Ence: analisi fondamentale e tecnica (PR LP = 0,5% -1%)

Ciao,

gpm, poiché il prezzo della cellulosa è espresso in dollari, Ence è interessata al fatto che il DLAR sia il più alto possibile.

Pensa che i costi di Ence siano in euro, più alto è il DLAR, meglio è.

Anche se in ogni caso solitamente è protetto dal tipo di modifiche, stabilendo soffitti e terra con derivati.

Per quanto riguarda il debito, Ence differenzia il debito dalle sue 2 attività e gli obiettivi sono di non superare 2,5 volte l’indebitamento netto / EBITDA nel business della cellulosa e 4,5 volte nel business delle energie rinnovabili:

Clicca sull'immagine per vedere una versione

Alla fine del primo trimestre del 2020 è stato speso per le 2 imprese. Non perché il suo debito sia aumentato molto, ma perché il suo EBITDA è diminuito molto per Parn.

Al momento, il rapporto debito netto / EBITDA del business cellulosa è 7,8 volte e quello delle rinnovabili 4,8 volte.

Sta adeguando i costi in modo accelerato, come quasi tutte le società, per ridurre questi rapporti piuttosto meglio, logicamente.

Perché i risultati del primo trimestre sono stati negativi, logicamente (e quelli del secondo saranno peggiori, come in quasi tutte le società):

Clicca sull'immagine per vedere una versione

Si noti che, tuttavia, il debito aumenta solo del 4%. Il peggioramento del rapporto debito netto / EBITDA è dovuto al calo dell’EBITDA, secondo Parn.

Tuttavia, Ence continua a investire per crescere. Come si vede nelle notizie di Vitramon, realizzerà nuovi impianti rinnovabili in Andalusia per un totale di 330 MW. E questo è molto per Ence, perché oggi ha una capacità totale di 316 MW, il che significa più che raddoppiare la sua capacità attuale:

Clicca sull'immagine per vedere una versione

Questa è l’attività più stabile di Ence, poiché il raddoppio della sua capacità aggiunge molta stabilità all’azienda nel suo insieme, logicamente.

Per darvi un’area shopping nel caso di Ence preferisco aspettare che escano i risultati del secondo trimestre, che è già breve (28 luglio).

Il 2-2,5 euro dovrebbe essere una buona zona per lo shopping, ma è meglio aspettare di vedere i risultati del secondo trimestre, a titolo precauzionale.

Ciao.

Leave a Reply