Come lasciare le azioni ai nostri figli

Pubblicato originariamente da DrExo

vedi Messaggio

Dovremo pensare ad alternative per non dare allo Stato 1/3 dei nostri risparmi.

Le tasse di successione e donazione variano a seconda del grado di parentela, luogo di residenza, valore della proprietà e varie esenzioni.

La parte riguardante il luogo di residenza hai già commentato ea seconda della quantità di denaro da pagare non è irragionevole che in alcuni casi sia molto redditizio giocarci. Ma, come ho detto prima, le tasse di successione sono pagate dall’erede, ma le donazioni sono pagate dal donatore.

Gli immobili sono regolati dal regolamento del luogo in cui si trovano, ad eccezione dei non residenti, che sono regolati da regolamenti statali (esenzione zero). In altre parole, un’esenzione dai Paesi Baschi non si applica a un appartamento nel centro di Bilbao che un padre lascia a suo figlio, barista in un bar di Londra.
>> Edito: Questo fino al 1 ° gennaio di quest’anno, quando l’adeguamento della normativa fiscale alle disposizioni della sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea, del 3 settembre 2014 (causa C-127/12), e regolamento della dichiarazione di liquidazione dei contribuenti che devono tassare all’Amministrazione fiscale dello Stato. (Vedi commento sotto …)

Non puoi giocare molto con il grado di parentela, tranne tra coppie che diventano coniugi o partner di diritto comune.

Le eccezioni sono che danno il gioco. Uno dei pochi che conosco è per gli alloggi regolari. Ad esempio, un padre con un appartamento, dei soldi in banca e due figli dovrebbe provare a lasciare la maggior parte dell’appartamento al figlio che vive con lui nell’appartamento (o che si trova almeno in una situazione di registro in l) per ottimizzare la trasmissione.

Il valore delle merci si presta anche a strategie interessanti, alcune delle quali molto antiche. Questo valore può essere modificato in diversi modi, il più semplice è fare donazioni da vivi – invece di ereditare tutto al momento della morte – poiché le tasse di successione e donazione sono progressive e in molte AC le eredità inferiori a un certo importo sono quasi interamente esenti.

Dare vivo non significa perdere completamente il bene, in quanto il donatore può mantenere l’usufrutto dello stesso e dare la nuda proprietà. Nel caso delle azioni l’usufrutto è costituito dai dividendi e dal diritto di intervento in Assemblea, mentre la nuda proprietà è l’obbligo di farsi carico delle spese di mantenimento dell’intermediario.

Mai, trasmissioni frazionando l’immobile in usufrutto e nuda proprietà si riducono le tasse perché l’usufrutto ha un valore intrinseco che non si trasmette. E non solo, ma in usufrutto a vita condeixo muore l’usufruttuario il proprietario della nuda proprietà non deve pagare le tasse di successione per consolidare la sua proprietà.

Quanto vale un usufrutto? Dipende dall’età dell’usufruttuario … La regola generale è:
Valore = 89 – Età dell’usufruttuario
Tuttavia, il valore non può essere inferiore al 10% del valore dell’immobile (anche se l’usufruttuario ha 79 anni o più) o superiore al 70% (anche se ha meno di 19 anni).).

Tuttavia vedi che anche se solo per questo piccolo 10%, è un’opzione da considerare.

Leave a Reply