Cercando di imparare – Forum investireoggi.info

Si è detto prima che io e La Borsa ci siamo presentati 6 mesi fa. La conosco a poco a poco, anche se con molto interesse. Non sa chi sono, non le importa nemmeno e non credo che lo saprà mai. In ogni caso, il proprietario di questa casa, è senza dubbio ciò che è riuscito a trasmettermi il profondo, ossessivo entusiasmo per essa e, naturalmente, tutti questi ospiti dai quali sto imparando a passi da gigante.
Dato che ho poca conoscenza, pochissima, l’unica cosa che posso contribuire qui è la mia storia, con le mie emozioni, con i miei errori da principiante, con il mio flauto se si tratta di suono.

Dopo tante pagine internet e due libri sono arrivato da Gregorio. Vado a 4 dei suoi libri e alcuni altri (Params, Weinstein, Murphy) Ora li sto rileggendo per capirli meglio, sottolineando e cercando di smettere di aggrapparmi ai nuovi concetti – beh, e quelli vecchi. Sto imparando molto, molto, anche se ancora non è niente, niente, niente.

E niente è niente, perché in questa fase in cui sono io a prendere le sue decisioni, tutto sovrano, ah con occhio di falco prendo la mia prima decisione: GIORNO, di cui mi occuperò più tardi.

È vero che sto imparando e do per scontate le idee di chi va avanti a m. E se saprai interpretarli correttamente, sarai brbaro. Presumo dal buono, senza dubbio per un minuto, la questione della diversificazione. Che è necessario avere un portafoglio ampio migliore di uno molto piccolo, quello migliore in più settori, che se si tratta di una diversificazione temporanea, maggiore è la probabilità di selezionare meglio, e se è in mercato e valuta diversi ancora meglio.
E qui arriva il problema della selezione, della fretta, dei settori e delle opportunità, dell’audacia e della mia ignoranza.

All’apice di gennaio, mai prima nella mia vita avevo sentito parlare di Reunited Techniques di Arcelor Mittal, non sapevo cosa fosse Viscofn, né sapevo che DA era quotata in borsa o che Mercadona non lo era. Tuttavia ad aprile avevo un foglio di calcolo completo con massimi e minimi annuali, ebitdas, Pers, BPA, RPD e persino statistiche con simulazioni di cosa sarebbe successo se avessi acquistato in diverse date casuali diverse società seguendo strategie diverse, B&H, GAD, reinvestendo dividendi e senza farlo.

E sapendo, e l’ho detto ad alta voce, che il solo ingresso nel mercato mi avrebbe portato uno schiaffo, lo considero parte dell’apprendimento.
Ho fatto una prima selezione di obiettivi, delle aziende che inizialmente consideravo che volevo far parte del mio portafoglio, che mi ha generato più fiducia, che potevo pensare che avessero fondamentali migliori (la realtà è una e ciò che posso credo che sia un altro) e che avrebbero funzionato bene nelle mie simulazioni passate con il foglio di calcolo. E non so dove andare GIORNO. Sarà alla fine della riga di selezione? L’elenco sarà molto ampio? Forse salto una colonna. Non lo so.

S il s. Fava ha installato un radar con i 35 valori dell’IBEX-35 e DIA era pericolosamente vicino ai minimi in 52 settimane e questo è stato un segnale molto importante per me da monitorare.
Volevo diversificare. Sicuramente tra pochi mesi, qualche anno avrebbe dovuto avere un portafoglio di 15-20 titoli e all’interno dell’IBEX35 uno dei settori, servizi al consumo, commercio, sarà DAY, come BBVA nel settore bancario, ACS nell’edilizia.
E poiché ero così vicino ai minimi annuali, ho iniziato a concentrarmi sulla DIA come grande obiettivo. Avevo appena assunto ClickTrade per operare ed ero così ansioso di prendere confidenza con la piattaforma, il tipo di ordine, l’opportunità in questo momento però che quando si guarda il grafico lo proietta verso l’alto e non perché è più difficile guardalo giù. Se va in discesa, sappiamo tutti che può succedere, quindi sali. Tuttavia, se sale e fa molto, puoi persino venderlo e vincere …

Ben maldestro di m, pensa di vedere che una piccola salita precedente era un cambio di tendenza del ribassista verso le nuvole. Se era ai minimi annuali non aveva altra via che verso l’alto. Ho visto un terreno chiaro, anche se a maggio per me la parola “terra” aveva un significato più ambiguo e indefinito.

Dalla mattina seguo l’evoluzione dei prezzi GIORNO, vedendo le curve, le svolte, con il dito sul mouse senza osare, desideroso di inviare l’ordine, timoroso di vedere se comprerò 5000 azioni invece di 500 o peggio dell’anno, tu sfuggiranno al prezzo e perderanno questa grande opportunità. Ho lanciato l’ordine a quello che sarà il miglior prezzo di acquisto della giornata e con un ritardo di 15 minuti vedevo le quotazioni sul cellulare. Compro 500 azioni al minimo della donna.

Leave a Reply