Le materie prime continueranno a crescere?

Dall’ultimo tratto dell’anno scorso vi ho detto che quest’anno il 2021 potrebbe essere interessante per le materie prime. L’anno scorso le migliori materie prime sono state: legno 68%, argento 47%, soia 37%, palladio 29%, rame 26%, mais 25%, oro 24%, gas naturale 16%, zucchero 15%, grano 15%, cotone 13%, platino 10%.

Ci sono fondamentalmente due ragioni per sperare che la buona serie di vittorie continui:

  • La debolezza del dollaro: nonostante al momento il biglietto verde mantenga bene il tasso quest’anno e venga rivalutato, quello che ci si aspetta è che nel computo dell’anno non sarà così. Ma anche con il dollaro in apprezzamento, le materie prime hanno un 2021 piuttosto forte.
  • Aumento della domanda: la Cina è il più grande acquirente e consumatore di materie prime al mondo. Si sta riprendendo molto bene dalla crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus, e questo sta facendo tornare il suo vorace appetito sotto forma di ulteriori acquisti di materie prime.
  • Misure monetarie e fiscali.

Basta verificare che gli hedge fund acquistano investendo nel settore a un ritmo che non si vedeva da dieci anni. Da Wall Street si aggiungono anche a questa tesi e ritengono che siamo in un grande ciclo ascendente (negli ultimi cento anni sono stati quattro, l’ultimo dei quali nel 2008 quando ha raggiunto il suo tetto dopo più di 10 anni di forza).

Finora quest’anno c’è tutto: Legna: + 38% Benzina: + 34% Gas Naturale: + 27% Olio Brent: + 22% Platino: + 16% Cotone: + 15% Mais: + 14% Rame: + 9% Argento: + 3% Zucchero: + 3% Caffè: -2% Palladio: -3%.

Ma attenzione, negli ultimi 12 mesi: alluminio + 67%, stagno + 56%, rame + 51%, argento + 49%, nichel + 46%, zinco + 31%. Da parte sua, l’indice DJ Commodity Industrial Metals è già ai livelli del 2011.

Immagine

L’oro è aumentato del + 25% nel 2020 (dal 2010 non è mai cresciuto così tanto). Ma quest’anno è in calo del -7% (in quello che è il peggior inizio d’anno in 30 anni). Si noti il ​​grafico che ha formato un pattern invertito spalla-testa-spalla che è una figura di inversione di tendenza del grafico, ma poiché non è andato al di sopra della sua scollatura non si è attivato. L’oro si è avvicinato al minimo di tre mesi di 1.770 dollari l’oncia ed era sulla buona strada per la sua peggiore settimana in dodici anni. I ribassi degli ultimi giorni sono stati accentuati da un rimbalzo del dollaro e da un aumento del rendimento del titolo decennale statunitense. Nel frattempo, SPDR Gold Shares, il più grande fondo negoziato in borsa al mondo sostenuto da lingotti, è sceso al livello più basso dallo scorso giugno.

Immagine

I futures sul cotone sono aumentati sopra gli 89 centesimi per la prima volta dall’agosto 2018, guidati da interruzioni dell’offerta a breve termine dopo i raccolti danneggiati dal gelo in Texas, il più grande stato produttore degli Stati Uniti.

Immagine

I prezzi dello zucchero sono saliti al livello più alto in quasi quattro anni tra i segni di carenze di approvvigionamento a breve termine. Il prezzo sta per raggiungere il decimo guadagno mensile consecutivo, che sarebbe la serie più lunga dal 1961. Per la settimana i prezzi sono aumentati del + 8% e per l’anno del + 15,50%.

Immagine

I prezzi del petrolio sono diminuiti a causa delle interruzioni delle forniture negli Stati Uniti a causa delle forti gelate e il servizio meteorologico ha detto che le temperature più calde dovrebbero tornare il 20 febbraio. Alla fine ha raggiunto i massimi di 13 mesi.

Immagine

Finora a febbraio, i metalli industriali sono aumentati del + 11,41%. È il miglior rally durante i primi 14 giorni di un mese da settembre 2012. Gli unici altri due mesi degli ultimi 30 anni con i guadagni più alti sono stati marzo 2009 e aprile 2006.

Immagine

Il rame ai livelli del 2012, ha chiuso al livello più alto in oltre 9 anni, più che raddoppiando il minimo dello scorso marzo, poiché le aspettative di una ripresa economica guidata da stimoli e vaccini hanno aumentato le prospettive di una maggiore domanda industriale. In effetti, le azioni di Freeport-McMoRan, un importante produttore di rame, sono triplicate nell’ultimo anno. Vi lascio quello che ho scritto sull’aumento del rame e sul rapporto rame / oro, clicca qui per vederlo

Immagine

Il CRB Commodity Index sale del + 86% dal minimo di aprile. L’indice comprende un paniere di 19 materie prime, con un peso del 39% in energia, 41% in agricoltura, 7% in metalli preziosi e 13% in metalli industriali. È un indice che misura l’evoluzione dei contratti futures su varie materie prime ed è stato creato nel 1957. Storicamente, ha raggiunto un massimo storico di 370,73 nell’aprile 2011 e un minimo storico di 155,53 nel febbraio 2016.

Immagine

Futures della colza ai massimi storici a causa dell’aumento della domanda e delle preoccupazioni sull’offerta. Il Canada ha ridotto le sue previsioni di stock del 42% (il Canada è il maggior produttore mondiale e il 90% della sua produzione viene spedito in 50 paesi).

Immagine

L’indice del settore Oil & Gas Stoxx Europe 600 è salito del + 68% da marzo.

Immagine

L’indice del settore Stoxx Europe 600 Basic Resources, composto principalmente da società minerarie, è ai massimi di 11 anni. Nell’anno + 17% e da marzo + 120%.

Immagine

Negli ultimi 50 anni, le materie prime hanno avuto per lo più rendimenti annuali positivi, il GSCI è cresciuto in 34 di quei 50 anni. Tuttavia, l’ultimo decennio è stato un’eccezione e le materie prime sono aumentate solo di 4 volte durante gli anni 2010, rendendolo il decennio peggiore con un rendimento annualizzato su 10 anni del -8,65%. Nel 2020, il GSCI è sceso del -24%, trascinato al ribasso dalle materie prime energetiche che costituiscono oltre il 60% dell’indice. Anche la bassa performance del bestiame ha contribuito negativamente.

Immagine

Iscriviti (è gratuito) e riceverai comodamente gli articoli che vengono scritti nella tua email in tempo reale. Clicca qui sottoscrivere

I miei servizi

Rivolto a chiunque sia interessato ai mercati finanziari, sia a chi vuole iniziare in piccolo e imparare, sia a chi investe da tempo. Tutto questo spiegato in modo semplice e divertente, con l’obiettivo che tutti lo capiscano indipendentemente dalle proprie conoscenze o esperienze.

Leave a Reply