Aumentano i catalizzatori a favore delle Borse


Buona settimana per le azioni mondiali, alcune delle quali hanno persino stabilito nuovi massimi storici. E ci sono state diverse ragioni per questo, alcune generali e altre locali.

Ne espongo alcuni:

  • I buoni risultati di aziende come Adidas e Siemens.
  • Buoni dati macroeconomici da diversi paesi, come la Germania con la produzione industriale e le esportazioni e la Cina con i dati del commercio internazionale.
  • Curiosamente, i dati sulla cattiva occupazione negli Stati Uniti sono positivi per i mercati azionari perché ciò costringerà la Federal Reserve a mantenere la sua attuale politica monetaria, e dobbiamo ricordare che si vociferava che se la ripresa economica fosse andata bene, avrebbero potuto ritirare il stimoli prima del previsto Anche Janet Yellen, segretaria del Tesoro ed ex presidente della Fed, ha fatto un commento personale in tal senso. Pertanto, prima del 2023 sembra difficile per la Fed apportare modifiche sostanziali.

L’Ibex 35 è stato nella settimana dei migliori indici europei ed è riuscito a chiudere sopra la barriera psicologica dei 9.000 punti, a tre mesi dall’ultima volta che lo ha fatto e ha chiuso la settimana in rialzo del + 2,77% in quella che è la sua 4a settimana in verde in una riga. Nonostante sia il miglior indice del Vecchio Continente, è ancora lontano dagli altri, tra i quali alcuni hanno raggiunto livelli record di recente e altri sono su massimi superiori a dieci anni.

I cinque migliori titoli Ibex della settimana sono stati Sabadell + 15,97%, Fluidra + 11,76%, ArcelorMittal + 11,62%, Repsol + 8,69% e Cie Automotive + 6,48%. Da parte loro, i valori peggiori sono stati PharmaMar -10,36%, Siemens Gamesa -7,97%, Solaria -4,08%, Indra -3,52% e Acciona -3,51%.

Buono anche il resto dei mercati europei nella settimana, con il Dax tedesco in rialzo del + 1,74%, il Cac francese + 1,85%, il Ftse britannico + 2,42% e il Mib italiano + 1,95%.

A Wall Street, il Dow Jones ha raggiunto i massimi storici ed è stato di 24 finora quest’anno, anche l’S & P500 ha battuto un record e il Nasdaq è ancora del 2,4% in meno rispetto al record stabilito il mese scorso.

Il sentimento degli investitori (AAII) è il seguente:

– Sentiment rialzista (aspettative che le azioni saliranno nei prossimi sei mesi): è salito di 1,7 punti al 44,3% ed è ancora al di sopra della sua media storica del 38% e sono state 23 settimane nelle ultime 25 settimane.

– Sentiment ribassista (attesa che le azioni scendano nei prossimi sei mesi): è sceso di 2,5 punti al 23,1% ed è ancora al di sotto della sua media storica del 30,5%.

E adesso quello? Ebbene, guarda, sono ancora in vigore i catalizzatori favorevoli per gli Scambi che già avevamo, come il tasso di vaccinazione nei paesi, la diminuzione generale delle infezioni e dei decessi, nonché la progressiva revoca delle misure restrittive sulla mobilità. Ma a tutto questo, che non è cosa semplice, bisogna aggiungere che la ripresa delle economie mondiali continua la sua marcia (gli ultimi dati macro lo confermano) e anche la Federal Reserve e la Banca Centrale Europea dovranno continuare a mantenere i tassi di tassi di interesse molto bassi e massicci programmi di acquisto di asset, eliminando così quella possibilità o run run che potrebbe essere in anticipo rispetto al programma pianificato.

Per quanto riguarda le valute, diciamo che l’euro ha chiuso la settimana in rialzo del + 1,2% nei confronti del dollaro. È vero che generalmente, come mostra la storia, il mese di maggio è solitamente favorevole al biglietto verde, ma quest’anno il mese di maggio potrebbe essere diverso, soprattutto nei confronti di altre valute come l’euro, la sterlina britannica e il dollaro australiano.

Le materie prime stanno ancora volando e il loro benchmark è ai massimi. Abbiamo il petrolio Brent che supera i 68 dollari al barile e il rame ai massimi storici. ma è che l’ascesa di questo mercato non è da adesso, infatti i numeri dell’ultimo anno parlano da soli:

  • Legno + 347%
  • Petrolio + 148%
  • Benzina + 139%
  • Mais + 124%
  • Rame +94
  • Soia + 84%
  • Argento + 76%
  • Palladio + 70%
  • cotone + 63%
  • Zucchero + 63%
  • Platino + 57%

Ma per numeri incredibili, andiamo alle criptovalute e guardiamo a ciò che alcuni hanno solo finora nel 2021:

  • Dogecoin + 14,054%
  • Solana + 2818%
  • Terra + 2435%
  • BitTorrent + 2267%
  • Ethereum + 1609%
  • Binance + 1605%
  • VeChain + 1017%
  • Cardano + 743%
  • Uniswap + 718%
  • XRP + 615%
  • Filecoin + 528%
  • Polkadot + 331%
  • Litecoin + 174%
  • Bitcoin + 100%

Impara a conoscere prismabursatil.com dove troverai video di formazione, trading di azioni e corsi di investimento, pillole di formazione, analisi di mercato, idee operative, monitoraggio del mercato, opinioni. Ogni giorno nuovi contenuti

Prisma del mercato azionario

per Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 € 10 al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a € 10 / mese

Perché dovrei iscrivermi?

Leave a Reply