Tutto quello che c’è da sapere sull’S & P500

Tutto quello che c'è da sapere sull'S & P500

Vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’S & P500 e il significato storico dei nuovi massimi e record che continua a stabilire.

L’S&P500 e i suoi record storici

L’indice azionario più importante al mondo, l’S&P500, è tornato a segnare nuovi massimi storici. E ci vuole già, finora nel 2021, un totale di 49 nuovi massimi storici. A questo punto dell’anno (nel mese di agosto e ancora 4 mesi avanti), sarebbe vincente solo l’anno 1964, che ha avuto un totale di 52 massimi storici ad agosto.

Per darti un’idea di cosa sta facendo l’S & P500 quest’anno, di’ che il classifica degli anni con il maggior numero di massimi storici è il seguente:

  • Anno 1995 con 77.
  • 1964 con 65.
  • Anno 2017 con 62.
  • Anno 1961 con 53.
  • Anno 2014 con 53.

Tenendo conto che nel 2021 è stato per 49, abbiamo eguagliato il record dell’anno 1955 che ha anche segnato 49. I prossimi obiettivi sono lI 53 massimi raggiunti sia nel 1961 che nel 2014.

Se andiamo a le date più recentiAbbiamo che nel 2018 ha segnato 19 massimi storici, nel 2019 ha raggiunto 19 e l’anno scorso 2020 ci sono stati 33 massimi.

Per quanto riguarda la corrente mese di agostoAl momento ha 8 massimi storici, come nel 1987 e 11 nel 1929.

Se buttiamo un rapido sguardo alla storia, nello specifico gli ultimi 92 anni (cioè dal famoso anno 1929) osserviamo che in 50 di quei 92 anni non è stato raggiunto alcun record, il periodo peggiore è stato quello dal 1930 al 1953 (23 anni in cui l’S&P500 ha fatto mai una volta stabilito i massimi storici), e il secondo peggior periodo è stato dal 2001 al 2012 (11 anni senza alcun record).

Siamo quindi a 49 massimi storici nel 2021 (a fine 16 agosto), quindi abbiamo poco più di 4 mesi davanti a noi. continuare a fare la storia.

Certo, non stupisce che in questo modo l’S&P500 abbia impiegato solo 17 mesi per raddoppiare il suo prezzo di quotazione, rompendo un traguardo perché dalla seconda guerra mondiale non ha mai avuto bisogno di così poco tempo.

Importante da sapere cosa fa il mercato dopo aver toccato i massimi storici. C’è molto da dire al riguardo, ma in questo articolo mi riferirò solo a quanto segue:

1 mese Dopo aver segnato un massimo storico, il rendimento medio è + 0,2%.

3 mesi Dopo aver segnato un massimo storico, il rendimento medio è + 1,5%.

6 mesi Dopo aver segnato un massimo storico, il rendimento medio è + 4%.

12 mesi Dopo aver segnato un massimo storico, il rendimento medio è + 8,3%.

Ti ricordo che in prismabursatil.com “Il netflix finanziario”, sto caricando video corsi per imparare a investire in borsa e fare trading. E uno di questi è come negoziare future su indici azionari. Tutto questo partendo da zero, in modo semplice attraverso brevi video in modo che il tempo non sia un problema e tu possa imparare al tuo ritmo, dove e quando vuoi.

Tutto quello che c’è da sapere sull’S & P500

Si può dire che l'”origine” dell’S&P500 sia stata nel 1923, 98 anni fa, momento in cui l’azienda Standard poveri ha creato un indice composto da 233 società. Tuttavia, la vera nascita dell’S&P500 risale al 4 marzo 1957.

Finora nel 2021 ha una redditività di + 21,05%, negli ultimi 5 anni sale + 105,13% e dalla sua creazione niente di più e niente di meno che a + 3,366%. Prendendo il periodo 1928-2016 abbiamo che il il rendimento medio annuo è +11,50%, superiore al rendimento del Buono del Tesoro USA a 10 anni che è +5,20%. A proposito, non dimenticare il rapporto dell’obbligazione con le azioni e la Borsa.

E ora un altro fatto interessante. prendiamo il periodo 1950-2019.

I giorni cos’altro sale l’S & P500 sono:

  • 28 ottobre + 0,54%
  • 26 dicembre + 0,50%
  • 24 novembre + 0,45%

I giorni che cadono di più l’S & P500 sono:

  • 19 ottobre -0,51%
  • 19 novembre -0,38%
  • 29 settembre -0,33%

Aggiungi che i giorni migliori indipendentemente dal mese sono 1, 2, 3, 16, 18. E i peggiori sono 7, 8, 9, 19, 20.

Le società che compongono l’S & P500 assumono intorno al 81-82% della capitalizzazione di mercato del mercato azionario statunitense È composto da 500 grandi società ed è ponderato in base alla capitalizzazione di mercato di ciascuna di esse.

Dovresti scambiare e scambiare l’S & P500?

Sì, senza dubbio. L’investitore che vuole negoziare indici azionari utilizzando futures, CFD, opzioni, ha uno dei suoi migliori alleati in questo mercato, tra gli altri motivi da quanto segue:

– In questo indice sono rappresentati un buon numero di settori con ciò che è molto diversificato e mostra fedelmente lo stato di salute dell’economia del Paese.

– Il volatilità è molto accettabile, Non è uno dei mercati che può volare o scendere di una grande quantità, ma mantiene un movimento, come ho detto, accettabile per l’investitore.

– Il S&P È un mercato molto liquido, ha un grande liquiditàDi conseguenza, gli investitori “trovano” abbastanza acquirenti e venditori per poter aprire o chiudere rapidamente le posizioni.

A proposito, un altro dei corsi che ho caricato è di i migliori broker per operare in ogni mercato.

Bene, questo è tutto ciò che c’è da sapere sull’S & P500. E non dimenticare di averne uno buona gestione del rischio e sapere come calcolare e posizionare gli stop loss, elementi essenziali per poter avere successo nel trading.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply