A per l’indipendenza finanziaria. Non spendere tutto ciò che guadagni

salvare l'indipendenza finanziaria

Andiamo con un’altra delle 15 chiavi per raggiungere l’indipendenza finanziaria che propongo nel libro A per l’indipendenza finanziaria.

Delle 15 chiavi ce ne sono alcune più importanti e altre meno importanti. Il risparmio è uno dei più basilari.

Non importa quanti soldi generi o quanto sai di investire.

Se non riesci a risparmiare nulla alla fine del mese, non sarai mai in grado di raggiungere l’indipendenza finanziaria.

Risparmiare è una cosa difficile e sacrificale, poiché viviamo in un’epoca di consumismo estremo in cui qualcuno che non spende molto è un topo e qualcuno che arriva solo alla fine del mese è normale.

Vivere mese dopo mese raggiungendo i 30 anni avendo bisogno dello stipendio è un’opzione e una decisione che deve essere rispettata, ma implica vivere con una significativa paura di perdere il lavoro poiché non hai soldi per sopravvivere senza di esso.

La crisi in Spagna ha provocato il caos, in alcuni casi inevitabile, ma in alcuni a causa della scarsa abitudine di salvare la popolazione.

Sacrificare alcuni capricci inutili per poter risparmiare ogni mese un po ‘di più è una cosa molto importante e può permetterci di formare un materasso di sicurezza nel caso in cui succeda qualcosa o finiamo il lavoro.

Secondo me, dovremmo tutti risparmiare un po ‘di più di mese in mese e pochi lo fanno.

Molti cercano scuse, giustificandosi nel loro basso stipendio o in circostanze impreviste, ma la realtà è che la maggior parte delle persone spende molto per cose non necessarie ed è questo che li rende incapaci di salvare.

Per alcuni uscire a cena una volta alla settimana può essere un must e per altri potrebbe non avere senso, ma andare in una palestra costosa è una necessità.

Tutte le posizioni sono ugualmente rispettabili, qualunque cosa non è possibile è che tutto sia una priorità.

Se tutte le spese sono considerate una priorità, sarà impossibile risparmiare e uscire dalla ruota viziosa di vincere e spendere costantemente.

Pertanto, tutti dobbiamo considerare le spese sacrificabili ed essere disposti a tagliare se necessario.

Se tu fossi senza lavoro in questo momento e dovessi vivere con 1.000 euro al mese potresti probabilmente tagliare qua e là e ottenerlo, così puoi farlo anche tu senza perdere il lavoro.

Inizia lentamente, eliminare qualche spesa da chi non ti porta niente e vedrai come a fine mese hai un risparmio extra e non ti sei perso questa spesa per niente.

Personalmente, ordinavo cibo da asporto più volte alla settimana, il che alla fine del mese mi costava un sacco di soldi. Attualmente mi controllo (mi costa, come tutti gli altri) e ordino al massimo una volta a settimana, risparmiando un bel po ‘di soldi a fine mese.

Questo controllo applicato a spese diverse può fare la differenza tra spendere più di quanto guadagni ogni mese o risparmiare centinaia di euro.

Non si tratta di eliminare tutti i piccoli piaceri e di vivere come una persona povera, ma di moderare con le spese e non vivere come un ricco senza esserlo.

Come hanno detto molti degli intervistati nel libro, la percentuale del tuo stipendio che sei in grado di risparmiare ogni mese farà la differenza nella tua ricerca dell’indipendenza finanziaria.

Distingue chiaramente tra le spese che ti portano felicità continua e le spese superflue che in realtà non ti portano nulla.

Quello che puoi risparmiare dipenderà da molte cose e varierà ogni mese ma c’è una regola fondamentale che non puoi saltare se vuoi un giorno raggiungere l’indipendenza finanziaria.

Devi spendere meno di quanto guadagni.

Le persone che spendono più di quanto guadagnano sono completamente immerse nella corsa al successo e devono sopravvivere chiedendo crediti e prestiti quando vogliono qualcosa che costa una certa somma di denaro.

Prestiti per comprare auto, per andare in vacanza e anche per comprare una TV sono cose all’ordine del giorno e l’unico colpevole di questo è la mancanza di risparmio che si ottiene spendendo più di quanto si guadagna.

Personalmente il mio obiettivo è quello di risparmiare il più possibile ogni mese, non ho alcun importo fisso, perché alcuni mesi escono imprevisti e spendono di più e altri non succede nulla di straordinario e spendo meno, ma risparmio sempre qualcosa.

Ci saranno mesi in cui risparmierai il 50% del tuo stipendio e altri in cui potrai risparmiare solo il 20%, ma salva sempre.

Ci sono persone, d’altra parte, che usano una tattica diversa ma è abbastanza consigliata, la tattica di risparmia prima e spendi dopo.

La chiave è decidere quanto si vuole risparmiare, ad esempio il 20% dello stipendio, e trasferirlo direttamente dallo stipendio di inizio mese al conto di risparmio, quindi bisogna spendere il mese con l’importo rimanente e costringendoti a risparmiare.

L’importo che imposti dovrebbe essere un importo che sembra difficile da raggiungere e nel tempo si adatterà, perché se inizi con facilità risparmierai un buon extra per non forzarti.

Se sei uno di quelli che tendono a spendere senza molto controllo e non risparmiano più mesi prova ad usare questa tattica e vedrai come dà buoni risultati.

Risparmiare mese per mese ti permetterà di iniziare ad accumulare denaro, che dovrai poi investire se vuoi raggiungere l’indipendenza finanziaria e poter vivere senza lavorare.



Leave a Reply