In che modo i tassi di interesse influenzano i prodotti finanziari

In che modo i tassi di interesse influenzano i prodotti finanziari

Vedremo come i tassi di interesse influiscano sui prodotti finanziari (mutui, prestiti, depositi), argomento di interesse per tutti.

Colgo l’occasione per ricordare che in prismabursatil.com ogni settimana vediamo mercati interessanti su cui investire, perché e come potrebbe essere sfruttato. Inoltre, potrai vedere tutti i corsi di trading (in video), in modo semplice in modo che il tempo non sia un problema.

Ho scritto di recente su quando ogni banca centrale alzerà i tassi di interesse, cosa che indubbiamente va conosciuta, almeno in linea generale, perché come vedremo nel corso di questo articolo, è una cosa che finisce per colpire praticamente tutte le persone e le famiglie, oltre che i mercati finanziari stessi.

Sì, siamo già immersi in quello che si potrebbe definire il percorso o il percorso verso la normalizzazione della politica monetaria delle Banche Centrali, percorso avviato da diversi Paesi emergenti e che ora tocca ai Paesi sviluppati.

Cosa sono i tassi di interesse

I tassi di interesse si riferiscono al costo economico che deve essere pagato per prendere in prestito denaro.

Il tasso di interesse è quindi il prezzo ufficiale del denaro ed è stabilito dalle autorità monetarie corrispondenti: nell’eurozona il responsabile è la Banca Centrale Europea, negli Stati Uniti è la Federal Reserve, nel Regno Unito è la Banca d’Inghilterra, ecc.

Per fissare i tassi di interesse per ciascuna entità si seguono una serie di criteri e variabili economiche, a parte il fatto che ogni Banca Centrale ha le sue peculiarità, ad esempio la Banca Centrale Europea si propone di tenere a bada inflazione (Ricordiamoci perché la Germania è storicamente nel panico dell’inflazione?) e la Federal Reserve statunitense per controllare la crescita.

A cosa servono i tassi di interesse?

* Si può dire che i tassi di interesse sono usati per controllare i prezzi. Le banche centrali alzano i tassi di interesse quando inflazione aumenta più del previsto e del desiderato e in questo modo cercano di controllarlo. Si tratta, in questo caso, di cercare di ridurre l’offerta di moneta in circolazione rendendo più cari i consumi e più appetibile il risparmio.

* Sono utilizzati anche come riferimento per molti prodotti finanziari, come mutui, prestiti, depositi, ecc.

Quindi possiamo vedere che i tassi di interesse hanno delle conseguenze sui prodotti offerti dalle banche, in particolare sui mutui a tasso variabile.

In che modo i tassi di interesse influenzano i prodotti finanziari

– Nei mutui a tasso variabile assisteremo ad una modifica degli interessi che dovremo pagare (alla scadenza dell’aggiornamento) in base ai tassi di interesse che incidono sull’indicatore di riferimento dei mutui (nel nostro paese è l’Euribor a 12 mesi) .

Le revisioni dei mutui sono di solito ogni 6 mesi o 1 anno e in quel momento vengono aggiustate (in aumento o in diminuzione) in base all’evoluzione del loro indice di riferimento. Ad esempio, se la revisione è ogni 6 mesi, una volta rivista, qualunque siano i tassi di interesse, durante quei 6 mesi il tasso del mutuo sarà lo stesso.

Un aumento dei tassi di interesse tende a rendere più onerosa la rata mensile che dobbiamo pagare per il mutuo a tasso variabile.

– Nel caso dei depositi bancari, se è a tasso variabile, colpisce anche te, poiché più i tassi di interesse salgono, maggiore è la redditività che il prodotto ci darà.

In un deposito a tempo determinato, il cliente deposita denaro per un tempo prestabilito e in cambio riceve un interesse anch’esso fissato in anticipo.

Quindi, nei depositi, il tasso di interesse è quello che determinerà la redditività che questo prodotto finanziario offrirà.

– Con i prestiti succede la stessa cosa come con i mutui, se sono a tasso variabile, un aumento dei tassi di interesse influirà sulla rata periodica che dobbiamo pagare e la renderà più alta e costosa.

In un prestito personale il tasso di interesse è il denaro extra che deve essere restituito al prestatore per aver lasciato o anticipato del denaro.

Quali tipi di interesse esistono

– Quelli che si applicano a mutui, prestiti, ecc.

– I tassi di interesse ufficiali. Qui avremmo quelle messe in atto dalla BCE per le operazioni interbancarie (che sono il denaro che l’ente presta alle banche e il denaro che le banche stesse prestano)

– L’interesse legale del denaro, che viene utilizzato quando ci sono debiti, nonché quando l’erario effettua la restituzione dell’affitto dopo la scadenza.

– Marginal Credit Facility della BCE, che è un prestito con il quale le banche ottengono un prestito che devono rimborsare in 24 ore con un tasso di interesse fissato in anticipo e leggermente superiore a quello del mercato monetario. Diciamo che è l’ultima opzione per le banche di ottenere denaro quando non possono farlo sul mercato e poi vanno alla Bce.

– Marginal Deposit Facility della BCE con cui le banche possono effettuare depositi overnight e che sono remunerati ad un tasso di interesse precedentemente fisso e di poco inferiore a quello dei mercati monetari.

Cos’è l’Euribor?

L’Euribor è il tasso di interesse applicato alle transazioni tra banche in Europa. Per capirlo, è la percentuale che una banca paga come tasso quando un’altra le presta denaro. Questa è la media alla quale le banche europee prestano denaro per un determinato periodo ed è pubblicata giornalmente su base giornaliera, utilizzando la media mensile dell’Euribor a un anno principalmente per i mutui.

Abbiamo visto come influiscono i tassi di interesse prodotti finanziari. Vedrai che è un problema che in un modo o nell’altro riguarda praticamente tutte le persone, quindi mi è sembrato opportuno spiegare questi problemi.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply