Reddito di base universale – Forum investireoggi.info

Pubblicato originariamente da orenga

vedi Messaggio

Questo è un forum sul mercato azionario e su questo argomento penso che in generale sia necessario andare sul pratico.

È solo che se parliamo di moralità … l’ipocrisia umana sorge immediatamente. Un esempio:

Ricordo lo scontro tra i gruppi etnici tutsi e hutu in Ruanda verso la fine del secolo scorso. Mai prima d’ora così tante persone erano state uccise così velocemente in così poco tempo (nemmeno durante il famoso Olocausto), tutti i giorni passavano i notiziari e la stampa generale e ….. ci importava? …… d’altra parte, un amico di 51 anni di un vicino che abbiamo appena incontrato muore e ha convinto che sembra che siamo ai ui ai! …. Ufff, è vicino!.

Quindi vediamo che l’importanza data è solo una questione di vicinanza a ciascuno.

Sono sicuro che se ci ritroviamo in una morte sventrata quando giriamo l’angolo in mezzo alla strada, restiamo sorpresi e non poco, e sappiamo che ogni giorno molte persone muoiono nel mondo per vari motivi.

Ciao

Va bene. Se dovessimo “praticare” saremmo chiamati capitalisti selvaggi.

Per adottare misure che si consolidano, devono essere non solo funzionali, ma anche avere un alto grado di legittimità, a mio avviso.

Oltre a questo, il problema di cui hai discusso è già coperto. Questi aiuti e questi redditi condizionati esistono già nel sistema attuale. Quindi l’RBU non può riparare qualcosa che è stato risolto.

Personalmente, se ci deve essere aiuto, sarebbe molto semplificare essere un generale per tutti e universale, piuttosto che condizionato. In un certo senso può essere una buona misura di uno stato “socialdemocratico liberale”. L’efficienza dello Stato potrebbe migliorare e il clientelismo potrebbe essere ridotto. Ma:
1.- Qualcuno deve fare i numeri.
2.- C’è un rischio significativo di cambiare gli incentivi della società e che invece di un circolo virtuoso generi 1 vizio. Prima di fare qualcosa del genere, dovresti fare molto, molti test precedenti ed essere molto fiducioso.
3.- Se ci fossero RBO per sostituire l’attuale aiuto condizionale, 1 politico perderebbe una grande influenza sulla popolazione. Quindi, in realtà, dubito che vogliano fare qualcosa. A causa dei suoi incentivi, credo che l’attuale rete di aiuti che dà origine al clientelismo non verrebbe rimossa, ma rimarrebbe e sarebbe anche l’RBU. Pertanto, c’è un’alta probabilità che il sistema peggiori, non migliori.
4.- Ho molti dubbi che un RBO non genererà ingiustizie, nel senso che un pensionato dovrà avere meno soldi di quanti ne ha bisogno per vivere perché ora la distribuzione è di 47 milioni di persone. Se dai 500 euro a chi non ne ha bisogno, e altri cinquecento a uno con una malattia cronica permanente, mi sembra che non sia più efficace che dare 1000 euro a chi ne ha davvero bisogno (malattia cronica, invalidità X%, ecc.).

E a causa del punto 4 e del punto 3, insieme alle poche prove reali (punto 2), perché vedo che se qualcosa del genere fosse implementato oggi, sarebbe meglio per il populismo e il peggioramento della società piuttosto che migliorarla.

In pochi anni o decenni, secondo le prove sono stati fatti, e se il politico è davvero in grado di cedere parte dell’influenza che ha sulla popolazione, e se il punto 4 è chiarito molto bene, può darsi che qualcosa si presenti ed essere vantaggioso.

Ma per ora, se implementato (cosa che non si farà), è populista e rischioso, più negativo che positivo, dal mio punto di vista.

Leave a Reply