Kimberly-Clark: analisi fondamentale e tecnica (USA) (PR LP = 2% -4%)

Ciao,

Oggi, il linguaggio della stampa credo sia uno dei grandi problemi nel mondo di oggi. Per ragioni etiche, credo che il settore dei media debba essere autocritico e radicato. Non puoi giocare con le persone come fanno loro (in borsa, in politica, ecc.).

Nello stesso articolo, in mezzo a questo testo “apocalittico”, dicono che Kimberley prevede di aumentare le sue entrate del 2% nel 2017 e sono rimasti invariati. Questa è una differenza irrilevante, che non corrisponde affatto agli aggettivi usati in tutto il testo. Si tratta di una questione molto seria che dovrebbe rendere la vita in modo diverso a chi genera contenuti nei media.

Nel 2017, l’EPS di Kimberley è cresciuto del 7%, da $ 5,99 a $ 6,40. È abbastanza buono, non corrisponde affatto a tutti questi allarmi ingiustificati.

Dall’utile ante imposte al reddito le cifre sono quasi le stesse del 2016, quindi l’attività non è cresciuta (né è diminuita). È una situazione molto normale.

La crescita del BPA è dovuta principalmente al taglio delle tasse negli Stati Uniti, che è una cosa permanente.

So che i risultati di Kimberley sono buoni nel 2017.

Catturando, lo vedo a buon prezzo (lo spiego ora), ma penso che le cose che sono successe nell’ultimo decennio non siano sempre un vero riferimento per il futuro. Voglio dire, dal 2007 c’è stata una crisi importante e diversa dalle altre, e di questo bisogna tenerne conto.

Mai, non tutti investono guardando i fondamentali, ed è per questo che non sempre quando il prezzo di un’azienda va bene è perché i suoi fondamentali sono buoni, e non sempre quando il prezzo di un’azienda va male è perché i suoi fondamentali sono cattivi.

Ci sono molti tipi di investitori sul mercato e molti di loro non guardano ai fondamentali per niente.

E tra i più importanti oggi che non guardano ai fondamentali assolutamente per niente sono gli investitori indicizzati (ETF, fondi indicizzati, ecc.), Che hanno creato notevoli distorsioni negli ultimi anni, aumentando la quantità di investitori che hanno indicizzato, a livello globale .

Tutti gli ETF e simili che Kimberley Clark hanno comprato in questi anni non è perché non sanno quale sia il loro PER, o se pagano o non pagano dividendi, è perché non sanno nemmeno che è un’azienda di consumatori che fa kleenex, Huggies, ecc. .

E, logicamente, tutti questi investitori indicizzati che acquistano qualsiasi cosa a qualsiasi prezzo, generano squilibri.

Pertanto, a un certo punto è possibile che questi stessi investitori indicizzati generino un altro tipo di squilibrio, che si tradurrà in società di consumo che negoziano a rendimenti da dividendo pro capite più elevati rispetto agli anni precedenti.

È importante saperlo per non lasciarsi trasportare da queste correnti e guardare un po ‘i fondamenti, che è una cosa molto facile e ne vale la pena.

ReyDu, ottima analisi. È importante che tu guardi alla crescita dei profitti che ReyDu ci dice e che come al solito in questo settore è molto stabile, ma relativamente bassa.

Non ci sono aziende o settori perfetti. Le società di consumo che aumentano il dividendo da decenni non sono le migliori a lungo termine. Sono ottime aziende per investire a lungo termine, proprio come quelle di altri settori che hanno altre caratteristiche.

Secondo me non c’è il settore migliore per il lungo periodo (e penso che sia molto buono che lo sia), ma ci sono molti settori validi per il lungo periodo. E il consumo è uno di questi. Ancora uno, fortunatamente per tutti.

Mi sembra possibile che la crescita aumenti leggermente nei prossimi anni a causa del taglio delle tasse statunitensi, cosa molto importante e positiva (e di effetti permanenti, fintanto che viene mantenuta).

Grazie, mbetel. Con questo dividendo trimestrale di $ 1 è quasi certo che il dividendo del 2018 sarà di $ 4. Questo è il 3,1% in più rispetto al dividendo di $ 3,88 del 2017.

È che in $ 100 il PER 2017 è 15,6 volte e il PER 2018 sarà leggermente inferiore, circa 15 volte.

E il rendimento del dividendo 2018 è del 4%.

È un buon prezzo per i fondamentali affinché un’azienda sia stabile (abbastanza per comprare qualcosa), ma non è un “prezzo molto buono”.

Tecnicamente penso che il supporto $ 98-100 funzionerà:

Clicca sull'immagine per vedere una versione

Su base settimanale c’è una divergenza rialzista in MACDH e RSI. Ho messo il MACDH:

Clicca sull'immagine per vedere una versione

So che per i fondamentali è un prezzo ragionevole e tecnicamente è molto probabile che questo sia il terreno.

A più lungo termine, seguendo quanto detto a Capturant, non è da escludere del tutto che ad un certo punto possa essere acquistato con un dividend yield del 5% (magari con il dividendo 2019, che sarà di poco superiore). O ancora di più a un certo punto, a causa di uno squilibrio generato dall’indicizzazione, o di qualsiasi altro modo di operare che non tiene conto dei fondamentali delle aziende.

Ciao.

Leave a Reply