Problemi con l’investitore intelligente

Vado L’investitore intelligente poche settimane dopo essere entrato nel mondo della borsa (settembre 2010) e la verità è che mi costa molto e finisco per trarre poche conclusioni. Ora dopo tutti questi mesi di apprendimento (attraverso pagine come questa e giornali economici) sto facendo una seconda lettura e mi sto dimostrando un libro molto interessante e anche divertente (tutto il contrario della prima volta che ci sono andato), quindi consiglio questa seconda lettura a chi, dopo pochi mesi, sembra un “tostn” questa prima volta. Considero che prima di leggerlo per la prima volta bisogna avere già un po ‘di familiarità con il mondo dei rapporti, dei bilanci, …

Colgo l’occasione per affrontare un dubbio.

Commento al capitolo 7. Pagina 208. Il paniere delle opportunità, terzo paragrafo.
“Per verificare se un’azione viene venduta per un valore inferiore al valore del suo capitale circolante netto … Rimane delle attività correnti della società le sue passività totali, comprese le azioni privilegiate e il debito a lungo termine”.

Quindi, se l’attività totale è uguale alla passività totale, che senso ha sottrarre l’attività corrente dalla passività totale, darà sempre un risultato negativo, o 0 (nella migliore delle ipotesi e che considero impossibile). Mentre nel paragrafo successivo fa un esempio che ovviamente non capisco neanche io.

Apprezzo qualsiasi commento.

Saluti e buone feste!

Leave a Reply