Risultati BME nel terzo trimestre del 2010 risultati aziendali

clienti abituali

Tutti i dati sono confrontati con i primi 9 mesi del 2009, salvo diversa indicazione.

L’utile netto è stato di 116,6 milioni di euro, equivalente a un utile per azione (EPS) di 1.40 euro (+ 0,3%).

Escludendo i risultati straordinari (dichiarazioni dei redditi di 17.766 milioni di euro nel 2009 e 7.479 milioni di euro nel 2010) l’EPS ordinario è cresciuto del 9%, i ricavi del 5,8% e l’EBITDA del 9,4%.

Questo trimestre è stato un po ‘peggiore del precedente in termini di sviluppi economici.

il reddito sono stati 244,74 milioni di euro (+ 2,2%) E il costi operativi di 77,66 milioni di euro (-2,5%). Con questo il rapporto di efficienza migliora fino a 31,7% da 33.3% 1 anno fa. È ancora ben al di sotto della media del settore.

I ricavi che non dipendono dai volumi contrattuali coprono il 104% dei costi BME.

il EBITDA era di 167,09 milioni di euro (+ 4,6%). Il margine EBITDA / Vendite è salito al 68,3% (167,09 / 244,74).

risultati per unità di attività commerciale:

  • Equità: I ricavi sono stati di 104,03 milioni di euro (+ 12,5%), i costi operativi 24,02 milioni di euro (-5,8%) e l’EBITDA di 80,01 milioni di euro (+19, 5%). La liquidità negoziata è aumentata del 16,4% e il numero di transazioni è aumentato del 25,7%. Gli ETF sono cresciuti molto bene (+ 44,2% nel trading e + 116% in contanti) e i warrant hanno registrato performance peggiori rispetto ai primi 9 mesi del 2009, con cali intorno all’11%.
  • Compensazione e liquidazione: I ricavi sono stati di 55,43 milioni di euro (+ 11,5%), i costi operativi sono stati di 10 milioni di euro (-8,3%) e l’EBITDA è stato di 45,43 milioni di euro (+ 17%). Il numero di operazioni liquidate è aumentato del 17,6% e la quantità di liquidità nelle operazioni liquidate è diminuita del 5,1%.
  • elenco: I ricavi sono stati pari a 16,54 milioni di euro (-16,6%), i costi operativi a 7,43 milioni di euro (-5%) e l’EBITDA a 9,11 milioni di euro (-24,1%). Il calo dei risultati è causato da minori emissioni di reddito fisso. Nel secondo trimestre Amadeus ha iniziato a fare trading sul mercato continuo e Business & Lifestyle e Bodaclick sul MAB. Nel terzo trimestre sono stati rilasciati MAB Neuron Biopharma e AB-BIOTICS. Nel quarto trimestre, l’agenzia pubblicitaria Nostrum (che sarà la nona società ad entrare in questo mercato) ed ENEL Green Power inizieranno a fare trading sul MAB nel mercato continuo. Il 4,6% in più di emissioni di warrant sono state ammesse alle negoziazioni. Sono stati ammessi alla negoziazione anche 11 nuovi ETF, quindi ce ne sono già 43 quotati. Le emissioni a reddito fisso ammesse alla negoziazione sono diminuite del 45,2%. Gli scarsi risultati sono dovuti al calo degli ingressi a reddito fisso, che ha un volume molto maggiore rispetto agli altri prodotti citati.
  • informazione: I ricavi sono stati di 23,29 milioni di euro (-6,6%), i costi operativi sono stati di 4,66 milioni di euro (-8,9%) e l’EBITDA è stato di 18,63 milioni di euro (-6%). Il numero di abbonati ai dati è diminuito del 4,7% nell’ultimo anno.
  • derivati: I ricavi sono stati di 19,6 milioni di euro (-0,1%), i costi operativi sono stati di 8,07 milioni di euro (-10,4%) e l’EBITDA è stato di 11,53 milioni di euro (+8,8%). Il numero di transazioni è aumentato del 19,6%, ma il numero di contratti negoziati è diminuito del 32,4%. Le opzioni su azioni e i futures su indici sono aumentati e i futures su azioni e le opzioni su indici sono diminuiti. Recentemente sono state apportate numerose modifiche normative che consentiranno a BME di lanciare nuovi prodotti.
  • Reddito fisso: I ricavi sono stati di 5,7 milioni di euro (+ 17,5%), i costi operativi sono stati di 1,99 milioni di euro (-8,6%) e l’EBITDA è stato di 3,71 milioni di euro (+ 38,8%). Il debito pubblico è aumentato e il debito privato è diminuito. Prosegue il processo di lancio della piattaforma contrattuale rivolta agli investitori privati ​​(SEND).
  • Tecnologie dell’informazione e consulenza: I ricavi sono stati di 10,16 milioni di euro (-15,9%), i costi operativi sono stati di 7,75 milioni di euro (+ 1,3%) e l’EBITDA è stato di 2,41 milioni di euro (-45,5%).

Il ROE sale a 34,1% da 33% 1 anno fa. Sia il ROE che il rapporto di efficienza sono molto migliori della media del settore.

BME ha una liquidità di 4.12 euro per azione.

Il valore contabile della quota rimane pari a 5.48 euro.

BME ha rinnovato l’attuale piattaforma di approvvigionamento (SIBE) per conferirle maggiore flessibilità e capacità di crescita, unificando l’approvvigionamento di azioni, ETF, warrant e altri prodotti. In linea di principio, l’inaugurazione di questa nuova piattaforma è prevista per il quarto trimestre del 2011.

Il primo dividendo in acconto è stato di 0,40 euro, lo stesso del 2009. Il secondo verrà messo in pagamento il 22 dicembre 2010, anche se l’ammontare non è stato ancora deciso.

Nota: Se stai cercando l’analisi dei risultati di un altro trimestre di questa stessa azienda, o di altre società, che trovi nella sezione di analisi dei risultati aziendali

Controlla qui quali società hanno investitori nei loro portafogli nelle statistiche di investireoggi.info

Nota: Ricorda che puoi porre qualsiasi domanda sul contenuto di questo articolo nei commenti qui sotto e io risponderò il prima possibile. Puoi anche vedere le domande già risolte sollevate da altri utenti. E per qualsiasi domanda su altri argomenti puoi utilizzare il Forum per gli investimenti, e avrai anche una risposta il prima possibile.

Nota: Ricorda che puoi porre qualsiasi domanda sul contenuto di questo articolo nei commenti qui sotto e io risponderò il prima possibile. Puoi anche vedere le domande già risolte sollevate da altri utenti. E per qualsiasi domanda su altri argomenti puoi utilizzare il Forum per gli investimenti, e avrai anche una risposta il prima possibile.

Leave a Reply