Le materie prime mostrano la loro forza

Oggi vedremo una serie di mercati non classici. Quando dico non classici non intendo dire che siano rari, strani o esotici, semplicemente questo Di solito non sono gestiti dalla stragrande maggioranza degli investitori, che, come sappiamo, tendono a optare per la maggioranza delle azioni.

Ma prima di entrare nell’argomento, vorrei dirvi che oggi è il 15 aprile e che se guardiamo a come si è comportato l’S & P500 il 15 aprile dal 1950 al 2019 abbiamo una media del + 0,20%.

Non si può mettere in dubbio che le materie prime siano in un forte rally rialzista. Aiuta molto che la Cina, principale acquirente e consumatore mondiale di materie prime, stia vedendo la sua economia riprendersi, poiché se le cose vanno bene per il colosso asiatico, acquista più materie prime con le quali la domanda aumenta sostanzialmente e con essa le quotate prezzo di queste attività. Molti saranno sicuramente rimasti con l’idea che sia il petrolio a spiccare in questo settore, ma nulla è più lontano dalla verità, ci sono anche altre materie prime che negli ultimi mesi hanno subito una forte escalation al rialzo, come il rame, il ferro. , cotone, soia, mais e altri che vedremo di seguito.

Immagine

– Il greggio Brent riesce a rimanere senza perdere 66 dollari e EIA e API hanno commentato un calo delle scorte che supera quello previsto dal mercato, oltre al fatto che la stessa OPEC prevede un aumento della domanda globale nel 2021.

Il petrolio ha avuto la sua svolta nell’aprile 2020 quando ha toccato il fondo e da allora non ha fatto altro che salire. Ma non è stato un percorso rettilineo, il 2020 è iniziato con il Brent a $ 70 e il WTI a $ 60, ma poco dopo, 4 mesi dopo, è arrivato il crollo e il Brent è addirittura sceso sotto i $ 20.

La ripresa da aprile è arrivata di pari passo con le notizie sull’avanzamento dei vaccini e la fine dei confini generali, delle chiusure dei paesi. Certo, l’apertura del divieto, il non imporre tante misure restrittive alla mobilità e l’arrivo dei vaccini ha favorito la domanda e con essa il prezzo di un barile di greggio. E non da ultimo che l’OPEC ha tagliato la produzione per mesi. Ci sono ostacoli da affrontare? Ebbene, l’Arabia Saudita potrebbe accettare di aumentare l’offerta e se confermata sarebbe negativa per il petrolio, ma non invertirebbe l’attuale trend rialzista.

– I futures sull’alluminio hanno superato la soglia dei 2.300 dollari, cosa che non era accaduta dall’estate del 2018 e le ragioni sono la forte domanda e le previsioni che la Cina potrebbe essere limitata a causa degli obiettivi di emissioni di carbonio. Il fatto è che l’alluminio sale del + 50% dallo scorso maggio 2020.

Immagine

– I futures sulla gomma sono al livello più basso dall’ottobre dello scorso anno a causa della minore domanda di pneumatici, poiché l’incessante carenza di microchip semiconduttori sta influenzando la produzione di automobili.

Immagine

– I futures sul legname di Chicago hanno continuato a crescere con l’aumento della domanda. Dalla primavera scorsa è aumentato del + 180%.

Immagine

– Sebbene non sia materia prima, ho voluto inserirla anche perché ci sono novità in questo mercato. Sì, il rublo russo è al minimo di 5 mesi (il che implica aumenti di usd / rub) a seguito dei rapporti secondo cui questa settimana sono probabili nuove sanzioni da parte degli Stati Uniti per presunta cattiva condotta, incluso l’hacking di SolarWinds e gli sforzi per modificare il nordamericano elezioni.

Immagine

– I prezzi del carbone sono aumentati a marzo a un massimo di un anno di $ 95. È aumentato del + 70% da un minimo di quasi 4 anni di $ 50,45 raggiunto ad agosto. I prezzi sono rimbalzati da un minimo di 3 settimane di $ 87,63 dopo che 3 incidenti minerari hanno messo a repentaglio il piano cinese di aumentare la produzione per garantire un’offerta sufficiente nel prossimo periodo di picco della domanda estiva.

Immagine

Iscriviti (è gratuito) e riceverai gli articoli che vengono scritti nella tua email comodamente e in tempo reale. Clicca qui sottoscrivere

Prisma del mercato azionario

per Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 € 10 al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a € 10 / mese

Perché dovrei iscrivermi?

Leave a Reply