ETF a lungo termine. – Forum investireoggi.info

Albert0t0, grazie per aver aperto il fuoco su questo argomento.

Sto pensando di entrare in un ETF come un modo per diversificare geograficamente. Parte della base con cui non voglio complicare la mia vita con:

  • studio e monitoraggio di società estere
  • assumere un nuovo broker
  • doppie ritenute
  • gestione delle valute
  • eccetera …

quindi sto guardando i dividendi ETF che ING ha e voglio anche vedere quelli offerti da BBVA.

Con questo prodotto ho diversi dubbi. Ho chiesto due volte in ING, ma nessuna risposta soddisfacente.

Sul sito web di ING, DB ETF (LU0292095535) indica Dividendo: annuale. Nel Lyxor (FR0010378604) è indicato Dividendo: No. Secondo il sito web di BME, da aprile 2014 (riporta solo gli ultimi 12 mesi) ciascuno di questi ETF ha pagato dividendi in 2 occasioni. Come ho detto, ING non è stato in grado di chiarirmi questo.

È possibile fare un’analisi tecnica dell’ETF? I rapporti possono essere considerati come nelle azioni (RSI, CCI, MACD, ecc …)? In caso negativo, quali criteri vengono seguiti per sapere se è un buon momento o meno per entrare?

Finora le informazioni più dettagliate su un ETF sono state trovate sul sito web della BME.

Su questo sito web, i primi due ETF nell’elenco appaiono come liquidazione. Cosa succede quando il gestore decide di liquidare l’ETF? C’è un avviso obbligatorio? E i dividendi eccezionali?

Vedo anche che si parla di prezzi (massimo, minimo, medio, ultimo e chiusura). Da dove vengono questi prezzi? Come si relazionano al valore patrimoniale netto? Capisco che l’acquisto e la vendita di azioni avviene al prezzo del valore patrimoniale netto, come nell’IF è corretto?

Come si riflette la commissione del broker, lo sconto sul valore patrimoniale netto, fa un addebito annuale a ciascuna parte?

Insomma, ho molti dubbi che vorrei chiarire prima di entrare in questo tipo di prodotto e apprezzerei qualsiasi aiuto, chiarimento o commento che possiate fornire.

Un saluto.

Leave a Reply