Risparmio 100000: compra casa in contanti o mutuo?

Pubblicato originariamente da Hanno investito nel mercato azionario

vedi messaggio

Ciao,

Pau, tieni presente che parlo sempre di rendimenti lordi. Penso che sia il migliore, perché le tasse sono diverse da un caso all’altro.

In questo caso, ad esempio, una persona che non lavorava e aveva questi 100.000 euro non pagherebbe l’imposta sul reddito delle persone fisiche per riscuotere questi 5.000 euro di dividendi all’anno. Altri pagherebbero il 19%, altri il 19% per i nomi da una parte, altri il 23% e così via.

Ecco perché è meglio parlare sempre di redditività prima delle tasse.

.

Questo è molto interessante e scusa se sporco il filo.

Vediamo se ho capito, se l’unica fonte di reddito di qualcuno sono i dividendi, allora i primi 5.000 euro saranno esenti dal pagamento delle tasse?

Immagino che l’eccesso di doppia ritenzione per le società estere rimanga irrecuperabile nonostante ciò.

E presumo anche che il venditore praticherà la consueta ritenuta fiscale sul reddito personale e poi nella dichiarazione dei redditi recupererà quella ritenuta per intero, giusto?

Se è così, resta ancora un lungo anno senza quei soldi.

O forse il venditore può essere istruito a non impegnarsi in alcun tipo di ritenuta alla fonte perché in queste circostanze saremo esenti.

Non ne ho idea e l’argomento è molto interessante.

Mi piace sempre guardare gli importi netti al netto delle tasse perché non riesco a immaginare di poter smettere di pagare le tasse mai, penso che sia una maledizione inseguirmi a morte e quasi tutti ne sono colpiti.perché non mi consola nel minimo.

È che se è così, allora l’ambito IF è un po ‘più vicino, e nel mio caso sembra così lontano, a meno che non impazzisca e vada a vivere in uno di questi passi dove con 600 euro al ma sei già considerato classe superiore, che mi tenta sempre di più date le mie circostanze.

Forse è spiegato in un altro thread, non so, se è così che sposto il commento o lo elimino se è ridondante.

Grazie.

Leave a Reply