Professioni liberali: 2 grandi opportunità su Internet

In questo post parliamo di professioni liberali e come possono trarre vantaggio da Internet per la loro attività.

In passato lo ero professionista liberaleMa poi non c’era quasi Internet e le cose erano diverse.

Ora, da quello che vedo e mi dicono, tutto è cambiato molto. Lo vedremo subito.

Quali sarebbero le professioni liberali per cominciare?

Le libere professioni sono sempre state considerate quelle che richiedono un certo livello di conoscenza e formazione, che viene accreditato tramite un titolo accademico, generalmente universitario.

Per me c’è un elemento più determinante, che sarebbe il fatto che addebitano le loro tariffe per i servizi che forniscono ai loro clienti, senza quindi avere importi fissi o alcun rapporto di subordinazione.

Le professioni liberali sono avvocati, consulenti, consulenti, medici, psicologi, ingegneri …, ovvero:

  • Persone che hanno una notevole formazione intellettuale e che vivono di loro talento e conoscenza,
  • Persone che hanno un titolo accademico che consente loro di esercitare quella professione, e
  • Persone che vivono dei propri clienti. Ecco perché, secondo me, si chiamano liberali: non dipendono da nessuno, non fanno pagare uno stipendio fisso, fissano liberamente le loro tariffe e guadagnano più o meno a seconda del numero di clienti che hanno.

E sì, le cose sono cambiate molto per chi è un professionista liberale …

Ti dico.

Come ho detto prima, ho iniziato la mia carriera professionale essere un professionista liberale, avere una professione liberale.

Ero un avvocato e vivevo dei miei clienti. Infatti ho vissuto abbastanza bene perché avevo pochi clienti, anche in settori per alcuni impensabili (mi è sempre piaciuto andare un po ‘contro pensiero divergente).

In effetti, quanto stavo andando bene mi ha permesso di risparmiare fino a investire passivamente nella mia prima attività. In realtà ce n’erano due: uno fallito e uno che ha funzionato abbastanza bene per diversi anni. Mi ha lasciato il mio, sì. Erano i miei inizi nel reddito passivo.

Ma prima la cosa era diversa

C’erano molte meno persone all’università, meno si stavano laureando e di conseguenza c’erano una domanda di professionisti liberali maggiore dell’offerta.

E che non c’era Internet … Era tutto a livello della strada, come alla vecchia maniera: mettevi in ​​piedi un ufficio, un armadietto e aspettavi che qualcuno passasse e bussasse alla porta.

In precedenza, di conseguenza, i professionisti liberali guadagnavano soldi e talvolta non poco.

Oggi è il caos. Ci sono più persone nelle università che in guerra. Di conseguenza, ci sono più medici, avvocati, ingegneri …

Siccome finiscono all’università e non hanno un lavoro, si dedicano a fare master e master e a studiare lingue e lingue… con l’intenzione inarrestabile di ritardare l’inevitabile: il momento in cui si rendono conto di essere disoccupati.

E il mondo è cambiato molto. C’è molto professionale e di conseguenza c’è molto tra cui scegliere. Conclusione: i prezzi scendono. Prima un avvocato guadagnava bene e ora ci sono avvocati che ti chiedono il divorzio per 300 euro.

Che uscite hanno oggi, se Internet non esistesse, le libere professioni?

Ebbene, le (tristi) uscite, se Internet non esistesse, per un consulente, uno psicologo …, per una professione liberale, insomma, sarebbero le seguenti:

# 1.- Trova un lavoro per qualcun altro

Dopo aver passato anni e anni a memorizzare leggi e decreti, a fare corsi e master di tutto quello che c’è stato e per aver avuto l’immensa fortuna di essere assunto da un’azienda per fare qualcosa (non necessariamente fotocopie, ma forse così), per cambio di stipendio di 1.000 € o anche di più!

# 2- Opporsi per lo Stato, che è il sogno di molti

Passi anni (anche di più) a studiare un programma (che presto dimenticherai) con la speranza che ad un certo punto si indichino concorsi a qualcosa (qualunque cosa) in cui saranno messi all’asta 30 o 40 posti tra le migliaia di candidati che si presentano .

E incrociare le dita in modo che l’argomento che hai studiato la sera prima venga fuori …

# 3.- Guida da solo, da solo

Diventi un professionista liberale, a libero professionistaCerchi i tuoi clienti, se va bene vinci e se non va così bene allora non vinci.

Cosa succede? Che come abbiamo detto c’è molta concorrenza perché tutti rinunciano all’università e, di conseguenza, le tasse ne soffrono.

Ma cosa abbiamo detto prima? Che Internet esiste!

I due modi di Internet per guadagnare denaro dalle libere professioni

Il professionista liberale che fornisce servizi

Puoi essere un professionista liberale, lavorare da solo e guadagnare soldi (perfettamente un sacco di soldi) senza uscire di casa.

Come un professionista liberale può fare soldi fornendo servizi online – Condividilo!

I passaggi da seguire sono quelli:

👉 Sei specializzato in una nicchia o micro-nicchia

Non deve essere necessariamente quello che ti piace di più, ma (se ne parliamo guadagnare soldi -Anche molti soldi-) uno in cui c’è alta domanda e poca concorrenza.

Certo … lo sapevo già … Ma come lo fai?

Utilizzando strumenti come Kwfinder che ti permettono di conoscere quelle nicchie. In questo articolo hai un tutorial che ti consiglio di leggere da pe a pa, perché non ha sprechi.

👉 Hai impostato un sito Web, un tipo di blog

In esso condividi gratuitamente (post, video …) informazioni sulla tua nicchia. Come fare questo, come fare l’altro … E dai risposte agli utenti che hanno questo problema.

👉 Offri i tuoi servizi sul sito web

Le persone ti percepiscono come un esperto e, se necessario, assumono i tuoi servizi.

A seconda della natura di questi, possono essere forniti di persona o digitalmente.

Se hai bisogno di un lavoro fisico (vai da qualche parte per fare qualcosa) e sei lontano, prendi accordi con professionisti del tuo campo in quel luogo per fare il lavoro e condividere le tasse. A volte fai il lavoro e il collega si limita a firmare o apporre il proprio nome.

Se il servizio può essere fornito da remoto (una consulenza, ad esempio) puoi farlo tramite Skype, Zoom, telefono …

Esempio di quanto abbiamo detto:

Questa fotografia è un omaggio ai milioni di persone che fuggono dalle loro case in cerca di una vita migliore. Il mio cuore è con te. Confini aperti adesso!

Sei un avvocato e sei specializzato in nazionalità e immigrazione. Nel blog che apri dai risposte a tutto quel problema. Requisiti per questo, requisiti per l’altro, come puoi ottenere il tuo permesso di soggiorno, permesso di lavoro, ecc. eccetera.

Ti posizioni bene, ti leggono da ogni dove, i lettori ti fanno domande e quando qualcuno ha bisogno di qualcosa si fidano di te come esperto e ti assumono.

Se sono procedure che puoi svolgere da casa, lo fai online, e se devi viaggiare e non vuoi farlo, parli con un collega di quel luogo, prepari le cose per lui e gliele presenti.

E senza uscire di casa! Ti organizzi come vuoi, lavori le ore che vuoi e hai lavoro dappertutto, senza doverti affidare solo ai clienti che passano dalla porta dell’ufficio, come ai vecchi tempi.

A volte mi sento così ottimista che penso fino a quando il mondo non sarà cambiato in meglio.

Il professionista liberale che crea infoprodotti

Se hai conoscenza, devi trarne vantaggio.

E approfittane nel miglior modo possibile, in modo che raggiunga più persone e puoi ottenere più benefici … Devi usare potere della mente e non solo vicino all’ovvio.

Gli infoprodotti (corsi, guide, ebook …) ti danno un triplice vantaggio:

👉 Il vantaggio diretto della vendita stessa.

Sul tuo sito web o tramite affiliati vendi i tuoi materiali e guadagni da essi. Ho scritto libri per anni e il denaro mi arriva ogni mese. A volte di più, a volte di meno … ma sono soldi, non mi dispiace se mi arrivano 😃.

👉 Il vantaggio indiretto del prestigio che apporta alla tua professione.

Non è la stessa cosa essere Juana María de las Heras, psicologa, che Juana María de las Heras, psicologa e autrice di Il lato destro del cervello.

👉 Il beneficio indiretto della possibilità di nuove opportunità professionali.

Possono chiamarti per tenere corsi, conferenze …

L’opzione di infoproducts fa parte di ciò che è stato chiamato l’economia della conoscenza. Nel link precedente puoi trovare maggiori informazioni a riguardo.

Non sono più un professionista liberale. Mi dedico di più a investire denaro, per fare cose che mi piacciono (come scrivere articoli come questo) e per la contemplazione metafisica dell’esistenza, che include cose interessanti come guardare gli alberi, ascoltare l’interno e scoprire chi sei.

Ma dico sul serio: se fossi un professionista liberale oggi farei un sacco di soldi. Te lo posso assicurare, parola d’onore.

Io non lo faccio ma ti invito, se è il tuo caso, a farlo o almeno azzardare a scoprire queste possibilità.

Spero sinceramente che questo articolo ti sia piaciuto. Se è così, lo condivideresti sulle reti? Potrebbero esserci persone come te interessate a queste informazioni. Non costa nulla per aiutare. Lo condividiamo, per favore? Grazie mille! 🙏

E grazie anche a te, grazie infinite, per avermi letto.

Potresti anche essere interessato

Le due schede seguenti modificano il contenuto di seguito.

Scrittore, formatore e imprenditore. Di cui parlo libertà finanziaria, reddito passivo, prodotti informativi, crescita personale, talento e conoscenza. Mi piacerebbe aiutarti ad arrivare a quel posto in cui sei veramente te stesso e puoi generare ricchezza. Il mio motto: siamo creatori, siamo liberi. Pure: libertà personale + libertà finanziaria = libertà totale. (Se non vuoi perderti nulla, ti invito a far parte della community qui).

Leave a Reply