Articolo di WP sugli aristocratici dei dividendi

Ciao,

Ci sono molti argomenti molto interessanti in questo thread.

La strategia DGI (far crescere i dividendi e vendere se una ristagna o la riduce di un anno) è una strategia a medio termine, non a lungo termine. Definire. A medio termine penso sia una strategia complicata, in cui è facile sbagliare. Non la vedi come una strategia a lungo termine, perché non lo è.

Gli aristocratici dei dividendi pensano che sia qualcosa che dovrebbe esistere, ma penso che stiano facendo più male che bene per molto tempo. Porta a comprare molte volte nei momenti peggiori per comprare, poi a vendere nei momenti peggiori per vendere e così via. Ed è molto distorto dalla questione dei pagamenti delle società statunitensi di cui abbiamo discusso altre volte.

Gli aristocratici dei dividendi hanno raggiunto un punto in cui il futuro sarà probabilmente peggiore del passato (perché non possono più mantenere i pagamenti per rimanere in quelle liste).

Penso che sia stata una buona idea sopravvalutare, e questo è stato a lungo piuttosto distorto. Ecco perché sta diventando sempre più rischioso fare affidamento sugli Ariscrata del dividendo per investire.

Per quanto strano possa sembrare, nel dividendo Aristocrats ci sono (o sono state) aziende che non sono a lungo termine, come Polaroid. Sono aziende in crescita che sono cresciute per molti anni.

Un’altra domanda importante: più dividendi crescono l’azienda, meglio potrebbe non essere a lungo termine. Ad esempio, immagina 2 società attualmente scambiate con un rendimento da dividendo dell’1% e del 5%.

L’1% è molto più semplice per aumentare il tuo dividendo (aumentando il payout, come hanno fatto molte aziende statunitensi negli ultimi decenni, e probabilmente non saranno più in grado di continuare a farlo nei prossimi decenni).

Ma sarà assolutamente necessario aumentare i suoi profitti dell’1% in modo che sia un investimento migliore rispetto al 5%, intendo il caso dell’1% scambiato a PER 25 perché è “crescita”, e il contributo del 5% a PER 10-12).

La Coca Cola è un buon esempio per capire cosa spiego che devi sempre vedere il perché dei numeri.

La Coca Cola è una buona compagnia a lungo termine. Ed è cresciuto bene negli ultimi decenni.

Va però notato che negli anni ’70 la coca cola era una bevanda per feste e compleanni, e poi è riuscita a trasformarla in una bevanda quotidiana. E questo all’inizio mi ha sorpreso molto. Ricordo che le prime persone a comprare bibite al supermercato per il consumo quotidiano erano una minoranza, e sembrava una moda passeggera. Non lo era, e da qui la grande crescita che la Coca Cola ha avuto negli ultimi decenni, poiché è passata dal consumo-5-10 dell’anno a 100-200. Queste sono figure didattiche, non le ho prese da nessuno studio.

Quello che sta succedendo ora è che molte persone vedono che non è bene prendere queste bevande analcoliche così regolarmente. Ci sono persone che stanno riducendo il loro consumo e persino che hanno smesso di prenderli. Anche se il consumo è rimasto a questi 100-200 da quando l’ho indossato, è impossibile che si moltiplichi ancora di 10-20 volte, come è successo dagli anni ’70.

Inoltre, la Coca Cola ha raggiunto tutti molto bene. E va bene, ma è per questo che gli rimangono pochi passi per crescere.

Tra i lati positivi, ora ha più tipi di bevande rispetto a prima, può andare negli yogurt e nei latticini (il pensiero orientale) e così via.

Voglio dire, è una buona azienda in cui investire, ma devi diversificare in molti altri settori. E scegliere nomi aristocratici dal dividendo penso sia un caso di investire “guardandosi nello specchietto retrovisore”.

Nel caso di GE, il problema non è stato il suo business in sé, ma il debito e la divisione finanziaria.

Per quanto riguarda il motivo per cui penso che sia meglio investire in azioni piuttosto che in ETF, l’altro fornisce l’articolo 1:

https://www.investireoggi.info/Est…s-indices.html

Ciao.

Leave a Reply