Pensando di creare un sito web? Queste 5 parole ti aiuteranno…

Se stai pensando di creare un sito web, congratulazioni, è un’ottima opzione.

Ma solo perché lo è non significa che ti sia garantito un successo assoluto, tutt’altro.

La creazione del tuo sito web per monetizzare, sia in a hosting economico o più sofisticatoÈ un’ottima decisione per gli innegabili vantaggi che offre, ma è anche vero che la concorrenza è brutale ed è difficile distinguersi. Se lo fai, tuttavia, le conseguenze finanziarie a tuo favore possono essere molto significative.

Che cosa è più probabile, avere successo o fallire?

Senza dover fare futurologia, devo dire che la cosa più normale è che tu fallisca.

È quello che succede alla maggior parte, ma non preoccuparti perché falliscono perché non fanno bene le cose.

Gli imprenditori digitali più entusiasti non hanno la perseveranza necessaria e se ne vanno presto, lanciano idee che non vengono verificate o studiate, mancano delle conoscenze necessarie su ciò di cui stanno parlando e cose del genere. In queste condizioni è normale che falliscano.

Ma se parli di cose interessanti, di cose che interessano le persone, aggiungono valore a ciò che fai e hai una certa grazia o facilità di comunicazione, è anche molto normale che tu abbia successo.

Per aiutarti, parlerò di 5 concetti chiave che dovresti tenere a mente.

5 parole per iniziare a creare un sito web

Nicchia

Una nicchia è un argomento su cui ti concentrerai.

Devi, quindi, determinare di cosa vuoi parlare, scrivere, registrarti … e quella decisione deve essere rispettata, il che significa che non puoi iniziare un argomento e cambiarlo. Se lo fai, non sarai in grado di posizionarti in nulla o di distinguerti come specialista in nulla.

La nicchia deve essere abbastanza grande da far sì che ci siano persone interessate, ma non così grande da essere molto generica e ci sono molti contenuti già creati al riguardo e, di conseguenza, molta concorrenza.

Puoi prendere la decisione di scegliere piccole nicchie, in cui sarà più facile distinguerti e posizionarti, ma non così piccole da non avere abbastanza persone interessate.

Pubblico

Il pubblico a cui ti rivolgi dovrebbe sempre essere nella tua mente, quando scrivi, registri, ecc.

È un bene che tu abbia risposta dello stesso per mettere a punto il contenuto in base a ciò che ti interessa di più e a ciò che meno. Tieni presente che la tua opinione è molto valida, ma la loro lo è di più, perché sono loro che ti visitano e, eventualmente, che comprano da te.

Devi offrire contenuti gratuiti al pubblico e di volta in volta creare contenuti a pagamento sotto forma di libri, corsi, tutorial …, in modo che possano ampliare le informazioni e ottenere risposte dettagliate a ciò che li interessa in modo più approfondito. C’è, quindi, una linea sottile in cui non sempre è possibile discernere fino a che punto parli e da quando smetti di parlare… 🙂.

Contenuti

La maggior parte del contenuto che appare su Internet è assolutamente inutile perché non dice nulla di rilevante.

Ci sono molte parole vuote e frasi vuote e molti fatti e prove evidenti di cui non è necessario parlare perché tutti li conoscono.

Non si tratta, quindi, di riempire lo spazio con ciò che si ha, ma che questo in qualche modo serva alle persone. Quando parlo di “servire” è anche vero che non significa solo fornire al pubblico conoscenze che prima non aveva; Può anche essere semplicemente che ti faccia divertire, che ti diverta o che ti intrattenga, perché anche il tempo libero è richiesto e pagato.

Fidanzamento

Nell’era dei dati e delle statistiche, sembra che i numeri siano tutto, ma non lo sono.

Se vuoi dati freddi, con la quantità di bot che esistono oggi non credo che tu abbia un problema. Il problema è che bot poi non comprano.

Per questo motivo, insieme ai dati, il Fidanzamento, che indica il grado di lealtà o incanto del tuo pubblico. Pertanto, hai bisogno di un pubblico reale e fedele che interagisca, faccia domande, esprima se gli piaccia o no, ecc. Insomma, il pubblico si impegna in quello che fai e chi ti segue sinceramente e lealmente.

distrazioni

E infine abbiamo una parolina da cui dobbiamo fuggire perché ci distoglierà dal sentiero.

La parolina si chiama “distrazioni” e include cose come concentrarsi sui dettagli e non sulla cosa principale. Per me, i dettagli cambiano continuamente l’aspetto del sito, provano nuovi colori, plugin che fanno cose, piattaforme che sostituiscono quelle che abbiamo già ma fanno lo stesso, ecc.

La distrazione include anche passare ore di inattività navigando e curiosando in Internet con la scusa che stai lavorando alla tua attività. Lavorare è lavorare e divertirsi è divertirsi.

Se quello che hai funziona per te, una buona strategia è continuare a dare al tuo pubblico più o meno lo stesso per avere sempre più pubblico e scalare il business. Provare e cercare può significare trascurare ciò che hai e perdere ciò che hai raggiunto.

Se ti piace questo argomento e vuoi continuare a leggere, in questo articolo puoi scoprire qual è, per me, la migliore strategia digitale.

Potrebbe interessarti anche

Le due schede seguenti modificano il contenuto di seguito.

Scrittore, formatore e imprenditore. parlo di libertà finanziaria, reddito passivo, prodotti informativi, crescita personale, talento e conoscenza. Mi piacerebbe aiutarti ad arrivare in quel posto dove sei veramente tu e puoi generare ricchezza. Il mio motto: siamo creatori, siamo liberi. Anche: libertà personale + libertà finanziaria = libertà totale. (Se non vuoi perderti nulla, ti invito a far parte della community qui).

Leave a Reply