Heartbeat trading, come fondi ed etf evitano di pagare le tasse

Il trading di heartbeat è uno stratagemma legale dall’era Nixon per cui i fondi comuni di investimento e gli ETF evitano di pagare le tasse.

  • Heartbeat trading è legale e lecito, è un’altra cosa se è dal punto di vista della morale o dell’etica.

  • BlackRock e Vanguard usano questa regola e lo fanno con l’aiuto delle grandi banche.

  • Si difendono sostenendo che prima o poi le tasse finiscono per essere pagate e che favoriscono anche gli investitori a lungo termine.

Ogni investitore lo sa i guadagni nelle compravendite di azioni passano attraverso i contanti, cioè le plusvalenze o plusvalenze che si ottengono chiudendo una transazione (per esempio perché abbiamo comprato qualcosa a un prezzo e l’abbiamo venduto a un prezzo più alto) sono soggette a tassazione (diversa questione è il carico fiscale che esiste in ogni paese circa).

Bene, c’è un regola fiscale che risale ai tempi di Nixon, attraverso il quale i fondi di investimento possono sottrarsi all’obbligo di pagare e versare imposte all’erario, purché le azioni siano utilizzate per pagare un investitore del fondo che si ritira. Cioè, attraverso questo standard o stratagemma fiscale, perché è proprio questo, uno stratagemma fiscale, i fondi comuni di investimento e gli ETF (exchange traded fund) possono permettersi legalmente di evitare di dover pagare le tasse sulla remunerazione del capitale mobile se i guadagni economici realizzati sono utilizzati per pagare un investitore che riscatta azioni.

Una tecnica conosciuta negli Stati Uniti come commercio del battito cardiaco, per cui fondi ed ETF non devono andare al Tesoro e pagare le tasse per i profitti realizzati.

Questa meccanica atipica, che è lecito e legale da un punto di vista legale (anche se qualcosa di diverso dal punto di vista morale o etico) sono svolte da fondi che vogliono svincolare quelle azioni che sono cresciute in modo deciso (e quindi hanno portato loro ottimi guadagni economici) ma non vogliono dover fare i conti con il Tesoro, non vogliono pagare le tasse (come se lo volessero altri mortali e investitori al dettaglio).

Naturalmente, i principali attori in queste operazioni di scambio di impulsi (i fondi e gli ETF) devono usa argomenti solidi e credibili per difenderti dalle critiche feroci, che in realtà non sono mai né numerosi, né intensi né conosciuti, più che altro perché è un argomento che la maggior parte degli americani non ne è consapevole. E che argomenti sono? Beh fondamentalmente due:

  • Sono operazioni di ingegneria finanziaria che in realtà quello che fanno è favore a quegli investitori in ETF la cui l’orizzonte temporale è a lungo termine.
  • Quelle tasse che ora possono essere evitate e non pagate, finiranno per essere pagati in seguito.

E quali mani forti si rivolgono regolarmente al trading heartbeat? In genere i grandi attori, quelli forti, i più conosciuti. Saresti sorpreso se te lo dicessi per esempio BlackRock e Vanguard? E ovviamente non possono farcela da soli, hanno bisogno di collaborazione ed è qui che grandi banche come such Bank of America, Credit Suisse, Goldman Sachs.

Che la maggior parte delle persone non sapesse tutto questo non è un ostacolo quindi non è qualcosa di molto più comune di quanto si possa pensare. Basti, come esempio numerico, dire che l’anno scorso più di 500 operazioni vale la pena $ 100 miliardi.

Ed è che è un buon momento per commentare tutto questo argomento, dato che avevo appena letto read Bloomberg che diversi fondi BlackRock hanno ricevuto un succoso afflusso di capitali e che tutto fa pensare, o almeno così si sente, che stiamo affrontando diverse operazioni di trading al batticuore, in totale poco più di 13.00 milioni di dollari, quasi nulla.

Bene, sai già qualcosa di nuovo e questo è in vigore da molto tempo. Come vedrai, caro lettore, è legge di natura, se sei uno dei forti hai a portata di mano mezzi che il resto di noi mortali né possiamo né sapere esiste, mezzi che ti permettono di sfruttare fatti e situazioni. In questo modo il divario tra il forte e il resto tende sempre ad allargarsi ancora di più se possibile. Ho detto, niente di nuovo.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply