Valutazione della sessione – Ismael De La Cruz

Giornata in rosso per i mercati azionari europei e misti a Wall Street. L’Ibex 35 è stato il peggiore del Vecchio Continente, in calo del -2,14%, il peggior giorno in un mese. Inoltre, ha perso quasi il -4% negli ultimi 6 giorni e nell’anno -30,35% è già caduto nel dimenticatoio, il che ci rende il peggior mercato europeo nel 2020.

Tra le lanterne rosse abbiamo le banche (Santander -1,46%, BBVA -1,23%, Caixabank -3,89%, Bankia -4,68%, Sabadell -3,89%, Bankinter -6,26% ) insieme a Cie Automotive -6,18%, amadeus -5,75% e ArcelorMittal -5,25%. Solo due titoli sono stati salvati dall’incendio, Siemens Gamesa + 0,12% e PharmaMar + 0,55%.

Nemmeno il resto delle piazze europee è sfuggito al rogo, il Dax tedesco ha ceduto -0,93%, il Cac francese -1,77%, il Mib italiano -1,53%, il FTSE britannico -1,09%, Eurostoxx50 – 1,12%.

Negli Stati Uniti, l’S & P500 è sceso del -0,30%, il Dow Jones -0,80% e il Nasdaq è salito dello 0,64%. La società che ha guidato gli aumenti dell’S & P 500 è stata F5 Networks con un + 9%, Xilinx che è cresciuta del + 8,6% dopo aver appreso che sarà acquisita da AMD per 35.000 milioni di dollari. Tiffany in crescita del + 5%, Salesforce del + 3,5%. Eli Lilly, invece, scende del -7% dopo aver pubblicato i suoi conti trimestrali.

Fondamentalmente due ragioni sono alla base di questa giornata ribassista:

  • Il forte aumento dei focolai di Covid 19 nel mondo che stanno portando i Paesi ad adottare nuovamente misure restrittive, sia il coprifuoco che le chiusure perimetrali per zone o distretti.
  • Il blocco e la paralisi dei negoziati tra Democratici e Repubblicani sull’approvazione del pacchetto di stimolo fiscale.

Vediamo alcune note e idee operative in vari mercati:

– Stambecco 35: dai massimi di giugno prevale la pressione al ribasso, così come il canale di tendenza al ribasso. Gli occhi sono puntati su 6474 punti poiché è un livello in cui il denaro entra sicuramente e può rimbalzare verso l’alto.

– Eurostoxx 50: la perdita di 3131 punti è brutta, infatti ha già soddisfatto il primo requisito di chiudere una sessione sotto, ora resta da vedere se apre la prossima sessione anche sotto. Ciò implica debolezza ribassista e rischio di ulteriori ribassi.

– Dax: proprio nel mercato tedesco è successo quello che ho appena indicato parlando dell’Eurostoxx. In questo caso, ha perso l’area di 12313 punti, ha chiuso la sessione sotto e ha aperto la sessione successiva sotto, confermando che la rottura in area non è stata una bufala. Ed è così che entrambi i requisiti o condizioni convergono a 12206 punti e indicano la pressione al ribasso, fatto che al momento è confermato con cali di quasi 200 pips.

– S & P500: è più comodo, poiché fino a quando rimarrà sopra i 3.226 punti non ci sarà alcun segno di debolezza.

Il futuro del petrolio Brent sale del + 1,8% soprattutto per 3 motivi:

  • Riprendono le perforazioni in Libia.
  • La debolezza del biglietto verde.
  • L’arrivo di una tempesta tropicale sulla costa meridionale degli Stati Uniti.

L’euro resta forte e rispetto al dollaro USA sale di poco più del + 5% nell’anno. Da parte sua, l’oro è salito del + 0,25% nel corso della giornata e del + 25% nell’anno.

Iscriviti (è gratuito) e riceverai comodamente ed en tereal me nella tua mail gli articoli che sono scritti. Clicca qui sottoscrivere

I miei servizi

Rivolto a chiunque sia interessato ai mercati finanziari, sia a chi vuole iniziare in piccolo e imparare, sia a chi investe da tempo. Tutto questo spiegato in modo semplice e divertente, con l’obiettivo che tutti lo capiscano indipendentemente dalle loro conoscenze o esperienze.

Leave a Reply