Casi reali di libertà finanziaria. Intervista con Mandy

Andiamo con un’altra intervista a qualcuno che ha già raggiunto l’indipendenza finanziaria, in questo caso condotta in Mandy_2002, un americano che frequenta Mister Money Moustache.

Cosa ti ha spinto a cercare l’indipendenza finanziaria?

Spagna. È stato quando avevo 16 anni e ho deciso che volevo vivere lì.

Alla fine, ho detto al mio capo che volevo vivere e lavorare in diversi paesi e lui mi ha detto che non era un’opzione (era un tedesco che lavorava negli Stati Uniti all’epoca e penso che fosse la parte peggiore).

Quindi, ho deciso di cercare l’indipendenza finanziaria.

A che età hai raggiunto l’indipendenza finanziaria e quanti anni hai dovuto lavorare per ottenerla?

Avevo 32 anni e lavoro da quando ne avevo 10, ma mi sono laureato al college e ho iniziato a fare soldi veri a 23 anni.

Come hai raggiunto l’indipendenza finanziaria?

Sono naturalmente frugale e ho risparmiato una buona parte del mio stipendio mensile da quando ho iniziato a lavorare.

Non ho mai portato i conti esatti, ma direi che il mio tasso di risparmio nei miei primi 6 anni di lavoro è stato di circa il 40-50%.

Sono stato trasferito per lavoro in un’area in cui la vita era molto costosa, il che ha causato un aumento del mio stipendio del 35% (principalmente a causa di un COLA, adeguamento al costo della vita).

Ho iniziato a seguire da vicino il mio tasso di risparmio dopo la conversazione con il mio capo commentato sopra, mi sono trasferito in una casa condivisa risparmiando più di 1000 € al mese in affitto e sono riuscito a raggiungere un tasso di risparmio del 73% per un paio d’anni.

È necessario avere stipendi molto alti per raggiungere l’indipendenza finanziaria? Qual è la chiave?

La chiave è davvero il tasso di risparmio.

Se guadagni € 20.000 e risparmi il 10%, ti ci vorrà lo stesso tempo per andare in pensione di una persona che guadagna € 200.000 e risparmia lo stesso 10%, a condizione che non ci siano grandi cambiamenti nella tua vita.

Come definiresti e spiegheresti la tua strategia di investimento? Di cosa vivi attualmente?

Seguo Buy and Hold, con fondi indicizzati a bassissimo costo e alcune azioni aziendali selezionate individualmente.

Ho una riserva di denaro in banca con cui potrei vivere, ma attualmente faccio volontariato nei Peace Corps (organizzazione americana fondata da John F. Kennedy) in un piccolo paese in via di sviluppo. Con esso un piccolo compenso (attualmente intorno ai 110 euro) che mi basta per vivere in un piccolo paese con la casa fornita.

Se non lo facessi, ritirerei i miei dividendi invece di reinvestirli.

Quali sono stati i tuoi più grandi successi e quali sono stati i tuoi più grandi errori?

Per quanto riguarda gli errori, quando ho iniziato ho provato a diversificare e sono finito con 15 fondi che si sono sovrapposti con un’enorme variazione nelle loro commissioni. Mi sono reso conto e ho passato tutti i soldi dai fondi ad alta commissione a fondi a bassa commissione che già possedevo per semplificare.

Inoltre, quando lavoravo da un anno, è avvenuto il crollo del mercato del 2008. Le azioni della mia azienda vendevano al 10% di quello che fanno ora e molti dei miei colleghi hanno investito abbastanza soldi in quelle azioni e sono stati in grado di andare in pensione a 50 anni per questo motivo.

Ad ogni modo, penso che se ciò accadesse di nuovo non investirei di nuovo, poiché non mi piace correre rischi eccessivi.

Per quanto riguarda i successi, quando lavoravo da circa 4 anni ho sentito un collega dire qualcosa sull’instabilità del mercato obbligazionario. Ho venduto la maggior parte dei miei fondi obbligazionari e li ho riacquistati pochi mesi dopo con uno sconto del 25%. Questa è un’altra cosa che probabilmente non farei adesso.

Se dovessi dare un consiglio a qualcuno che inizia, quale sarebbe? Quale sarebbe la tua ricetta per ottenere IF?

Vivi al di sotto dei tuoi mezzi.

Sapere cosa ti rende felice e spendere soldi per questo è essenziale, non spendere soldi per cose che non lo fanno.

Conosci la differenza tra un bisogno e un desiderio: i cellulari potrebbero essere necessari, ma per me un telefono da € 700 con un piano da € 80 al mese non lo è.

Cosa fai adesso del tuo tempo? Ne valeva la pena?

Ora sono un volontario in Eurasia che insegna inglese.

Sto pensando di lavorare con il dipartimento spagnolo dello sport e dell’educazione per diventare un assistente inglese a Madrid o nel nord per poter vivere in Spagna per uno scopo.

Leave a Reply