CFD e opzioni su indici

Ciao,

Padawan e le terme lo hanno spiegato bene.

Quello di essere “market maker” che commentano le terme è un po ‘tecnico, ma molto importante. È più importante nelle operazioni a brevissimo termine, dove ci si aspetta di guadagnare pochi centesimi.

Ad esempio, se l’idea è di acquistare a 4 e vendere a 6, per il broker CFD essere un market maker è meno importante. Forse i prezzi equi saranno comprare a 4 e vendere a 6, e in realtà comprare a 4,07 e vendere a 5,95. Guadagni un po ‘meno, ma ne vale la pena.

Tuttavia, nel caso del trading a breve termine, quando ti aspetti di acquistare a 4 e vendere a 4.10, avere il broker come market maker può significare perdere quasi tutti i profitti e persino perdere un po ‘di soldi.

I futures dei mercati organizzati (Meff, Euronext, ecc.) Sono molto più raccomandabili.

Ciao.

Leave a Reply