Nike: analisi fondamentale e tecnica (USA) (PR LP = 1% -3%)

Ciao,

Espoo, il costo del venduto è già stato corretto. Era solo che, sì, non avevano il segno meno.

Per la crescita c’è qualcosa che dobbiamo tenere in considerazione, e questo è il cambio di valuta. E questo riguarda molte aziende in Europa e negli Stati Uniti. Se ricordate, il dollaro è sceso molto (fino a 1,60), e questo ha influito positivamente sui risultati delle società statunitensi e negativo per le società europee.

Ma non mi riferisco al fatto che alla fine ha influito il cambio di quanto venduto nella moneta, ma al fatto che gli americani hanno venduto di più e gli europei di meno.

Cioè, una cosa è che Nike vende per 1.000 euro e quando va in dollari è 1.600 perché il dollaro è a 1,60 (invece di 1.500 l’anno scorso perché il dollaro era a 1,50), e un’altra è che le persone vengano al negozio e vedi che 2 modelli simili di Nike e Adidas costano 70 la Nike e 100 l’Adidas, e prendi la Nike quando è entrato nel negozio con preferenza per l’Adidas. Quest’ultimo non è in equilibrio, ma credo abbia influito molto. Ed è per questo che penso che non sia una coincidenza che Nike stia ora andando molto meglio di Adidas.

Quello che intendo è che Nike possa crescere meno del 10% che dici. È difficile amare perché ti sto già dicendo che non è da nessuna parte e non può essere misurato in alcun modo, ma penso che dobbiamo tenerlo a mente.

Julian, penso che il settore dei consumi continui ad essere fortemente influenzato dalla moneta creata dalle banche centrali). Sono d’accordo con te che dovrei citare di seguito. Come Coca Cola e altri

Thangel, succede ad alcuni. Non è che siano in ritardo, è che invece di presentare i conti ogni anno dal 1 gennaio al 31 dicembre, che è normale, lo fanno dal 31 maggio al 1 giugno, ad esempio.

mavasan, penso che tu faccia bene a essere prudente. Non lo comprerei durante le escursioni.

Perseveranza, ora commento.

Questo è il settimanale:

Clicca sull'immagine per ingrandirla Nome: Nike semanal.jpg Visualizzazioni: 1 Dimensione: 1703 KB ID: 395,703

Anche supponendo che nel 2018 ripeta il 2,5% di BPA del 2017 (che in questo momento non è all’avanguardia, per questo calo del 24%), il PER è 24 volte. E anche ipotizzando una crescita a lungo termine del 10%, un PER 24 volte è costoso.

Quindi per i fondamentali lo vedo costoso. E per la parte tecnica, è nella resistenza. Per me è meglio non comprare subito e aspettare che cadano.

Ciao.

Leave a Reply