Come fare trading con i denti di sega

Immagine a dente di sega

Vedremo come fare trading con denti di sega o zigzag e come possiamo trarne vantaggio nelle nostre operazioni in qualsiasi mercato indipendentemente dal periodo di tempo.

Prima di entrare nel merito, lascia che te lo dica in prismabursatil.com “Il netflix finanziario”, sto caricando tanti video corsi per imparare ad investire in borsa e fare trading. Tutto questo partendo da zero, in modo semplice e divertente attraverso brevi video in modo che il tempo non sia un problema per te e tu possa imparare al tuo ritmo, dove e quando vuoi.

Cosa sono i denti di sega?

Quando c’è una tendenza definita, ad esempio rialzista, gli aumenti non sono solitamente verticali e senza sosta, ma dopo uno slancio verso l’alto c’è una piccola pausa sotto forma di flashback e poi le salite continuano.

La spiegazione di ciò è dovuta al fatto che quando c’è un rialzo, ci sono investitori che vengono acquistati all’interno, ognuno con un orizzonte temporale diverso (alcuni operano nell’intraday, altri nel breve termine e altri nel medio o lungo termine) e naturalmente, con stop loss diversi e target diversi, quindi è normale che alcuni escano dall’operazione prima di altri (nel bene se raggiungono l’obiettivo o nel male se si salta lo stop loss).

È proprio questo fatto che fa sì che all’interno di un rialzo, improvvisamente ci sia una pausa o una battuta d’arresto, poiché alcuni investitori hanno visto chiudere le loro operazioni. Il positivo è che questa azione provoca una reazione, che si ferma e si ritrae a sua volta incoraggia altri investitori ad acquistare approfittando del fatto che il prezzo è sceso ed è più economico e più attraente e che le condizioni rialziste non sono cambiate. In questo modo, l’ingresso di questi nuovi investitori provoca nuovamente aumenti in quel mercato in questione.

Come fare trading con i denti di sega

Come parte di analisi tecnica che funziona molto bene, è particolarmente importante sapere come usare il dente di sega entrare, aderire a favore della tendenza esistente. Ma la domanda chiave è come facciamo a sapere se le cause che mantengono il trend sono ancora valide? Perché ovviamente, la paura o il dubbio degli investitori è che non entreranno credendo di unirsi al trend ad un prezzo migliore e si scopre che sono entrati quando tale trend è già terminato ed è in calo.

Grafico con un esempio di denti di sega

La risposta sta nel alti e bassi crescenti. Se vedete il grafico, ci sono 4 punti (caselle verdi) che sono i 4 denti di sega, 4 livelli che si sono formati all’interno di un trend rialzista, battute d’arresto che hanno subito fatto riprendere i rialzi.

– Prima di tutto devi guarda la matrice, cioè, il primo punto di ritracciamento all’interno di un trend rialzista. Tutto ciò che non perde questo livello implica forza verso l’alto e assenza di debolezza.

– Si vede come la matrice non sia andata persa (era pareggiata, zona A essendo un buon punto di acquisto.

– Più tardi puoi vedere come il gli alti stanno salendo (i cerchi gialli) e il minimo o i denti della sega stanno salendo (caselle verdi).

– I denti della sega (matrice, punti A, B, C, D) sono ascendenti, conferma forza rialzista, non ha mai perso nessuno di loro, quindi nessuna debolezza.

– Detti punti A, B, C, D sono potenziali livelli di acquisto (ricordando che il punto A è l’acquisto quando coincide con la matrice), così come ogni volta che il prezzo rompe i cerchi gialli sopra.

– Ma non tutti i denti di sega presentano, a priori, la stessa forza o affidabilità. C’è l’obbligo di sapere se si tratta di una zona a dente di sega interessante o invece comporta più rischi del solito: maggiore è il raggio di movimento o di corsa prima e dopo il dente di sega, più affidabile sarà.

Esempio: il punto A è forte e affidabile perché l’intero arco di movimento precedente (l’intera caduta dal punto 1 al punto A è un buon intervallo di movimento) e l’intero arco di movimento successivo (l’intero aumento dal punto A al punto 2 è un’altra buona gamma di movimento) sono di buone dimensioni.

D’altra parte, ad esempio, il punto C è il più debole e in teoria il più rischioso, perché il suo precedente raggio di movimento (la caduta dal punto 3 al punto C) è piccolo, molto più piccolo rispetto all’esempio precedente.

Bene, abbiamo già visto come scambiare i denti di sega?Avrai visto che non è complicato, devi solo guardarlo. Naturalmente, dovrebbe essere integrato con le tecniche di funzionamento con parentesi e con resistori in modo che tutto sia perfetto.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente nella tua posta i post che vengono caricati sul blog. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply