Aegon – Forum investireoggi.info

Grazie, ho appena inserito una piccola voce su di esso di recente (allo stesso tempo stavo annullando l’iscrizione alla OCU).

Poiché oggi ho ricevuto un’e-mail con i risultati semestrali, incollo i dati qui. Mi sento come se fossero in inglese, non ho voglia di tradurre in questo momento.

L’utile netto aumenta a 618 milioni di euro riflettendo gli utili realizzati e minori altri oneri

– Gli utili sottostanti diminuiscono del 5% a 1.010 milioni di EUR, riflettendo un reddito da commissioni inferiore a seguito di saldi patrimoniali medi inferiori negli Stati Uniti e investimenti nell’attività a sostegno della crescita
– Perdite di valore equo per 394 milioni di EUR, a causa di un rafforzamento delle riserve assicurative nei Paesi Bassi a seguito di movimenti sfavorevoli del credit spread
– Guadagni realizzati su investimenti per 275 milioni di euro, guidati dal surt di obbligazioni per ottimizzare i portafogli di investimento nei Paesi Bassi
– Altri oneri di 93 milioni di EUR includono 64 milioni di EUR di modifiche al modello e ai presupposti, principalmente negli Stati Uniti
– Il rendimento del capitale netto scende al 9,6% a causa dei minori utili netti sottostanti

Deflussi netti per 2,7 miliardi di euro nonostante i maggiori depositi lordi

– Deflussi netti per 2,7 miliardi di euro dovuti alle interruzioni dei contratti nei piani pensionistici statunitensi, nonché ai deflussi nelle attività di rendite degli Stati Uniti e sulla piattaforma istituzionale del Regno Unito. Questi sono in parte compensati dalla raccolta netta in Asset Management e nei Paesi Bassi
– I nuovi saldi vita diminuiscono del 4% a 405 milioni di euro
– I salari delle assicurazioni contro gli infortuni e le malattie sono diminuiti del 45% a 117 milioni di euro, a seguito dell’uscita annunciata in precedenza di alcune linee di prodotti e dei minori salari per benefici volontari negli Stati Uniti
– La produzione di nuovi premi Property & Casualty è aumentata del 7% a 65 milioni di euro

Un aumento del dividendo provvisorio, una solida posizione di capitale e una generazione di capitale normalizzata aiutano

– L’acconto sul dividendo 2019 aumenta del 7% a 0,15 EUR per azione
– Solvency II ratio del 197% al vertice della target zone; il rapporto diminuisce a causa degli impatti negativi sul mercato
– Generazione di capitale normalizzata al netto di spese di holding per 714 milioni di euro. Generazione di capitale per (788) milioni di EUR, compresi impatti negativi sul mercato per 1,4 miliardi di EUR e elementi una tantum di (114) milioni di EUR
– Gli impatti sul mercato sono guidati da movimenti sfavorevoli degli spread di credito nei Paesi Bassi, in particolare gli spread dei mutui, che sono aumentati a livelli notevolmente superiori alla media a lungo termine
– La detenzione di liquidità in eccesso aumenta a 1,6 miliardi di euro, riflettendo 765 milioni di euro di rimesse lorde dalle filiali. Aegon, Paesi Bassi, ha mantenuto la sua rimessa pianificata per la prima metà dell’anno
– Indice di leva finanziaria lordo Ammonta al 29,3% e resta compreso tra il 26 e il 30% obiettivo

E poi arriva il commento del CEO:

In una prima metà turbolenta del 2019, i movimenti del mercato hanno avuto un impatto negativo sulla posizione patrimoniale nei Paesi Bassi. Tuttavia, abbiamo mantenuto un forte indice di Solvibilità II del Gruppo. I nostri programmi di copertura ci hanno efficacemente protetto dal calo dei tassi di interesse. Inoltre, abbiamo aumentato la generazione di capitale normalizzata e mantenuto una solida riserva di liquidità. Questo ci permette di aumentare il nostro acconto sul dividendo del 7% a 15 centesimi di euro per azione.

Gli utili sottostanti prima delle imposte sono stati leggermente inferiori a causa dei deflussi nelle nostre attività di commissioni negli Stati Uniti e l’aumento degli investimenti per sostenere la crescita e migliorare l’esperienza del cliente. Ci concentriamo sull’espansione della nostra base di clienti e sul rafforzamento della fidelizzazione dei clienti. È incoraggiante il fatto che i nuovi prestiti nel settore pensionistico statunitense siano aumentati in modo significativo e che i depositi lordi siano aumentati nella maggior parte delle nostre attività.

Abbiamo compiuto buoni progressi nell’esecuzione della nostra strategia promuovendo efficienze in quelle attività che gestiamo per valore e allocando il capitale a quelle attività con le migliori prospettive di crescita. Abbiamo annunciato la partenza delle nostre alleanze commerciali in Giappone e completato l’integrazione di Cofunds nel Regno Unito. Inoltre, abbiamo fatto i primi passi per trasferire l’amministrazione dei libri arretrati nel Regno Unito e nei Paesi Bassi su piattaforme moderne.

Un saluto.

Leave a Reply