Gli squatter vanno nelle seconde case

Pubblicato originariamente da minimalista

vedi Messaggio

Dani, quello che devi fare non è tagliare l’acqua o la luce ma abbassare al minimo la potenza elettrica e difficilmente possono usare anche un mixer, visto che per l’acqua non puoi abbassare la potenza basta smettere di pagare le fatture e già tagliala, questa è la differenza non la scorciatoia che tagli l’azienda.

Fai molta attenzione, perché se l’azienda taglia l’acqua per mancato pagamento, se l’inquilino (o inquilino che non paga) lo segnala, devi dimostrare che il mancato pagamento è causato in modo da avere insolvenza finanziaria in modo che sia non considerato un crimine di coercizione.

E abbassare il potere secondo il giudice che ti tocca, può anche essere considerato un crimine di coercizione … Dovrai dimostrare di abbassare il potere regolarmente. Ad esempio, seconda casa, la raccogli quando vai e la riporti alla tua prima casa. SE lo è, e tu fai lo stesso, potrebbe valerne la pena. In caso contrario: reato di coercizione.

È triste e odioso che lo sia, ma se sei accusato di questo crimine, la causa di sfratto è paralizzata fino a quando non sconta la pena (multa, risarcimento, ecc …) che cadi.

Cosa è stato detto: a fronte di una mancanza di certezza del diritto, è meglio investire in altri beni e darli via. Quando vedranno che non c’è mercato e non vengono pagate tasse di trasmissione per questa mancanza di movimento, cambieranno già la legge. Ma c’è ancora molto da fare.

Ciao

Leave a Reply