Mercato immobiliare in Spagna: monitoraggio della sua evoluzione

Pubblicato originariamente da Hanno investito nel mercato azionario

vedi messaggio

Ciao orenga

È un bel riflesso e quello sui cappelli è molto curioso.

La cosa divertente di Barcellona è che molte mele hanno una specie di parco all’interno, giusto? Sono i biglietti della carrozza che stai commentando?

Ciao.

Grazie IEB. Mi riferisco alla parte più antica dove c’è un palazzetto con grandi ingressi per carrozze trainate da cavalli, alcuni sono di enti pubblici, altri di associazioni, altri sono privati ​​…

Poi c’è la zona dell’Eixample dove in teoria (questa era l’idea iniziale del suo progettista Cerdà) ogni blocco di case avrà il giardino centrale per i vicini … la realtà è che pochissime mele hanno un giardino interno,

e inoltre la speculazione ha trovato il trucco per poter costruire 2,3,4 anche 5 impianti su molti edifici già costruiti alla fine del XIX e principi del XX alcuni modernisti, il che è fesimo chiaro,

il trucco era che secondo la legge l’altezza degli edifici doveva permettere al sole di raggiungere la strada e per questo invece di usare l’altezza massima si usava l’angolo rispetto al sole —> questo permetteva di costruire semplicemente sopra ogni edificio rispettando l’angolo (ogni piano costruito era più corto per rispettare quell’angolo).

Fortunatamente, dalla fine della dittatura, gli eccessi hanno iniziato a essere fermati, sono state formulate leggi per la conservazione del patrimonio e così via. e beh, è ​​stato salvato forse un po ‘meno del 50%, ma è stato salvato.

Non ho potuto fare a meno di rallegrarmi quando ho saputo che Mr. nez (di nez e costruttori navarresi ed ex presidente del FC Barcelona) e suo figlio furono imprigionati anche per un’altra questione di tangenti, sebbene nez non fosse l’unico ad arricchirsi distruggendo il patrimonio architettonico, erano molti, sindaci tra cui principalmente del piccolo pro Franco.

Come curiosità, i barcellonesi devono il fantastico Eixample non solo al suo designer Cerdà ma anche alle autorità centrali di Madrid che lo hanno imposto, poiché quelli di Barcellona preferiscono il design radiale, copiato, credo, da Parigi.

Gaud oggi è quasi venerato a Barcellona ed è un riferimento mondiale in città ma quando visse, molti esemplari dell’alta borghesia e delle autorità lo criticavano per il suo bizzarro, perché non gli piacevano le sue creazioni e per aver portato le mani sporche; ed è che gli piaceva andare ai lavori e fare le cose con le proprie mani, mettere pietre e macchiare, ovviamente

Buona Notte.

Leave a Reply