Repsol: analisi fondamentale e tecnica (PR LP = 1% -2%)

Pubblicato originariamente da Josebilbao

vedi Messaggio

In questi pochi anni mi sono reso conto che non tutti possono sbagliarsi per così tanto tempo. Nessuno lascerebbe che una grande azienda solvibile contribuisca a quasi il 20% dell’RPD

Non capisco molto bene questa parte.
Vediamo se chiarisco: un’azienda ha una capacità x di generare profitti. Di questi benefici, una percentuale (il pay-out) viene distribuita tra gli azionisti.

Il prezzo di un’azienda non dipende direttamente da questi profitti generati, ma il aspettative che gli investitori hanno. Se un investitore arriva e decide di vendere 1 milione di azioni Repsol a 1 ct € xq, non vede alcun futuro e gli utili generati / distribuiti non sono cambiati, si raggiunge un RPD del 10000% nel range di dividendi corrente (1 € per azione ).

Ed è vero che è meno probabile che molte persone sbagliano allo stesso tempo (diciamo, nello stato iniziale, allora l’inerzia della “fuga precipitosa / panico” finisce per trascinare gli altri), ma questo RPD del 10000% lo farà non all’azienda meno sostenibile o redditizia (ipotizzando profitti costanti e mantenendo un pay-out non troppo alto)

Portafoglio: ACS, AENA, ANA, ENG, ENDESA, IBE, NTGY, REP, REE, ITX, TEF, MAP, MRL, ZOT, LOG, EBRE, VIS, SCYR, CCEP, BBVA, SAN, BKIA, BKT, A3M, MEDIASET, ENCE, MÁSmóvil (DEP OPA 09/2020)

Passaggio successivo -> USA, UK, NL. Aristocratici di Dividend, eccomi qui!

Inizio del portafoglio: 03.11.2019
Svalutazione Mx: 2020.03.12, -27.19%
Miglior acquisto di sempre: ACS@13.81 2020.03.23, IBE@8.15 2020.03.16

Padrino di Selfbank: domanda, ctame il parlamentare. Bonus per 2 – https://www.selfbank.es/plan-amigo

Leave a Reply