Come si comporta il mercato azionario nei mesi di novembre

Come si comporta il mercato azionario nei mesi di novembre

Stiamo entrando in un nuovo mese e vedremo come si comporterà il mercato azionario nei mesi di novembre, il miglior mese dell’anno insieme a dicembre.

Ottobre 2021 è stato il mese migliore dal 2015

Lo sappiamo già come si comporta storicamente il mercato azionario nel mese di ottobreOra vedremo il turno di novembre, un mese davvero molto interessante. In effetti, ho già commentato all’epoca che i mercati azionari di solito hanno una buona performance nell’ottobre degli anni dispari, come nel 2021, poiché l’indice S & P500 è aumentato del +5% ad ottobre, risultando il miglior mese di ottobre dal 2015.

Come si comporta il mercato azionario nei mesi di novembre

Si può dire che storicamente il mese di novembre è uno dei mesi con il miglior andamento della Borsa durante tutto l’anno. Sì, lo so che la maggior parte degli investitori ha sempre creduto che questa posizione d’onore nella classifica si fosse svolta a dicembre, ma non è così. Sicuramente è perché dicembre monopolizza più luci perché è Natale e la fine dell’anno.

Come si comporta il mercato azionario nei mesi di novembre

Inoltre, guarda i seguenti dati:

  • Se prendiamo l’S & P500 dal 1950, novembre è il migliore di tutti i mesi.
  • Ma lo stesso è successo anche dal 2011.
  • Dal 2001 è il secondo miglior mese.
  • E negli anni successivi alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti è anche il secondo mese.

Quindi, senza dubbio, il dato migliore è il primo, poiché si presume che novembre sia il mese migliore dell’anno in un periodo di tempo considerevole, settant’anni niente di più e niente di meno. Inoltre in quel lungo periodo di tempo ha ottenuto una resa media del + 1,71%

I giorni migliori e peggiori di novembre per il mercato azionario

Se andiamo più in profondità nel mese di novembre dal 1950, possiamo dire che tende a iniziare bene salendo i primi cinque giorni e poi si prende facilmente fino a poco prima di arrivare al Giorno del Ringraziamento, che è il quarto giovedì di novembre.

A proposito, parlando di quei primi cinque giorni di novembre, quei giorni fanno parte di uno schema spettacolare che inizia il 28 ottobre e termina il 5 novembre ed è semplicemente magnifico.

Di giorni abbiamo i primi 5 con una redditività dello 0,17%, 0,32%, 0,41%, 0,19% e 0,28% rispettivamente. Successivamente rimane laterale con rialzi e ribassi molto simbolici, tranne nei giorni 20 (0,20%) e 19 (-0,36%). Quindi entriamo in un periodo favorevole che inizia il 21 e fino alla fine, un periodo in cui cade un solo giorno, che è il 22 (-0,03%). Novembre ha quindi 2 periodi di profitto consecutivi che vanno dal giorno 1 al giorno 5 (+ 1,38%) e dal giorno 23 al giorno 30 (+ 1,48%).

E, ultimo ma non meno importante, dire che dei 71 mesi di novembre dal 1950, 49 sono stati favorevoli e 22 negativi, il che produce una percentuale di guadagni il 69% delle volte e il 31% delle perdite.

I mesi migliori e peggiori di novembre per il mercato azionario

Il peggior mese di novembre dal 1950 è stato il 1973, quando l’S&P500 è sceso dell’11,39%.

Il miglior mese di novembre dal 1950 è stato il 2020 con una rivalutazione del +10,75%.

Ebbene, sapete già come si comporta la Borsa nei mesi di novembre, ora di metterci al lavoro.

Sopra prismabursatil.com ogni settimana vediamo mercati interessanti su cui investire, perché e come potrebbe essere sfruttato. Inoltre, potrai vedere tutti i corsi di trading (in video), in modo semplice in modo che il tempo non sia un problema.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply