande diversificazione per pochi soldi e in modo molto semplice.

Come ti ho detto all’inizio, gli ETF sono prodotti molto simili ai fondi comuni di investimento.

Le principali differenze tra questi ei fondi sono la tassazione e le aliquote esistenti, Che ti dirò più tardi.

Vantaggi degli ETF

Come ho già detto, quando si acquistano azioni di un ETF si “acquista” un intero indice azionario, quindi se si sceglie uno che replica l’IBEX 35 si acquistano azioni di 35 società in un colpo solo, ottenendo automaticamente una spettacolare diversificazione in termini di asset.

D’altra parte, anche gli ETF ti permettono di investire in paesi sconosciuti o emergenti in modo molto semplice, in modo da permettere di diversificare anche geograficamente.

Con un portafoglio ben costruito la tua diversificazione sarà massima.

Nonostante siano molto simili ai fondi comuni di investimento, gli ETF addebitano commissioni di gestione molto basse, fino a quando non riesci a trovare ETF che addebitano un misero 0,10% all’anno sui tuoi soldi.

I costi sono fondamentali per determinare la redditività, quindi questo aspetto è un chiaro vantaggio dei fondi quotati.

Come le azioni, gli ETF hanno un’elevata liquidità, soprattutto se sono referenziati in un importante mercato primario.

  • Sono molto facili da acquisire.

Ci sono così tanti ETF diversi e la maggior parte può essere acquistata dalla tua banca a vita.

Acquistare ETF è facile come azioni o fondi comuni di investimento.

Tuttavia, prima di acquistare, devi sempre essere sicuro della commissione che prende il broker, in quanto banche come Santander o La Caixa addebitano molto di più rispetto a banche come ENG.

Maggiore è la tua commissione, minore è la redditività, quindi è un fattore chiave.

  • Non è previsto un importo minimo di investimento.

Alcuni fondi richiedono una quantità minima di denaro da investire, non come gli ETF.

Ovviamente l’acquisto di un ETF comporta una commissione di acquisto, quindi se acquisti troppo bassi la% persa sulle commissioni sarà eccessiva.

L’unica condizione sarà quella di acquistare almeno una quota, in modo che il prezzo minimo dell’ETF segnerà il tuo investimento.

  • Il genio di investire negli Stati Uniti e nel mondo, Warren Buffett, lo ha chiarito molte volte raccomanda a sua moglie di investire tutti i suoi soldi in ETF quando muore, per la sua semplicità e redditività.

Vantaggi dell'ETF

Svantaggi degli ETF

Sebbene gli ETF siano un’ottima opzione, potrebbero non essere tutti vantaggi.

Infatti, non ho ETF nel mio portafoglio di investimenti, ho fondi.

  • La diversificazione ha un prezzo.

L’acquisto di tutto l’indice desiderato ha un prezzo, ed è che si acquistano le società buone e quelle cattive.

Se acquisti azioni individualmente puoi scegliere esattamente dove mettere i tuoi soldi, mentre se acquisti un ETF puoi solo scegliere l’indice e mangiare alcune società che non ti piacciono, il che può significare ottenere meno ritorno sui tuoi soldi.

  • Tassano come azioni.

I fondi comuni di investimento hanno un grande vantaggio fiscale, Ed è che possono ruotare senza pagare le tasse.

Gli ETF, d’altra parte, sono trattati allo stesso modo delle azioni, quindi se vendi dovrai pagare le tasse sulle plusvalenze.

  • Ha commissioni di acquisto e vendita.

Questo è il motivo principale per cui ho fondi e non ETF, insieme alla peggiore tassazione degli ETF rispetto ai fondi.

Come investire in un ETF

Investire in un ETF è molto semplice, almeno in Spagna.

Il modo per farlo è tramite un broker, Come faresti con fondi comuni di investimento e altre strategie di investimento.

Devi solo scegliere un broker che ti permetta di investire negli ETF che desideri, e una volta creato acquista le azioni che desideri.

Un broker ideale per farlo potrebbe essere DEGIRO, ad esempio.

Se non vuoi dover gestire da solo il tuo portafoglio, ti consiglio di dare un’occhiata a InbestMe, un gestore automatizzato che crea e gestisce per te un portafoglio diversificato di ETF a basso costo.

Ho soldi in vari consulenti di furti come InbestMe, e la verità è che sono felice.

Tipi di ETF

tipi di ETF

Prima di vedere come scegliere un ETF dobbiamo farlo analizzare quali tipi di ETF esistono, Poiché c’è un’offerta molto ampia e se non hai un’idea generale puoi impazzire guardando.

  • Risposta fisica vs. replica sintetica.

Gli ETF possono essere repliche fisiche o sintetiche a seconda che abbiano esattamente le componenti dell’indice che lo replicano o lo “imitano” con prodotti derivati.

Un ETF di replica fisica referenziato sull’IBEX, ad esempio, avrà le azioni che compongono l’IBEX nella stessa proporzione, quindi la sua performance sarà sempre esattamente la stessa di quella dell’IBEX (meno la commissione).

Esistono ETF per replicare tutti gli indici esistenti e tutti i settori.

Una replica sintetica, invece, non deve avere le azioni che compongono il suo benchmark, ma può replicarla con derivati ​​e altri prodotti simili, senza dover offrire la stessa redditività dell’indice a cui “copia”.

  • Accumulo vs. distribuzione.

Gli ETF, come le azioni, possono o non possono distribuire dividendi.

Un ETF che distribuisce dividendi è destinato alla distribuzione e uno che non si accumula.

Va notato che i dividendi distribuiti sono tassati (di solito il 19%).

Gli ETF possono essere riferiti a diversi tipi di prodotti e ciascuno si comporterà in modo diverso, con rischi e rendimenti diversi.

Ci sono così tanti mercati e per ogni mercato ci sono a loro volta molti ETF.

Gli ETF diretti sono quelli che aumentano quando l’indice che replicano sale e scende quando scendono.

Quelle inverse, invece, salgono quando l’indice scende e viceversa.

Immagino che tu abbia visto il tipico annuncio di investimento di € 50.000 che mette in circolazione solo € 500 o simili su Internet.

Sembra strano non è vero?

Questa sarebbe la definizione di leva finanziaria.

Un ETF può essere normale o può essere sfruttato, il che comporterebbe prendere in prestito e investire denaro che non hai, quindi puoi guadagnare molto di più o perdere molto di più.

Gli investimenti con leva finanziaria sono molto rischiosi, quindi non li consiglio affatto.

Esistono molti tipi di ETF e non li ho inclusi tutti nella lista perché sarebbe eterno, li ho appena analizzati fattori che considero più importanti considerare 🙂

Dispone di un ETF per renderlo buono

Caratteristiche dell'ETF

Ovviamente per gusti colorati, ma a mio parere per considerare l’acquisto di un ETF deve soddisfare alcune caratteristiche di base (Associato ai punti nella sezione precedente):

Gli ETF di replica sintetica sono difficili da capire, in quanto possono davvero acquistare qualunque cosa sia per cercare di ottenere una maggiore redditività.

Purtroppo la storia dice che quando si tenta di investire attivamente si perde, quindi secondo me una replica fisica dell’ETF è l’opzione migliore ed è quello che consiglierei.

Quando si tratta di scegliere un ETF ad accumulazione o una distribuzione non vedo una risposta chiara in quanto Penso che dipenda da ogni situazione specifica.

Se sei giovane e desideri investire a lunghissimo termine e reinvestire i dividendi, penso che l’opzione migliore sia un ETF ad accumulazione poiché eviti di pagare l’imposta sui dividendi del 19% mentre se vedi già il pensionamento vicino o ti piacerebbe avere un reddito regolare per spendere il l’opzione migliore per te potrebbe essere la distribuzione.

Personalmente, e come ho già detto in altre occasioni, preferisco investire in borsa rispetto ad altri, quindi ritengo che il miglior tipo di ETF sia un riferimento a un indice di borsa.

Se ti piace non uscire di casa, fai riferimento all’IBEX o EuroStox (Europa), se ti piacciono aziende come Apple, Mcdonalds, Cocacola … fai riferimento all’SP-500 o al Dow Jones (America) e se ti piace il rischio, riferirlo a un paese emergente.

Gli ETF riferiti all’oro li considero più una speculazione che un investimento, poiché a lungo termine l’oro non offre molto ritorno.

Come dice Peter Lynch, “Non so se i prossimi 1000 punti Dow aumenteranno o diminuiranno, ma sono sicuro che i prossimi 10.000 aumenteranno”, quindi se investi nel lungo periodo la cosa più ragionevole è confida che il mercato azionario salirà e acquisterà un ETF diretto.

Entrare in debito per investire è il modo migliore per andare in bancarotta.

La regola principale per investire in borsa in modo sicuro è investire denaro che non è necessario, quindi investire denaro che non si ha nemmeno è considerato una pessima decisione.

In breve, se qualcuno me lo chiedesse, ne consiglierei uno al 100% ETF replica fisica, riferito a un indice importante come l’IBEX o l’EuroStox, diretto e senza leva.

Dimentica il mercato secondario e gli ETF rari, poiché sono molto complicati e consigliati solo agli esperti.

I migliori ETF secondo me

Dato che mi piacciono gli ETF, ne ho studiati e analizzati alcuni e Ho raccolto quelli che mi interessano di più.

Qui ti lascio, Anche se ovviamente e come dico sempre prima di fare qualsiasi cosa frettolosa si consiglia vivamente di formarsi la propria opinione e naturalmente leggi gli opuscoli informativi dell’ETF che ti interessano.

Tutti sulla lista sono la gestione passiva, sicuramente l’opzione migliore per la maggior parte degli investitori.

ETF IBEX

  • BBVA IBEX 35 ACTION ETF

EuroStoxx ETF

  • Inseguitori DBX EURO STOXX 50 D
  • Inseguitori DBX EURO STOXX 50 C

La differenza tra i due in DBX è che D è per la distribuzione e distribuisce i dividendi e C è per l’accumulazione e non li distribuisce.

ETF S&P 500

  • VANGUARD S&P 500 ETF (VOO)

Mi considero un investitore prudente, quindi mi piacciono un po ‘questi ETF e si adatta al mio profilo.

Soddisfano le caratteristiche che ho citato e hanno anche commissioni molto basse, Fattore da tenere sempre a mente.

Gli ETF sono un’ottima opzione per chi vuole investire senza dedicare molti sforzi, ma formando il proprio portafoglio.

Preferisco i fondi comuni di investimento, soprattutto per i loro vantaggi fiscali e perché non hanno commissioni di negoziazione o di custodia, ma non considero gli ETF una cattiva scelta se si adattano al tuo profilo di investitore e alla tua strategia.



Leave a Reply