Distribuzione (supermercati) e barriere all’ingresso

Ivancico, è così importante l’efficienza che dice Gregorio nei supermercati, che progettano i contenitori dei prodotti che vengono pensati nella distribuzione.

Se la bottiglia di olio da 1 litro è “quadrata” anziché “rotonda”, mettere un po ‘più di olio in ogni pallet. Pensa allo spazio morto lasciato tra le “pance” delle bottiglie rotonde. Il numero massimo di pallet da caricare su un percorso non varia, poiché il pallet europeo è progettato per l’ingresso di X pallet e non più nella scatola di un percorso. Ma se qualche litro di olio extra entra in ogni pallet, i costi di trasporto unitario diminuiscono.

Più leggera è la merce da trasportare, più importante è il fattore di progettazione dell’imballaggio, poiché i camion si caricano per metro cubo che occupi nelle loro scatole.

Guarda i succhi, i latti, i pacchetti di caffè … quasi tutto in mattoni quadrati.

Quelle che escono dalla norma, è per l’immagine del marchio: riesci a immaginare una bottiglia quadrata da 2 litri di Coca Cola? Una birra in mattoni di alluminio?

Logisticamente parlando, la distribuzione delle bottiglie di vetro di Coca Cola da 0,2 litri è orribile. Collo rotondo e alto (più spazio morto). Ma l’immagine del marchio pesa …

In questo settore compete per l’euro cntimo.

Offtopic: L’azienda che secondo me ottimizza molto bene questi costi è Apple. Se tennis iPod o iPhone, nella confezione c’è assolutamente 1:00 cb centmetro inutilizzato. La confezione sembra “mono” e “chic”, ma quante custodie per iPod entrano in un container da 40 piedi? Decine di migliaia di sicuro. Qual è il costo del trasporto unitario? Meno di UN CNTIMO di euro. L’invio di un container dall’Asia all’Europa via nave non dovrebbe superare i 3.000 euro.

Ciao.

Leave a Reply