Il rischio di investire in SPAC o società di assegni in bianco

La storia tende a ripetersi per sempre, nel bene e nel male, e anche in termini di investimenti, le cose non sarebbero andate diversamente.

Ci sono sempre alcuni tipi di investimenti che sono chiaramente fuori dal convenzionale, dall’ortodosso. Questo non deve essere necessariamente un male, ma nel caso in cui dovessi parlare con te, sì.

Si tratta di società di controllo in bianco, in particolare società con un tipo di attività incentrato essenzialmente sull’acquisizione successiva. Qui abbiamo già un chiaro elemento di differenziazione rispetto alla stragrande maggioranza delle entità quotate.

Come capirete, abbiamo a che fare con società nel più puro stile speculativo e che la stessa SEC (il regolatore del mercato azionario negli Stati Uniti) chiama “penny stock”.

Questi titoli sono inoltre caratterizzati da un rischio elevato per gli investitori, negoziazione al di sotto di $ 1 e una capitalizzazione di mercato molto bassa.

Sono anche conosciuti come SPAC (Special Purpose Acquisition Company). Pertanto, sono società con quasi nessuna attività operativa e il cui scopo è partecipare a una fusione o acquisizione con altre società prima di una certa data di scadenza. Pertanto, diventano pubbliche con un chiaro obiettivo di acquisto, con il quale cercano di raccogliere fondi per la futura e tanto attesa fusione o acquisizione di una futura società o start-up.

In realtà sono emersi negli Stati Uniti negli anni ’90 e il loro picco è iniziato lo scorso anno. Ma finora nel 2021 le cose stanno peggiorando, infatti negli ultimi 50 giorni il volume della SPAC è salito al 50% del massimo dello scorso anno e mancano ancora più di 10 mesi all’anno (circa 32.000 milioni di dollari raccolti ). Naturalmente, tutto ciò è motivo di preoccupazione in quanto si tratta di investimenti puramente speculativi che stanno sfuggendo di mano e che potrebbero finire per fare un vero disastro a molti investitori al dettaglio.

Immagine

C’è un indice molto interessante che fornisce esempi chiari di tutto questo argomento. Questa è la CNBC SPAC 50, che segue le 50 operazioni più grandi. Ebbene, questo indice sale già del + 15% nell’anno. Finora è tutto molto bello. Ma cosa succede se ti dicessi che negli ultimi 10 anni gli investitori hanno perso in media il -18% con questo tipo di investimento se hanno mantenuto l’investimento per 1 anno? Ah, va bene, 1 anno non è abbastanza ei dati non li servono, non succede nulla. Bene, stiamo andando a 3 anni di investimento, la perdita media è -16,75%. È meglio per loro in questo modo o giocheremo al gioco del gatto e del topo alla ricerca di limiti di tempo finché non ne troveremo uno adatto a loro?

Guarda, ci sono molti tipi di investimenti, sia per asset (azioni, indici, valute, materie prime, obbligazioni) che per prodotti (spot, futures, cfd, forex, opzioni), che fanno trading sia al rialzo che al ribasso, con o senza leva. Devi davvero andare alla ricerca di investimenti eterodossi? Vediamo, i soldi sono tuoi, ma cerco di capire cosa ci vuole per cercare avventure di tale profondità.

Iscriviti (è gratuito) e riceverai così gli articoli che vengono scritti comodamente e in tempo reale nella tua email. Clicca qui sottoscrivere

I miei servizi

Rivolto a chiunque sia interessato ai mercati finanziari, sia a chi vuole iniziare in piccolo e imparare, sia a chi investe da tempo. Tutto questo spiegato in modo semplice e divertente, con l’obiettivo che tutti lo capiscano indipendentemente dalle proprie conoscenze o esperienze.

Leave a Reply