Minimo dubbio esente da 5500 euro

Pubblicato originariamente da mariasfer

vedi messaggio

Le detrazioni e le esenzioni vengono detratte dal reddito e la restante% è soggetta alla corrispondente% di tassazione. L’articolo deve fare riferimento a qualcos’altro o non è corretto.

Non è così che si applica il minimo personale e familiare a cui ti riferisci, e in effetti ciò che dice l’articolo è parzialmente errato, almeno ciò a cui Sibariam si è attenuta.

A queste indennità non viene concessa una detrazione dal reddito (come nel Regno Unito), ma viene invece concesso un credito d’imposta sul totale dell’imposta dovuta.

Queste detrazioni non sono date come detrazione sul reddito (come nel Regno Unito), ma sono comunque offerte come credito d’imposta dell’importo totale dovuto.

Per capire come viene attualmente applicato il minimo personale e familiare (l’importo è 5.500, come DeCS) rimando a quanto ho spiegato un paio di anni fa (come passa il tempo!) In questo messaggio che cammino perso per il forum. In esso puoi vedere un confronto tra come è stata applicata fino al 2014 e come è stata applicata dal 2015, e anche qual è il suo reale effetto sull’ammontare dell’imposta. Il primo grafico può essere visto meglio nell’ultimo Manuale del reddito 2017 (a pagina 79.101 del pdf).

Penso che sia graficamente molto chiaro e non abbia bisogno di ulteriori spiegazioni. In ogni caso, le spiegazioni sono fornite nel messaggio: l’importo del minimo personale è passato attraverso la scala dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (generale o di risparmio, a seconda di dove viene applicata) e questo importo è il resto della quota da pagare, l’importo di 5.500 non viene detratto direttamente dal reddito lordo.

Pertanto, nel caso sollevato da Sibariam …

Pubblicato originariamente da Sibariam

vedi messaggio

Per fare un esempio, ho capito che se il mio reddito netto quest’anno è di 10.500 euro vanno i dividendi, a causa di questo minimo esente, per calcolare le tasse dovrò detrarre questa cifra dal totale e dalle restanti tasse. Cioè, 10500-5500 = 5000 * 20% (ex) = 1000 euro per pagare le tasse. (Figure inventate)

Da quello che dice l’articolo penso di capire che sarà solo calcolando prima le tasse e poi scontando queste 5500. Cioè 10500 * 20% = 2100-5500 = 0 Tasse e ho ancora 3400 franchigie per altri redditi.

… la seconda ipotesi non è corretta. Fino al 2014 questo minimo personale veniva applicato secondo la prima ipotesi (infatti attualmente sarà del 19% = 950), ma dal 2015 si applica come segue:

(6.000 – 5.500) x 0,19 + 4.500 x 0,21 = 1.040

Circa 100 euro in più, di cui lo Stato ha sempre bisogno e non arriva mai a fine mese.

E a proposito, nel caso non sia chiaro nel grafico del manuale (indicato, ma non solo se ben interpretato), il minimo personale viene applicato prima al reddito della parte generale (lavoro tra di loro) e, ciò che resta (se è rimasto qualcosa), viene applicato alla parte del risparmio (dividendi e plusvalenze con vendita e acquisto di azioni, fondi e altri beni). È che l’esempio è valido se non hai reddito da lavoro.

Per quanto riguarda gli altri …

Infine, ogni contribuente può applicare 2.000 all’anno sulle spese deducibili sul reddito da lavoro.

Infine, ogni contribuente può applicare 2.000 all’anno come spese deducibili … sul reddito maturato.

… Mi riferisco anche a quanto commento in quest’altro messaggio in cui ho spiegato brevemente ad un altro collega come trasferire il proprio reddito da stipendio lordo alla base imponibile generale. In esso ci sono diverse riduzioni del reddito lordo, tra cui queste spese deducibili in generale l’importo attuale è 2.000.

Ciao.

Leave a Reply