AENA: Analisi e notizie fondamentali (PR LP = 2% -4%)

Pubblicato originariamente da JohnDoe

vedi Messaggio

È un cattivo esempio confrontare Unibail e AENA. I rapporti di leva di entrambi i precovid non hanno nulla a che fare. Meno risorse. Confronta CC con gli aeroporti non ha nulla a che fare. I CC affrontano, oltre alla temporalità del covid, uno sconvolgimento settoriale, che il mercato sconta. Nessuno dubita che nel 2023 gli aeroporti come asset continueranno ad avere lo stesso NAV o superiore. Il CC al contrario. Che, occhio, il mercato abbia saputo passare alla perturbazione che attende, di questo non discuto, ma che di certo il rischio non è lo stesso, e quindi quelli convenienti.

Concordando sul fatto che non sono confrontabili, l’esempio è venuto a illustrare la grande diluizione che può causare un aumento di capitale e dove può portare il prezzo di un’azione. Certo, il fatto che Aena non debba raccogliere capitali in questo momento non significa che se le cose si allungheranno (e per ora si allungheranno) non sarà vista in guai seri per il peggioramento della sua situazione finanziaria. In altre parole, Aena ora non pensa di aver bisogno di espandere il capitale o qualsiasi aeroporto. Ma come in 12 mesi la situazione continua così, può essere, ed è un rischio scontato nel prezzo delle azioni. Se ciò accadrà, URW dovrà probabilmente fare 2 o 3 aumenti di capitale per essere un’azienda finanziariamente peggiore e avere asset peggiori, sì, ma una cosa non toglie l’altra.

D’altronde che “nessuno ha dubbi” … Ho molti dubbi che nel 2023 gli aeroporti avranno lo stesso traffico del 2019. Da un lato bisognerà vedere se il virus è stato debellato o se continua a causare limitazioni, e dall’altra per vedere in che stato si trova l’economia mondiale (e quella spagnola, che è dove AENA ha i suoi aeroporti). Se tutto fosse così chiaro, il NAV sarebbe lo stesso, sarebbe impossibile che si espanda, ecc., Aena sarebbe a € 150, Fraport a € 60 e gli aeroporti di Parigi a € 120, almeno. Ma in questo momento stanno perdendo soldi, non si sa quando lo vinceranno di nuovo e cosa succederà lungo la strada, e non si sa quando recupereranno i profitti a livello del 2019. Pensi al 2023 ma questa è la tua opinione , potrebbe arrivare una grande crisi e la Spagna (e Aena) dipendono in parte dal turismo, potrebbe essere necessario andare al 2025 o più per vedere entrate e profitti come nel 2019. Ciò altera notevolmente il NAV e i flussi previsti.

Si spera che nel 2023 siamo come nel 2019, ma questo è lo scenario più ottimistico che non deve essere necessariamente soddisfatto. Penso che le società di infrastrutture rappresentino una buona opportunità in termini di redditività / rischio, ma è perché ora soffrono molto ed sono già 8 mesi, e ci sono ancora altri mesi. Nessuno sa quando potrai viaggiare normalmente.

Ciao

Leave a Reply