Strategie di trading che utilizzano resistori

Foto del mercato in calo dopo aver raggiunto la resistenza

Vedremo strategie di trading che utilizzano resistenze e tutto ciò che c’è da sapere: cosa sono, classi, ritorno al passato, volume, inversione, tecniche di trading.

Le strategie di trading che utilizzano resistori sono uno degli argomenti più richiesti dagli investitori insieme a strategie che utilizzano supporti.

Ma prima di entrare nell’intero argomento, lascia che te lo dica in prismabursatil.com “Il netflix finanziario”, sto caricando tanti video corsi per imparare ad investire in borsa e fare trading. E uno di questi è come operare utilizzando resistori. Tutto questo partendo da zero, in modo semplice e divertente attraverso brevi video in modo che il tempo non sia un problema per te e tu possa imparare al tuo ritmo, dove e quando vuoi.

Iniziamo.

Cos’è una resistenza?

È un livello di prezzo in cui l’interesse degli acquirenti è inferiore all’interesse dei venditori, quindi viene imposta una pressione di vendita, e con ciò la principale conseguenza che abbiamo è la calo dei prezzi quando tocca la resistenza.

Cosa si può fare in una resistenza?

In una resistenza puoi:

  • Chiudi l’acquisto che avevamo. Pertanto, la resistenza funge da obiettivo di chiusura per l’acquisto.
  • Aprire posizioni corte (posizioni ribassiste per approfittare del presunto crollo del mercato). Pertanto funge da area di ingresso al mercato.

Quando si raggiunge una resistenza si produce un cambio di tendenza?

Va chiarito che il fatto che il prezzo raggiunga una resistenza e inizi a scendere non deve significare un’inversione di tendenza o un cambiamento di tendenza. In alcuni casi sarà così, ma in altri sarà un rimbalzo al ribasso di qualunque intensità, ma senza ipotizzare un cambiamento nella direzione principale del mercato (al rialzo). E se stiamo parlando di un rimbalzo al ribasso (senza un cambio di tendenza da rialzista a ribassista) non deve essere un piccolo rimbalzo, tutt’altro.

Così che, la funzione della resistenza è offrirci un possibile punto di chiusura dell’acquisto che abbiamo avuto o un possibile punto di ingresso ribassista nel mercato.

Vediamo un semplice esempio di resistenza nel grafico seguente. Puoi vedere come il prezzo ha creato un livello di resistenza in cui ha smesso di salire e ha iniziato a scendere. In questa resistenza viene tracciata la sua linea orizzontale corrispondente per essere attenti la prossima volta che arriva il prezzo. E infatti, quando è tornato ha colpito la resistenza e ha iniziato a rimbalzare più in basso. In questo esempio abbiamo un livello di resistenza che ha agito come un’inversione di tendenza o un’inversione di tendenza.

Un grafico con un esempio di resistenza

Nel seguente esempio abbiamo l’altra opzione, un livello di resistenza che è stato creato quando i rialzi si sono fermati e il prezzo è sceso. Abbiamo tracciato la linea orizzontale e quando il prezzo ha poi colpito di nuovo la resistenza, è rimbalzato verso il basso, ma non c’è stato un cambiamento di tendenza, ma un rimbalzo ribassista.

un altro grafico con un semplice esempio di resistenza

Molti tipi di resistori esistere?

esistere due tipi di resistori A seconda di una serie di esigenze, e in base alla tipologia, conosceremo la forza o il grado di affidabilità che può fornirci nell’analisi tecnica. Abbiamo resistori forti e resistori deboli.

Il quale è un solida resistenza:

È preceduto da un notevole aumento del prezzo e subito dopo rimbalza anche di una quantità considerevole. Per capirci, abbiamo un momentum al rialzo di una certa entità e poi un momentum al ribasso di una certa entità. Bene, il punto in cui finisce lo slancio rialzista e inizia lo slancio ribassista è una solida resistenza.

grafico con un esempio di forte resistenza

Possiamo vedere un esempio nel grafico. Abbiamo un’ascesa di una certa entità e un rimbalzo verso il basso di una certa entità, tracciamo una linea orizzontale e un quadrato nel punto in cui entrambe le questioni convergono. Successivamente il prezzo torna in resistenza, tocca la linea orizzontale e abbiamo un bel rimbalzo.

Il quale è un debole resistenza:

È uno che è preceduto da un aumento del prezzo e poi rimbalza verso il basso ma non di molto. Il punto in cui finisce lo slancio rialzista e inizia lo slancio ribassista è una resistenza debole.

Nel grafico seguente abbiamo un chiaro esempio. Uno slancio verso l’alto che è di una certa entità ma un rimbalzo post-ribasso che non è di una certa entità. Pertanto, dove convergono la fine dell’ascesa e l’inizio della caduta c’è la debole resistenza, che tra l’altro ha funzionato abbastanza bene.

Grafico con una resistenza debole

vi lascio una serie di linee guida importantis per quanto riguarda le strategie di trading utilizzando i supporti:

* Una forte resistenza ha più possibilità di funzionare di una debole resistenza.

* Uno deve operare sempre su resistenze fortiChiudendo l’acquisto o aprendo una posizione corta (una posizione ribassista).

Come utilizzare correttamente i resistori

Ecco alcune idee per utilizzare correttamente i resistori:

Toccato: Una resistenza è data per scontata quando il prezzo rimane molto vicino ad essa e poi rimbalza al ribasso.

Tecnica della prima occasione: È una tecnica per investitori intraday, cioè un’operazione che si basa sull’apertura e la chiusura di un’operazione nello stesso giorno). Consiste nel fatto che la prima volta nel giorno in cui arriva il prezzo, di solito rimbalza. Questo non significa che le occasioni successive non lo facciano, ma che è la prima volta nella giornata che solitamente ha la massima affidabilità.

– Ritorno al passato: Una resistenza, quando finalmente viene superata, implica sostanzialmente un segnale di forza rialzista di quel mercato in questione e con esso un aumento della probabilità di assistere a ulteriori rialzi.

Cos’è un ritorno al passato?

Quando il prezzo sale al di sopra di una resistenza, si apre la possibilità di un ritorno al passato, cioè a riposo movimento e ossigenazione che il prezzo si comporta dopo aver superato la resistenza, in modo che dopo aver superato la resistenza, vi ritorni. Quindi, una volta che il prezzo sale al di sopra della resistenza, continua a salire fino a quando improvvisamente inizia a scendere fino a raggiungere la resistenza che aveva superato. Una volta che tocca la vecchia resistenza ricomincia a salire, rompendo anche i massimi precedenti da cui era rimbalzato.

Il ritorno al passato presenta vantaggi per l’investitore:

* Conferma la forza rialzista del mercato e le accresciute possibilità che continui a crescere.

* Consente l’opzione di sfruttare tale forza acquisto.

Grafico con esempio di resistenza e ritorno al passato

Nel grafico puoi vedere l’esempio di ritorno al passato.

Reversione: Quando una resistenza viene superata al rialzo, quel livello diventa supporto per la prossima volta che il prezzo scende e lo tocca.

Volume: Devi sempre essere molto chiaro che il volume si muove con il trend, in modo che il volume aumenti se il prezzo sale e viceversa, il volume diminuisce se scende anche il prezzo. Pertanto, il volume deve aumentare nei movimenti rialzisti. Ma se il volume diminuisce in un trend rialzista, dobbiamo stare attenti, poiché abbiamo il rischio che un cambiamento di tendenza possa verificarsi in qualsiasi momento.

Bene, finora tutto quello che volevo spiegare sulle strategie di trading usando i resistori. Spero che ti sarà utile nella tua operazione.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente i post che vengono caricati sul blog nella tua posta. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply