Re-presentndome: un mare di dubbi

Pubblicato originariamente da Luiggioft

vedi Messaggio

Beh, come puoi vedere, non ho idea … Dei libri che ho letto (principalmente di Gregorio) non ho trovato da nessuna parte che dicesse che i dividendi avrebbero “assottigliato” il valore delle azioni. Ho capito che il dividendo è una parte dei profitti che ti vengono dati dalla società di cui possiedi azioni. Capisco che dare agli azionisti una parte di questi profitti fa parte della filosofia di molte aziende, e credo anche che sia chiaro che se questi profitti vengono reinvestiti in più azioni non contano quando si tratta di tassazione. Questo vuol dire allora che se un’azione non cambia mai di prezzo (basiamoci 1 euro), e paga 0,05 euro di dividendi ogni anno, tra 20 anni l’azione varrà 0? E chi dovrà pagare anche un totale di 0,19 euro complessivi per tutti i dividendi incassati in questi 20 anni? Questo significa che in 20 anni non ho azioni e che per di più ho pagato 0,19 euro al tesoro? Se è così, non vedo dove sia l’attività …

Io spiego:

Un’azienda è un’entità che guadagna e dopo aver pagato tutte le sue spese (per semplificare) con ciò che resta può:

  • Tienilo nella scatola, per qualunque cosa possa accadere
  • Investire in nuovi affari per crescere
  • Riacquistare azioni (e poi eliminarle) come forma di compenso per l’azionista (che non vende per possedere una parte leggermente più grande della società)
  • pagare dividendi

Quando la società paga i dividendi, i soldi escono dagli schemi, quindi la società vale meno. Questo è ciò che di solito viene chiamato “sconto sul dividendo”, e il giorno in cui ciò accade (il giorno ex dividendo) ogni azione varrà quanto il dividendo pagato.

Se Telefnica vale 4 € e paga 0,2 €, nel giorno in cui viene dichiarata valida, all’inizio della giornata, proprio all’apertura del mercato, 3,8 €. Quindi l’azione, come sempre, fluttua. Questa è un’automazione del mercato. Il giorno in cui ti pagheranno il dividendo avrai una quota di 3,8 € (per semplificare, immaginando che non si sia spostato) e 0,2 € in contanti, per i quali pagherai il 19% di tasse.

Ciò non significa che dopo X mesi il prezzo continuerà ad essere scontato ogni volta che paghi un dividendo per valere 0. Perché questo è il denaro che ti rimane, non quello che ti serve per operare. Delle opzioni che ti do sopra, le aziende spesso le usano tutte. Risparmiano qualcosa, fanno investimenti, a volte comprano azioni (in Spagna non è molto popolare) e pagano dividendi.

Le azioni, in teoria, Valgono quello che genereranno nel corso della loro vita e che possono essere restituiti all’azionista in qualche modo (in crescita, riacquisto di azioni o dividendi) scontando questo denaro (che sarà Free Cash Flow) fino ad oggi con uno sconto adeguato Vota. Ma questo è impossibile da calcolare e si possono fare solo stime. Quando un titolo scende molto, significa che il mercato crede che guadagnerà meno nei prossimi anni (o perderà) e quando salirà, al REVS.

Pagare un dividendo potrebbe non essere efficiente in quanto stai sempre attraversando il tesoro per pagare le tasse, ma sono i tuoi soldi, le tue spese o il tuo reinvestimento. Se l’azienda non lo paga e lo reinveste può crescere e valere molto di più in futuro, ma se sbaglia può perdere e poi varrà meno e non avrai ricevuto il dividendo.

Non so se sono riuscito a chiarire il tuo dubbio oa crearne altri

Ciao.

Leave a Reply