Mercati migliori per il resto dell’anno

VIDEO: Vedremo la situazione attuale dei mercati, cosa possiamo aspettarci da loro e quali sono i più interessanti per la seconda metà dell’anno e perché.

Oltre al video, ne troverete praticamente la trascrizione di seguito nel caso vogliate avere tutto ciò che viene commentato per iscritto. I mercati sono stati un anno piuttosto interessante.

A Wall Street i 3 indici principali accumulano un rialzo intorno al 13%, e in Europa abbiamo rendimenti che vanno dal 12% al 19%. Inoltre, l’indice MSCI All-Country World è ai massimi storici ed è cresciuto di quasi il 13%.

Si parla molto della questione dell’aumento dell’inflazione, del timore degli investitori che la Federal Reserve degli Stati Uniti reagirà e alzerà i tassi di interesse in anticipo e ridurrà il volume degli acquisti mensili di attività (noto come tapering) ma è conveniente chiarire una serie di cose per capire cosa accadrà, quando e quali mercati sono i più attraenti.

Ed è che quando i mercati accumulano un buon aumento, cerchi sempre qualsiasi scusa per vendere, vedi sempre fantasmi dove non ce ne sono davvero.

L’idea su cui stare è che le Borse continueranno con il loro trend rialzista per il resto dell’anno, sì, con meno forza rispetto al primo semestre, ma non vedremo una svolta o un cambio di trend da rialzista a ribassista.

Quali sono le ragioni di questo scenario?

– Il ritmo della vaccinazione mantiene il suo ritmo sostenuto, sempre più persone vengono vaccinate con il ciclo completo o con una singola dose. Questo fatto aumenta l’immunità (non significa che ci siano meno infezioni, ma che le infezioni con conseguenze pericolose si riducono sostanzialmente).

– Grazie ai vaccini, il ritorno alla normalità sta gradualmente diventando una realtà e le varie misure restrittive sulla mobilità vengono revocate.

– A causa del ritorno alla normalità, le economie continuano a riprendersi, poiché le famiglie tornano in strada e aumentano i consumi, con cui le imprese e le aziende fatturano di più e con questo possono assumere più dipendenti.

– Il boom degli utili aziendali continuerà, infatti le aspettative sono già ai livelli antecedenti alla pandemia di coronavirus e, per di più, metà delle aziende S&P500 ha aumentato le proprie aspettative di profitto per l’anno.

– Il sostegno della maggioranza delle banche centrali continuerà. La Banca Centrale Europea ha commentato di non aver ancora preso in considerazione l’aumento dei tassi di interesse e che aspetteranno che la ripresa economica sia più solida. Da parte sua, la Fed probabilmente non alzerà i tassi di interesse prima della fine del 2022 o del 2023 (anche se i presidenti della Fed di Atlanta e St. Louis ritengono che dovrebbe essere anche prima).

– Né che ci siano troppe alternative alla Borsa per gli investitori, infatti i ritorni sul debito pubblico non sono niente di entusiasmante.

Ci sono quindi validi motivi per continuare a fidarsi delle azioni durante questa seconda metà dell’anno, ma sì, tutte queste ragioni sono già in parte scontate dal mercato, quindi la redditività che il mercato potrebbe avere è inferiore rispetto al primo semestre.

E quali mercati potrebbero essere interessanti? Da un lato, il Giappone, che è rimasto molto indietro rispetto all’Europa e agli Stati Uniti, è cresciuto infatti solo del 4,5% nell’anno. E dall’altra le Borse europee, visto che hanno molte società cicliche, cioè strettamente legate alla ripresa economica.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply