Le azioni scompaiono dal mio portafoglio a causa dei continui contrasti

Salve capo. È un caso davvero curioso quello che dici, ma perfettamente possibile, soprattutto nei casi di aziende fortemente ribassiste, in cui la loro direttiva – quando bastano pochi centesimi o centesimi – va contro il prezzo di mercato non arriva a zero. Va anche notato che negli Stati Uniti molti broker addebitano solitamente commissioni fisse per azione, il che penalizza gravemente chi fa trading a un prezzo molto basso.

Rispondendo alla tua domanda, è ragionevole che se durante l’esecuzione dell’ultima modifica di Tenas diciamo solo 15 azioni e il conto alla rovescia approvato era ad esempio 1×25, non avendo le 25 azioni (minimo per cambiarle per 1 nuova azione) dopo averti dato il valore in contanti di quelle 15 azioni su cui contavi. La domanda che ti farà è se ti hanno pagato una somma o almeno ti hanno fatto un saldo definitivo (lo dico perché potrebbe essere che il valore delle 15 azioni meno le commissioni sostenute, il risultato fosse già a zero). Se è così, mi sembra chiaro che hai avuto una variazione patrimoniale negativa per l’intero investimento effettuato, nella base imponibile del risparmio, compensata da altre variazioni positive dello stesso tipo, nello stesso anno o fino a 4 fiscali successivi anni.

Un saluto.

Leave a Reply