Le montagne russe di bitcoin e il “supporto” del CNMV

Vedremo perché il bitcoin è crollato, perché il cavaliere bianco che prima spingeva il suo prezzo al cielo ora lo abbassa al suolo.

Quando si parla della volatilità delle criptovalute, ci si riferisce al fatto che possono subire forti movimenti, al rialzo o al ribasso. Così semplice. Quindi, vediamo cosa gli sta succedendo, perché la cosa è briciola.

Si parla di smarrimento tra gli investitori e poi bisogna andare direttamente a cosa succede al bitcoin. Sì, ancora una volta un commento di Elon Musk sul suo account Twitter muove fortemente la criptovaluta, ma questa volta è scesa ai minimi di febbraio e perde già un terzo del valore che aveva raggiunto con il recente massimo storico. E cosa è successo questa volta? Ebbene, l’eccentrico milionario di Tesla ha affermato di aver smesso di accettare bitcoin come mezzo di pagamento per l’acquisto delle proprie auto elettriche (ricordate che settimane fa ha detto proprio il contrario e bitcoin letteralmente volato più in alto, e non solo, a febbraio ha annunciato 1,5 miliardi di dollari di investimento in bitcoin). Fatto sta che addio alla tua gioia, è già stata scartata e ha venduto più del 10% dei suoi bitcoin, grazie al quale ha ottenuto un forte profitto che ha contribuito a soddisfare le previsioni dei risultati trimestrali dell’azienda.

La scusa dovrebbe essere per l’elevata impronta di carbonio lasciata dall’estrazione di questa criptovaluta. Ma nonostante tutto, nega. C’è stato un tweeter che lo ha accusato di “lanciare merda” contro bitcoin, al quale Musk ha risposto di non aver venduto nulla. Certo, continua a dare il suo pieno supporto e benedizione ad un’altra criptovaluta, dogecoin perché dice che è più efficiente e meno inquinante del bitcoin.

Immagine

E continuando con le criptovalute, la National Securities Market Commission ha autorizzato i fondi di investimento spagnoli a investire in criptovalute, cosa che a medio termine dovrebbe essere un’ulteriore spinta a favore di questo tipo di asset. Per capirlo, arriverà ad essere qualcosa di simile all’investimento dei fondi comuni in oro, cioè non possono avere lingotti d’oro (stiamo parlando della custodia di quei lingotti) e anche l’esposizione deve essere indiretta tramite ETF oro . In questo modo, la CNMV consente per la prima volta di fondi di investimento che sono “esposti” a bitcoin e che lo hanno nei rispettivi portafogli, anche se sì, in modo non diretto, attraverso veicoli la cui redditività è legata alle criptovalute.

Conosci prismabursatil.com dove troverai video di formazione, corsi di compravendita di azioni e investimenti, pillole formative, analisi di mercato, idee operative, monitoraggio del mercato, opinioni. Ogni giorno nuovi contenuti

Prisma del mercato azionario

per Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply