Coca Cola: analisi fondamentale e tecnica (USA) (PR LP = 2% -4%)

Coca Cola: analisi fondamentale e tecnica

Sposto questa analisi dal thread che ho aperto “Impariamo da Buffett” perché penso che abbia una posizione migliore in questo subforum

COCA COLA

Dati aziendali
Fondata nel 1886
Dipendenti: 139.800
Vendite nel 2011: 46,2 miliardi di dollari
Utile netto nel 2011: 876 miliardi di dollari
BPA nel 2011: $ 3,85
Crescita annuale media del BPA: 9,18%
Valore contabile per azione: $ 14,60
Crescita media annua di VCA: 12,32%
Dividendo / Rendimento per il 2011: $ 1,88 / 2,8%
Anni di acquisto di Buffett: 1988, 1989, 1994
Media per azione pagata dal Berkshire: $ 6,50
Mercato azionario: Borsa di New York (NYSE)
Nome abbreviato: KO

La Coca-Cola è uno dei pochi prodotti che ha raggiunto ogni angolo del mondo. Dal 1886, anno della sua fondazione, non ha smesso di crescere fino ai giorni nostri, quindi sia il traiettoria come l’internazionalizzazione sono indiscutibili.
Abbiamo già il file vantaggio competitivo sostenibile.
Cosa possiamo imparare dalla storia di questa azienda? Quello stesso prodotto ha creato un’immensa quantità di patrimonio per un lungo periodo di tempo e probabilmente rimarrà tale per molto tempo. Pensiamo al prodotti prevedibili, benefici prevedibili e costi di ricerca e sviluppo minimi o nulli.

Crescita dell’utile netto per azione di Coca-Cola
Dal 2001 al 2011 ha avuto un incremento del 140% con un tasso di crescita annuo composto del 9,18%
BPA nel 2001 $ 1,60
BPA nel 2011 $ 3,85 rappresenta una crescita costante.

Storia del valore contabile per azione
al periodo dal 2001 al 2011 ha registrato un incremento del valore di carico per azione del 219%, non ha mai subito un anno di perdite ed è cresciuto ad un tasso composto annuo del 12,32% nell’ultimo decennio, che è ciò che Buffett sta cercando: a azienda con un valore sottostante in crescita che aumenta di anno in anno.
Come abbiamo già fatto l’esercizio nel post relativo al calcolo del tasso di rendimento https://www.investireoggi.info/foro…ght=aprendamos
post Nº 7, con l’esempio della Coca-Cola, non lo ripeterò.

Fallo solo notare, per un investitore di valore, la proiezione futura di Coca-Cola è più che prevedibile a causa della sua lunga storia, dei suoi profitti costanti, sostenibili e in crescita e che tutto questo è un motivo sufficiente perché Warren Buffett abbia investito 13 miliardi di dollari in azioni Coca-Cola.

Leave a Reply