Come competere con il trading ad alta frequenza

Il documentario è molto sciolto, commette grossi errori e non è nemmeno in grado di mantenere una trama. Mi fa sentire come se fosse stato preparato da persone che avevano poca idea di cosa stessi parlando, perché ci sono modi per distorcere la verità che sono molto meno ovvi e quindi molto più efficaci.

Non vedevo che le azioni di P&G fossero quotate – anche per pochi millisecondi – a 0,10 dollari citati nel presunto documentario, che ho estratto perché il minimo del 2009 era 45 dollari, 450 volte di più.

Rispetto a “la ogni sbita del 6 maggio 2010”, il documentario commenta dal minuto 13:16:

Ciò significa che 127.000 dipendenti del gigante industriale P & G potrebbero essere stati in difficoltà: la quota di P & G ha appena perso il 35%.

(…) Il crack del mercato azionario del 5 maggio fa quasi smettere di sorridere la ragazza bionda dello spot. In pochi minuti, le azioni P&G perdono la metà del loro valore. Quali sono le conseguenze? Se questa tendenza fosse continuata, la multinazionale avrebbe potuto essere in ginocchio e potrebbe aver visto la chiusura di diversi stabilimenti senza una ragione apparente.

Il prezzo delle azioni P&G scende a 10 centesimi, ma questo non rappresenta affatto la realtà economica e imprenditoriale. Tra il 6 maggio e la notte del 6 maggio, a P&G non è successo nulla che giustifichi la variazione del prezzo delle sue azioni.

Un chiaro esempio del perché è così pericoloso lasciare che agenti robotici giochino da soli con la borsa.

Cioè, afferma prima che l ‘”economia reale” avrebbe potuto essere influenzata dal calo dei prezzi, poiché è “molto pericoloso lasciare che gli agenti robotici giochino da soli con la borsa”, come il calo del prezzo delle quotazioni “non rappresentano in assoluto la realtà economica e imprenditoriale. Tra la mattina del 6 maggio e la notte del 6 maggio alla P&G non è successo nulla che giustifichi la variazione del prezzo delle sue azioni “.

Dio stesso, questo è molto fangoso, mi ricorda in Spagna “Bienvenido, Mister Marshall”:

Come tuo sindaco, ti devo una spiegazione e ti pagherò per quella spiegazione. Che io, come tuo sindaco che sono, ti devo una spiegazione, e questa spiegazione che ti devo, ti pagherò, perché io, come tuo sindaco che sono …

Leave a Reply