5 motivi per iniziare a investire e moltiplicare i tuoi soldi

investire nel mercato azionario

Immagina tra 25 anni …

Cosa preferisci, hai moltiplicato i tuoi soldi o perso la metà?

Immagino che preferiresti moltiplicarlo, ovviamente lo preferisco.

Per ottenere ciò, investo i miei soldi e lo faccio in borsa.

Investire i tuoi soldi è un must e credo proprio di sì investire nel mercato azionario è l’opzione migliore.

In questo articolo ti darò 5 motivi per iniziare a investire già i tuoi soldi, in particolare per iniziare a investire nel mercato azionario.

1- Inizia a investire per preparare il tuo futuro. Il sistema pensionistico non è sostenibile

Le persone che seguono la solita opzione, lavorare fino all’età di 67 o 70 anni senza dire una parola, si aspettano di ricevere una bella pensione quando devono andare in pensione.

È comune avere 45 o 50 anni lavorando senza risparmiare praticamente nulla, poiché la cosa usuale finora è stata quella di riscuotere una pensione dal giorno del pensionamento fino all’ultimo giorno di vita.

Sfortunatamente per tutti, finirà.

Finirà perché le pensioni sono uno schema piramidale, Una truffa piramidale su scala molto più ampia rispetto al famoso forum filatelico o Madoff.

Un inganno del governo, un altro esempio di come non si preoccupano delle persone e di come si prendono cura di loro e non delle persone.

Perché?

Il 30% dello stipendio lordo dei lavoratori è dedicato alla pensione, ma non viene accumulato in un conto personale e viene raccolto in pensione, ma è dedicato al pagamento delle pensioni degli attuali pensionati.

Occorrono più di 2 lavoratori per pagare una pensione, Rendendo necessario avere più del doppio delle persone che lavorano rispetto alla ricarica.

Come in tutte le truffe piramidali, i soldi che vanno alla base ti permettono di pagare le persone in cima.

Il problema, come puoi vedere nella figura sotto, è quello la piramide della popolazione della Spagna ha cessato di essere una piramide.

Tra gli anni ’60 e ’80 sono nate molte più persone di adesso, quindi quando tutta questa generazione andrà in pensione il picco sarà molto più grande della base, causando il collasso del sistema pensionistico.

La figura seguente rappresenta la distribuzione della popolazione spagnola per età e sesso, e in lei è possibile essere apprezzata tanto per gli uomini (a sinistra) quanto per le donne (a destra), la maggior parte della popolazione, rappresentata sull’asse orizzontale, ha un’età compresa tra i 35 ei 50 anni, rappresentata sull’asse verticale.

piramide inversa della popolazione

Il problema delle pensioni si nota già oggi, come tra il 2011 e il 2015 fondo pensione è diminuito del 37,7% (25.181.000 euro), il che dimostra che anche con l’attuale popolazione attiva, le pensioni non possono essere mantenute così come sono.

Cosa succederà allora quando i nati durante l’esplosione del parto avvenuta fino al 1980 andranno in pensione?

Questa domanda non è una domanda difficile a cui rispondere o qualcosa di imprevedibile, ma ha una risposta chiara.

Il sistema pensionistico smetterà di funzionare come lo conosciamo, è probabile che sia così le pensioni diventano pensioni di sussistenza, Rappresentando una cifra così ridicola che costringerà i pensionati a lavorare in “mini-lavori” come già avviene in altri paesi europei.

Di fronte a questa situazione, che i politici purtroppo nascondono e non affrontano per evitare di recriminare le persone e perdere voti, hai due opzioni.

La prima opzione, che verrà adottata da molti, è negare la situazione e andare avanti come se nulla fosse accaduto.

Se scegli di non risparmiare e prevenire per quello che verrà, potresti ritrovarti un giorno in cui la tua pensione non è sufficiente per mangiare, e quindi già sarà troppo tardi per fare qualcosa.

La seconda opzione è iniziare a preparare un piano alternativo di fronte a ciò che sta arrivando sulla nostra strada.

Una volta che il futuro delle pensioni è chiaro, ci sono molte alternative da preparare, che si tratti di avere un piano pensionistico, riscuotere affitti, avere soldi risparmiati in banca, investire in borsa e così via.

Per riassumere, dobbiamo investire per prepararci al futuro nero che ci aspetta.

2- Investi i tuoi soldi per non perdere potere d’acquisto. L’inflazione ti deruba dei tuoi soldi ogni giorno

inflazione investire

Ci derubano ogni giorno e tutto ciò che possono, tramite tasse, commissioni o truffandoci direttamente.

In questa sezione te lo dirò cos’è l’inflazione e come impedire che ti “rubi” i soldi.

Cos’è l’inflazione?

Spiegato con un esempio semplice e chiaro, l’inflazione è il principale colpevole per mio nonno di pagare 100 pesetas per l’affitto di una casa e io devo pagare 600 € (Che sarebbero 100.000 pesetas, 1.000 volte di più!).

L’inflazione significa che le cose sono un po ‘più costose ogni anno e che, quindi, possono comprare meno cose con gli stessi soldi, Pertanto riflette l’aumento annuale dei prezzi di tutto ciò che paghiamo sotto forma di percentuale.

Cosa succede se tengo i soldi in banColchón?

Ci sono persone che considerano più sicuro tenere i soldi in casa che in banca e non si rendono conto che ogni giorno che passa il loro denaro vale meno (ha meno potere d’acquisto).

Se tieni i soldi a casa per qualche mese non succede nulla (figuriamoci ora che abbiamo un’inflazione molto bassa), però a lungo termine la perdita di potere d’acquisto è bestiale.

Dal 1991 al 2015 il CPI (il modo più efficace per misurare l’inflazione) in Spagna è aumentato del 100%, e questo non è stato un periodo con un’inflazione eccessivamente alta.

Questo implica che 25 anni fa le cose valevano la metà di quello che valgono ora.

Qualcuno che ha tenuto i soldi a casa 25 anni fa ha perso metà del proprio potere d’acquisto.

Come proteggersi dall’inflazione?

Proteggersi dall’inflazione è molto semplice.

Devi solo evitare banColchón i investi i tuoi soldi in qualche tipo di prodotto che dia un maggiore ritorno sull’inflazione, Come spesso accade con depositi bancari, reddito fisso o azioni, aumentando così il tuo potere d’acquisto con il passare del tempo anziché diminuirlo.

L’inflazione portata all’estremo. iper inflazione

Affinché possiate vedere di seguito gli effetti dell’inflazione estrema vi lascio con un estratto da Wikipedia sull’iperinflazione in Serbia negli anni 90, in cui per un po ‘i prezzi sono raddoppiati’ OGNI GIORNO !!

In questa situazione, avere i soldi investiti avrebbe potuto farti risparmiare un po ‘, ma avere i soldi a casa ogni giorno che passava sarebbe valso la metà.

La situazione è diventata molto critica nella seconda metà del 1993, quando l’inflazione è entrata in una fase di crescita esponenziale fino a segnare l’indice del 103.000.000% a fine dicembre, collocando il tasso per l’intero anno al 178.000%. Quest’anno sono state stampate 500 trilioni di banconote in dinari. A partire dalla quarta settimana del 1994, l’inflazione, fuori controllo, ha raggiunto il fantastico valore di 5.000.000.000.000.000%. In altre parole, i prezzi dei prodotti sono raddoppiati ogni giorno. La crisi del dinaro jugoslavo ha superato il famoso crollo del marco tedesco negli anni della Repubblica di Weimar, nel 1922-1923.

L’incubo inflazionistico si è concluso il 24 gennaio 1994 con il varo del nuovo dinaro jugoslavo, convertibile e adeguato al marco tedesco, nell’ambito del piano di stabilizzazione elaborato dal direttore della Banca nazionale di Jugoslavia, Dragoslav Avramovic. . Un nuovo pranzo equivaleva a circa 13 milioni di unità del vecchio pranzo, che era stato rivalutato quattro volte dal gennaio 1990, l’ultima solo pochi giorni fa, il 1 gennaio 1994. Aggiungendo le successive rivalutazioni dal nominale monetario, mera artifici per tentare di annullare l’iperinflazione, si è scoperto che un nuovo pasto del 1994 era equivalente a 1.300 quadrilioni (1,3 seguito da 26 zeri) di pranzi pre-1990.

Non so voi, ma non riesco nemmeno a immaginare come scrivere 1.300 trilioni.

Immagina di avere tutti quei soldi al tuo fianco e di non poter comprare nemmeno una Coca-Cola.

La gente doveva andare con un carrello pieno di biglietti per comprare il pane …

So che suona estremo, però è un caso reale e non molto tempo fa.

Purtroppo ci sono persone a cui non è chiaro come l’inflazione influisca su di loro, ed è inevitabile nel lungo periodo e può farci molto male finanziariamente, soprattutto se non investiamo i nostri soldi.

Se non investi i tuoi soldiNon solo non fai questo aumento, ma diminuisce di giorno in giorno ciò che puoi acquistare con esso a causa dell’inflazione.

3- È necessario investire. L’importanza di un piccolo interesse a lungo termine

interesse composto

Risparmiare denaro è la chiave per uscire dalla corsa dei topi e poter vivere senza preoccuparsi costantemente di arrivare alla fine del mese o avere qualche contingenza finanziaria, ma non è abbastanza.

Se risparmi una vita e accumuli denaro in un conto corrente, vivrai meglio di qualcuno che arriva a fine mese senza soldi, ma troverai molto difficile raggiungere l’indipendenza finanziaria e smettere di essere schiavo del denaro.

Devi mettere i soldi che risparmi per lavorare immediatamente per poter aumentare sempre di più il tuo reddito passivo, reddito guadagnato senza dover lavorare per loro.

Più reddito passivo hai, meno reddito attivo avrai bisogno, e quindi meno dovrai lavorare.

Fare soldi per te è un must e puoi vedere la sua importanza con il seguente esempio.

Esempio. Effetto degli interessi sui risparmi accumulati.

Questo esempio mostra il differenza tra accumulare risparmi mensili senza investire e investire anche a un tasso di interesse basso.

Ipotizzando un risparmio mensile di € 300 per anni e il reinvestimento degli interessi ottenuti nel caso di investimento del risparmio, si ottiene la seguente cifra.

Nella figura sopra puoi vedere una chiara differenza tra avere risparmi morti in un conto senza interessi e averli a un certo interesse.

L’interesse dell’1 e del 2% è un interesse molto basso e può essere ottenuto con i depositi, quindi è qualcosa alla portata di chiunque.

Sebbene l’1% sembri una cosa spregevole, quindi non ne vale la pena, la differenza tra avere il denaro allo 0% o averlo all’1% è molto considerevole.

A 10 anni, ad esempio, avresti € 39.600 nel caso dello 0% e € 41.641 nell’1%, a 20 anni avresti € 75.600 nel primo caso e € 83.661 nel secondo ea 40 anni avresti 147.600 € e 181.351 €.

La differenza aumenta notevolmente nel corso degli anni a causa del reinvestimento degli interessi, qualcosa noto come interesse composto.

Dopo 40 anni di lavoro risparmiando avendo investito questo denaro con un interesse di “solo” l’1% implica avere 34.000 € in più, Quasi il 23% in più.

Con quanto sia difficile risparmiare, il 23% è semplicemente oltraggioso e qualcosa che non può essere perso.

Immagina che se prendi il 7% all’anno, i risultati sono sorprendenti.

4- Metti per investire, investiremo in borsa, la migliore opzione a lungo termine

investire nel mercato azionario

Devi investire, sì, ma ci sono così tante opzioni che potresti non sapere quale scegliere.

Sono chiaro, scelgo di investire in borsa.

5- Sì sì Marc, tutto molto bello … Ma investire in borsa non convince

Tutto quello che ti sto dicendo è molto carino, ma sono consapevole che all’inizio investire i tuoi soldi è qualcosa che probabilmente ti darà rispetto e anche un po ‘di paura, ed è normale.

Ho iniziato lo stesso.

Per aiutarti nel tuo cammino Ti consiglio di dare un’occhiata ai seguenti articoli, Tra i quali includo una simulazione di come possono crescere i tuoi soldi se li investi in borsa e altro interviste a persone che hanno raggiunto l’indipendenza finanziaria, Persone che hanno smesso di lavorare grazie ai loro investimenti.

Come iniziare a investire?

Se ti iscrivi al blog, ti invierò informazioni e articoli che saranno ottimi per iniziare a investire i tuoi soldi e forse, un giorno, raggiungere l’indipendenza finanziaria e smettere di essere schiavo del denaro.

Inoltre, ti consiglio di dare un’occhiata al mio corso per imparare a investire in borsa da zero, pensato soprattutto per chi è alle prime armi.

Se l’articolo ti è piaciuto, non tagliarti, condividilo in modo che possano leggerlo di più.



Leave a Reply