Telelavoro da casa. 3 consigli essenziali

In questo articolo ti parlerò di telelavoro da casa e condividerò con voi 3 consigli fondamentali.

(Questo articolo è un guest post, cioè NON è un articolo scritto da me né riflette la mia esperienza -Vedi la biografia dell’autore alla fine del post-)

Quando pensiamo al telelavoro per la maggior parte del tempo, pensiamo Lavoro da casa. Dato che ci hanno dato la possibilità di non dover andare in ufficio per lavorare, di non dover muoverci, farlo da casa è l’ideale.

Pensa solo al tempo che risparmierai ogni giorno in viaggio. Sembra l’ideale, vero? ma se hai già provato il file telelavoro da casa, potresti aver notato che non è così semplice come sembra. Compaiono alcuni ostacoli e difficoltà.

Lo so per esperienza, perché lavoro da casa (e da altri luoghi) da più di 8 anni.

Ricordo il primo giorno in cui ho telelavorato. È stata una giornata sporadica in cui il mio capo mi ha permesso di restare a casa a scrivere un report per il quale avevo bisogno della massima concentrazione.

Nonostante il mio entusiasmo per questa nuova avventura di telelavoro da casaDevo dire che non è stata un’esperienza molto fruttuosa. Ho incontrato molte distrazioni, anche più che in ufficio; una schiacciante flessibilità degli orari, alla quale non era abituata; e, sebbene sia riuscito a fare un buon report, mi è costato molte ore e ha superato molte barriere (principalmente interne).

Era il 2007. Da allora ho avuto l’opportunità di telelavoro per varie aziende, da solo, da casa, dai coworking, dai bar, dagli aerei, autobus e treni, dalla spiaggia e dalle montagne, da diversi fusi orari … Sono stato in grado di generare il mio reddito, passivo e non passivo, in modi diversi.

3 consigli per il telelavoro da casa

Il telelavoro non è semplice come portare a casa il laptop e mettersi al lavoro.

Richiede molti più aggiustamenti e adattamenti. È un cambiamento a cui dobbiamo prestare attenzione. Questi sono 3 suggerimenti chiave per adattarsi meglio al telelavoro da casa. Ci sono 3 suggerimenti che sono raccolti anche nel libro 33 Tips for TELEWORKING.

# 1 Preparati per iniziare a lavorare

Potresti averlo sentito per Lavoro da casa è meglio togliersi il pigiama. È uno dei suggerimenti per il telelavoro più popolari. Ti svelo un segreto: lavoro in pigiama ea volte dal letto.

Ma c’è un buon motivo e motivo dietro il consiglio di rimuovere il pigiama.

Quando lavoravi in ​​ufficio, avevi pochi minuti per andare in ufficio, il che ti ha permesso di passare dalla vita domestica / personale a quella lavorativa / professionale. Quello spazio di tempo e il cambiamento di luogo sono serviti da transizione. Mentre andavi al lavoro, sei passato dal pensare a cose a casa a pensare a questioni di lavoro. Ora che fai il telelavoro da casa, quella transizione naturale è andata persa ed è difficile da individuare. Sei a casa, ma sei anche al lavoro.

Devi dare al tuo cervello un segnale di transizione, qualcosa che gli consenta di identificare che ora sei in modalità lavoro, non in modalità casa.

Soprattutto all’inizio è importante dedicare qualche minuto e stabilire una routine / rituale che serva da transizione. Ad esempio, togliersi il pigiama e indossare abiti civili serve come passaggio per attivare la modalità di lavoro. Ma può essere utile anche per cambiare stanza, bere un caffè al lavoro, ascoltare la playlist con la musica che abbiamo scelto appositamente per lavorare … Tutto ciò che ripeti più giorni di seguito per stabilire l’associazione tra quell’azione e “è ora di lavoro ”andrà bene.

# 2 Trova il tuo posto

Quando sei arrivato in ufficio ti hanno dato un tavolo e una sedia e ti hanno detto: “questo è il tuo posto”.

Adesso cosa telelavoro da casa sta a te trovare un posto dove lavorare.

Hai la libertà di decidere e anche la mobilità e la flessibilità per farlo dove vuoi. Infatti non devi limitarti a lavorare da casa, puoi andare in mensa o in un coworking. Inoltre, non devi sederti sulla stessa sedia e sullo stesso tavolo tutto il giorno. Qualsiasi stanza della casa può essere un buon posto in cui lavorare. Sì, anche il bagno 😉.

Cambiare il tuo posto di lavoro durante il giorno ti consente di cambiare la tua posizione. La tua salute e la tua schiena ti ringrazieranno.

Se non sei una di quelle persone a cui piace cambiare posto e preferisci un posto unico, scegli il migliore e ridecoralo a tuo piacimento.

Con questo non intendo dire che passi ore a cercare i migliori mobili e accessori nel catalogo Ikea. È molto più semplice di così. Fallo tuo a poco a poco. Forse preferisci il tavolo che sta di fronte al muro vicino alla finestra, forse i libri che c’erano sopra ti danno fastidio … Tieni tutto quello che ti serve a portata di mano, così non devi alzarti per cercare le cose e farti distrarre.

Andiamo un po ‘oltre. Oltre all’ambiente esterno a noi, c’è il nostro ambiente interno. Come stai oggi? Hai dubbi? Qual è il tuo livello di energia? Controlla il tuo stato interno prima di iniziare il lavoro. Chiamiamolo il tuo ambiente interiore, che è così importante per ciò di cui hai bisogno della conoscenza di te stesso, perché con questo dovrai anche vivere regolarmente e influenza anche più dell’ambiente esterno.

Riuscite a immaginare di iniziare a lavorare in una stanza dove tutto è sottosopra, carte dappertutto, sul tavolo, sul pavimento, anche gli avanzi di cibo del giorno prima? Se il disturbo, invece di essere fuori, è nella tua mente sarà ancora più difficile mettersi al lavoro.

Basta fare una scansione di come stai. Riconoscere come ti senti ti aiuterà a capire come si svilupperà la tua giornata lavorativa.

Se le preoccupazioni ti corrono per la testa, ammettere che ci sono ti aiuterà a metterle da parte per qualche istante mentre lavori e fai altre cose. Lo so, più facile a dirsi che a farsi. Riconoscere che ci sono è il primo passo.

# 3 Prenditi cura dei tuoi bisogni sociali

Il telelavoro è senza dubbio più solitario che lavorare in ufficio. Non sei più circondato da compagni. Parlerai con loro per telefono o e-mail. Ma non è come avere il tuo amico di fronte a te, il simpaticone, che sputa la battuta facile quando ha la minima possibilità. Ti manca vero?

È normale che, dopo una giornata da solo nella tua stanza di lavoro, senza vedere nessuno se non nella tua ombra e senza parlare se non tramite e-mail, ti senti solo.

Avrai un folle desiderio di vedere persone, incontrare i tuoi amici, trascorrere del tempo con la tua famiglia … qualsiasi cosa per vedere un essere umano. È naturale, soprattutto all’inizio. È normale che le persone che lavorano da sole sentano quel bisogno urgente di socializzare.

Con il tempo ti abituerai a questo nuovo modo di lavorare, senza che il tuo amico, il simpaticone, rallegri la giornata.

Scoprirai che ci sono anche molti vantaggi nel lavorare “da solo”: puoi concentrarti di più perché molte interruzioni vengono eliminate. Ora che non hai le battute del tuo partner ti mancano, ma non ricordi quei momenti in cui tanta grazia ti ha avuto fino a quando …?

Mentre ti ci abitui, prenditi cura dei tuoi bisogni sociali.

Qualsiasi interazione con un essere umano (a volte anche non umano: gatti, cani e altri animali domestici) conta. Esci per strada, diciamo Ciao a un vicino, per ringraziare il cassiere del supermercato… Può sembrare una cosa da poco, ma ogni relazione, per quanto piccola, aiuta a placare quel bisogno di interazione sociale. Chiama un amico o un familiare. Incontra qualcuno per un caffè a metà mattinata. Fai progetti dopo il lavoro. Vai alle sessioni di networking … Qualunque cosa pensi sia la migliore …

Comprendi te stesso e chiediti: sono solo? Ponetevi questa domanda ogni giorno.

Alcune persone che iniziano il telelavoro non si rendono conto della solitudine che provano finché non è dentro di loro.

Se, dopotutto, lavorare da soli non fa per te, potresti considerare di lavorare in un coworking. Lì circondato da più persone sentirai la compagnia di chi ti lavora intorno. Alcuni organizzano anche attività sociali per i membri, durante e dopo l’orario di lavoro, permettendoti di soddisfare le tue esigenze di socializzazione.

Spero che questi 3 suggerimenti ti siano d’aiuto telelavoro da casa semplificarti la vita e sfruttarne tutti i vantaggi, che sono tanti. Puoi continuare a leggere altri suggerimenti sul telelavoro nel libro 33 Tips for TELEWORKING.

Carmen Corral È autrice di 33 Tips for TELEWORKING. Telelavoro da più di 8 anni, per aziende e anche da solo. Dopo più di 10 anni di lavoro nell’area delle risorse umane e sviluppo del personale, chiusa in un ufficio dalle 9 alle 5, dal lunedì al venerdì, ha deciso di cercare flessibilità nel tempo e nella geografia. Attualmente lavora a distanza, viaggiando per il mondo.

Potresti anche essere interessato

Le due schede seguenti modificano il contenuto di seguito.

Scrittore, formatore e imprenditore. Di cui parlo libertà finanziaria, reddito passivo, prodotti informativi, crescita personale, talento e conoscenza. Mi piacerebbe aiutarti ad arrivare a quel posto in cui sei veramente te stesso e puoi generare ricchezza. Il mio motto: siamo creatori, siamo liberi. Pure: libertà personale + libertà finanziaria = libertà totale. (Se non vuoi perderti nulla, ti invito a far parte della community qui).

Leave a Reply