Lo schema che indicherebbe un 2021 rialzista nei mercati azionari

È stato attivato un pattern che storicamente ha funzionato più dell’80% delle volte per molti anni e che determinerebbe che il 2021 sarà un buon anno in borsa.

L’inizio dell’anno è stato forte. Ad esempio abbiamo le azioni Russell 3000 che la scorsa settimana sono aumentate del + 5,20% e la Borsa cinese ai livelli di 5 anni fa guidata da China Mobile + 4,6%, China Unicom + 4,1% e China Telecom + 4,5%. Ma nulla se lo confrontiamo con il settore dei materiali che è cresciuto del + 9,15% e del settore energetico che è aumentato del + 13%. Basta guardare il grafico seguente per vedere dove si trova l’euforia degli investitori in questo momento.

Immagine

E questo mi ricorda l’andamento stagionale del primo anno, che tende ad anticipare come si comporterà il resto dell’anno. Consiste nel vedere cosa fa il mercato i primi 5 giorni di gennaio, beh, in realtà, per essere più precisi, le prime 5 sessioni del mese e se sono positive allora l’anno sarà positivo. Può sembrare semplice e casuale, ma la realtà è che i numeri storici sono molto buoni. Ad esempio, se prendiamo l’S & P500 ha funzionato l’80% delle volte chiudendo l’anno con un aumento medio del 12,45%, non male, giusto? Ma non è qualcosa di esclusivo di Wall Street, se andiamo allo stambecco 35 succede lo stesso, ad esempio dal 2008 al 2020 ha funzionato il 77% delle volte e per quest’anno 2021 dire che le prime 5 sessioni di Il gennaio del selettivo spagnolo ha registrato un saldo favorevole del + 4,1%.

In questo periodo, fino a 23 aziende spagnole sono aumentate di oltre il + 10%, essendo le seguenti: Solaria (30,88%), Audax (18,4%), Solarpack (19,8%), Siemens Gamesa (16,3 %%), Grenergy (14,4 %), Soltec (12,4%), Sabadell (15,2%), Bankinter (12,25%), CaixaBank (11,38%), Bankia (10,2%), Santander (10%), Rovi (10,8%), Telefónica (10,45%) , Ercros (11,86%), Berkeley (15,6%) e Oryzon Genomics (13,71%).

E non poteva smettere di parlare di dividendi, qualcosa di molto richiesto e apprezzato da tutti gli investitori. Ebbene, il rendimento dei dividendi negli Stati Uniti continuerà ad essere più alto che in Europa, infatti nella precedente crisi del 2008 solo un terzo delle aziende ha ridotto i dividendi (questo rende chiara la mentalità). Bene, se ci immergiamo nelle società Dow Jones, potremmo persino trovarne una dozzina che hanno un rendimento da dividendo che supera il 3% e 4 avrebbero il 2,55%. Vediamo le aziende più interessanti per questo 2021 in tal senso:

– Chevron: dividend yield del 6,38% e distribuirà 4 dividendi nell’anno di 1,36 dollari ciascuno a marzo, giugno, settembre e dicembre. A questo va aggiunto che la società fa parte degli Aristocrats Dividends (se clicca qui puoi vedere l’articolo dove lo spiego).

– Dow: dividend yield del 5,39% con 4 pagamenti a marzo, giugno, settembre e dicembre per un totale di 2,92 euro per azione.

– IBM: dividend yield del 5,30% distribuendo complessivamente 6,59 $ nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre.

– Coca Cola: dividend yield del 3,19% con 4 consegne da 0,42 dollari nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre.

– Merck: rendimento da dividendo del 3,20% con tre pagamenti di $ 1,95.

– Altro: abbiamo fino a quattro società come JP Morgan, Intel, Johnson & Johnson e Travelers con rendimenti da dividendi del 2,55%.

Grafica: su misura

E il Bitcoin? Bene, eccolo. Alcuni saranno sorpresi se vi dico che l’attuale rialzo di 50 giorni non è il record, ma ha tre rally di 50 giorni più forti negli ultimi 5 anni. Quello che succede è che devi essere serio. Vediamo, quando un mercato sale fortemente, l’effetto azione-reazione prevale. Cosa significa questo? Beh, principalmente che con forti rialzi quando ci sono tagli sono anche forti, è normale, giusto? Ebbene, ci sono persone che non vogliono capirlo o non è conveniente per loro capirlo. Dico questo perché sono tante le persone che “aspettano” che bitcoin lo critichi quando cala bruscamente, ma si dimenticano che nell’anno sale + 270%, e in 5 anni oltre + 6.300%. Quel taglio e l’ossigenazione sono normali in qualsiasi tendenza al rialzo, non importa quanto sia forte. E per la cronaca, non sono un fervente ammiratore delle criptovalute, ma devi essere onesto.

Iscriviti (è gratuito) e riceverai gli articoli che vengono scritti nella tua email comodamente e in tempo reale. Clicca qui sottoscrivere

I miei servizi

Rivolto a chiunque sia interessato ai mercati finanziari, sia a chi vuole iniziare in piccolo e imparare, sia a chi investe da tempo. Tutto questo spiegato in modo semplice e divertente, con l’obiettivo che tutti lo capiscano indipendentemente dalla loro conoscenza o esperienza.

Leave a Reply