Dubbi sul ritorno dei 1500 dividendi

Dalla più totale ignoranza quando si tratta di una dichiarazione congiunta, come lo faccio sempre separatamente per ottenere più vantaggioso (ritorno di più), diciamo che in una dichiarazione congiunta la detrazione abitativa si applica una sola volta, invece, in una dichiarazione dei redditi separata , la detrazione dell’alloggio si applica a ciascun contribuente. Cioè, l’importo stanziato per l’ammortamento di questa casa viene diviso tra due, una parte per ogni contribuente, quindi questo è sempre interessante se supera l’importo ammortizzabile con una sola dichiarazione, anche se il suo è da fare la prova tramite la casa madre programmare sia congiuntamente che separatamente prima di confermare

Pertanto, in base al punto precedente, essendo sempre in utile e facendo dichiarazione separata, indipendentemente dal fatto che il conto titoli sia intestato ad un unico intestatario, effettuando la relativa modifica in bozza, è possibile applicare la detrazione del primi 1500 di ciascun possessore, dividendo per due l’importo percepito come dividendi.

Non l’ho mai fatto con le azioni, (s con il mutuo), perché i miei dividendi annuali sono ancora inferiori a 1500, ma mi è stato confermato in Tesoro quando mi ha chiesto, in quanto ho anche il conto dei nomi di valori a mio nome. Nel caso di una dichiarazione congiunta, immagino che come per l’alloggio, ci sarà solo una detrazione, ma si tratta di ipotesi non confermate.

Ora, forse, se c’è qualche dubbio è da chiedere al Tesoro.

Ciao.

Leave a Reply