buono e prestito = stessa cosa?

Ciao, tutto quello che dici è corretto.

Una differenza fondamentale è qual è il rischio in ciascun caso e quanto è facile trasmetterlo.

Ad esempio, se BBVA concede a Jazztel un prestito di 1 milione di euro, il rischio che Jazztel non paghi è a carico di BBVA. Finché questo prestito non scade, BBVA ha un rischio potenziale con Jazztel a causa dell’importo in sospeso.

Ma se BBVA emette obbligazioni per Jazztel per 1 milione di euro, BBVA non corre alcun rischio, poiché il rischio in questo caso è gestito da persone, fondi di investimento, ecc. lascia che comprino queste obbligazioni. In questo caso, BBVA addebiterà una commissione per eseguire l’operazione e il suo rischio sarà sempre zero (a meno che non si impegni ad assicurare l’operazione, il che significa che si impegnerà ad acquistare le obbligazioni che non vengono acquistate dagli investitori, mutuo fondi, ecc.).

Dal punto di vista di Jazztel, e se le condizioni di interesse e i termini di rimborso fossero gli stessi, il costo di un’opzione o dell’altra sarebbe simile. Ma per l’azienda che emette obbligazioni (e soprattutto azioni) ha un vantaggio in più, dei cosiddetti intangibles, che è la pubblicità gratuita che comporta. Se Jazztel chiede un prestito, praticamente nessuno lo scopre, ma se emette obbligazioni, il nome di Jazztel sarà visto e ascoltato da broker, investitori, ecc. Su base giornaliera. senza che Jazztel debba pagare nulla. In Spagna c’è poca tradizione di investire in società a reddito fisso tra i piccoli investitori, quindi è più chiaro con le azioni. Pensa alla differenza tra Jazztel (in elenco) e Symio (non in elenco). Il nome di Jazztel appare quotidianamente su Interecoma, Expansion, El Confidencial, La Gaceta dels Negocis, ecc. gratuitamente quando si parla di notizie aziendali, quotazioni di borsa, ecc. Tuttavia Symyo esce solo se paghi, perché le notizie su Symyo vengono pubblicate pochissime e non ci sono citazioni da riportare. Qualcosa di simile accade con le obbligazioni, anche se non è così chiaro perché ci sono molte più persone in Spagna che acquistano azioni di società rispetto a quelle che acquistano obbligazioni di società.

Per quanto riguarda la facilità di trasferimento del rischio se BBVA concede un prestito a Jazztel può trasferirlo ad un’altra banca in tutto o in parte in qualsiasi momento, ma ciò richiede una serie di trattative banca a banca che hanno il loro costo in i soldi. Per trasferire questo rischio a qualcuno che non sia una banca (investitori privati, fondi di investimento o pensione, ecc.), BBVA deve prima trasformare questo prestito in obbligazioni (cartolarizzarlo) e poi vendere le obbligazioni.

Le obbligazioni sono molto più facili da vendere perché sono quotate sul mercato e la loro vendita è pressoché immediata, all’interno della liquidità di ciascuna obbligazione come è logico. Acquirente e venditore non hanno bisogno di conoscersi, incontrarsi, parlare di condizioni, pensarci, ritrovarsi di nuovo, restare un giorno per firmare e così via.

Un saluto.

Leave a Reply